Lo strano caso del “No man” Thereau: nonostante le tante offerte, non vuole andarsene

Lo strano caso del “No man” Thereau: nonostante le tante offerte, non vuole andarsene

L’attaccante viola sembra esser indeciso se continuare ad occupare la panchina in viola o cercare un’ultima avventura calcistica

di Redazione VN
Cyril Thereau

Questa mattina La Repubblica analizza il caso di Cyril Thereau, attaccante in esubero della Fiorentina che finora, nonostante le molte offerte di mercato, continua a preferire la panchina a Firenze. Fin dall’estate scorsa sono state in molte le società che hanno bussato alla porta della società viola per il francese; dal Cagliari al Verona, passando per il Frosinone e negli ultimi giorni anche l’Empoli di Iachini. La risposta al momento è sempre la stessa: “No, grazie”.

Dopo l’arrivo nella scorsa stagione Thereau ha tentato di imporsi nella rosa giovane di Stefano Pioli. Gli anni però non giocano dalla sua parte (36) e dopo un avvio di campionato da titolare si è visto sfilare la maglia da titolare ed esser relegato al ruolo di comprimario nelle riserve di Stefano Pioli. La durata del contratto e l’ingaggio percepiti dalla Fiorentina non facilitano nemmeno nel dubbio se andare a trovare fortune altrove. Anche l’Empoli ha chiesto di lui dopo la trattativa con Traoré ma per il momento non sembra troppo entusiasta della realtà empolese, anzi… LEGGI QUI.

Thereau dunque sembra bloccato in un “limbo” tra  rimanere in panchina alla Fiorentina o tentare un’ultima avventura a metà stagione con una nuova squadra ed un nuovo progetto.

Violanews consiglia

 

A. Della Valle: colloquio di mercato con Pioli. A fine gennaio possibile incontro con i tifosi

 

Frenata Livorno per Dragowski, rispunta l’Ascoli. Belec…

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. folder - 6 mesi fa

    Se sta in panchina ed è freddo si copre.Se sta in panchina e piove un si bagna.In più riscuote anche. E dove li trova 4 bischeri che lo pagano per un fa nulla?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy