Lo scambio Biraghi-Politano si farà. Pradè e Marotta al lavoro anche per Dimarco

Ideale per il 4-3-3 di Montella, tagliato fuori dal 3-5-2 di Conte: Politano a Firenze non è un’utopia. E la Fiorentina vuole anche Dimarco (non Dalbert)

di Redazione VN

Da timidi approcci fino ad arrivare a uno scambio di prestiti. Fiorentina e Inter stanno lavorando da tempo allo scambio tra Cristiano Biraghi e Matteo Politano (LA SCHEDA). Lo schema di Conte taglia fuori l’ex esterno del Sassuolo, ideale invece nel 4-3-3 disegnato da Montella. Per arrivare a questa soluzione Pradè e Marotta avrebbero messo sul piatto uno scambio di prestiti robusti per poi ridiscutere la posizione dei due giocatori al termine della stagione. La Nazione si chiede perché l’Inter spinga così tanto su Biraghi, da sacrificare un giocatore da quasi 20 milioni: con il terzino viola i nerazzurri avrebbero un giocatore in più da inserire nella lista Champions, considerato che è un prodotto del settore giovanile. Non solo: nell’articolata operazione la Fiorentina – con il via libera di Marotta – vorrebbe anche inserire anche il prestito di Federico Dimarco (LA SCHEDA), considerato che Dalbert non convince del tutto la dirigenza viola.

Ceccherini e Rasmussen in uscita, piace Bonifazi

Fiorentina, antipasto di campionato. Ma contro il Monza niente errori

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. el_sup - 2 anni fa

    ricapitoliamo:
    Lo schema di Conte, che ieri blindava Politano, oggi taglia fuori l’ex esterno del Sassuolo, che non ne vuole sapere di lasciare Milano, ma verrebbe volentieri a Firenze convinto che sia un quartiere della metropoli, come Gallarate.
    A questo punto Biraghi, nel quale Conte stravede, è d’accordo con l’inter, pur di andare a giocare lì è disposto a comprare lui Demarco e metterlo sul comodino.
    Intanto Terzic inizia ad avere crisi di identità, adesso è convinto di essere un ala piccola della Fortitudo Bologna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andrea.miniati273 - 2 anni fa

    Sa una s**** La Nazione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Etrusco - 2 anni fa

    Non è questione di Biraghi o Politano ma dei giornalisti che invece di farsi confermare le notizie da gente del settore e non pseudo esperti, stanno sotto l’aria condizionata a carpire sul PC le no-news che si trovano in rete senza verificare ciò che trovano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ziomario - 2 anni fa

    Ribery esterno destro e coi soldi di Biraghi compro un gran centrocampista che potrebbe essere De Paul. Ormai bisogna stringere perchè il campionato è alle porte e abbiamo un inizio tutto in salita. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gaby5_10343716 - 2 anni fa

    tutto e il contrario di tutto in nemmeno 24h

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tommy - 2 anni fa

    Hahahahaha, mi fanno morire, ieri assolutamente no per vari motivi, oggi si, per l’opposto dei vari motivi di ieri…. Che bello il giornalismo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. folder - 2 anni fa

    Allora:(rendimenti relativi camp.2018/2019)
    1)Chiesa 6 reti
    2)Boateng 4 reti
    3)Politano 5 reti
    Tot. 15 reti in 3 in tutto un campionato(considerato i 6 mesi passati da turista
    da Boateng per visionare le bellezze catalane e di Barcellona).Tanto per dire:Petagna,che gioca nella SPAL e non nel Real Madrid,ha segnato più da solo che questi 3 messi insieme.Certo, se davvero questo fosse l’attacco per un altr’anno:ma n’do si vole andà?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MolisanoViola - 2 anni fa

      Ragionamento che non fa una grinza, ma prima di giudicare, lasciamo che il calciomercato termini, io ho ancora fiducia che si possa fare una bella squadra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. folder - 2 anni fa

      9 non mi piace? bravi.Ora contestate anche i numeri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gaby5_10343716 - 2 anni fa

        no contestano te

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Tommy - 2 anni fa

        Guarda , petagna non mi fa impazzire ma nel ruolo che dovrebbe ricoprire da noi, lo vedrei benissimo(meglio dei tanti nomi sparati a caso dai giornali) , comunque il conteggio che hai fatto risulta piuttosto campato in aria, il rendimento degli attaccanti dipende dalla realtà in cui si trovano e dal gioco della squadra stessa, chiesa con montella potrebbe segnare di più, lo stesso politano al Sassuolo era più continuo, per boateng vale il discorso del falso nueve, non deve prettamente fare gol, più che altro deve aprire spazi e fare sponde e lì si creano più palle gol per tutti, compresi i centrocampisti!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Ufo - 2 anni fa

      Ma che statistiche fai? Che tenerezza……. allora ti spiego: è come chiedere alla tua moglie quante volte faceva all’amore col suo ex! Certe cose si devano provare insieme. Che analisi accurata poi 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. simuan - 2 anni fa

      …al netto di tutte le variabili codesti numeri fanno parecchia paura. Sette giorni per smentire…speriamo bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. perorin - 2 anni fa

      il problema è soprattutto a centrocampo… Pulgar-Badelj-Benassi è roba da 10-12 posto. Ci dicevano che con il gioco di Montella ci volevano dei palleggiatori e sono arrivati degli onesti manovali. Pulgar l’anno scorso ha segnato 6 reti, 5 rigori e 1 punizione. il primo gol su rigore lo ha segnato alla 27 giornata.
      Servono 2-3 acquisti di spessore altrimenti finora si sono fatti tanti discorsi e pochi fatti.
      come minimo serve un centrocampista di qualità, un attaccante esterno e una punta, nn è possibile affidare l’attacco a Boateng.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Sergio S - 2 anni fa

      Detto che Petagna lo prenderei subito, non ritengo corretto il raffronto numerico dei gol fatti fra chi ha giocato un intero campionato come punta centrale e chi ha fatto o l’esterno o la panchina. Non solo, ma l’andamento dei gol segnati da un giocatore cambia da stagione a stagione, in base a tanti fattori (allenatore, squadra, ecc.). Prendiamo Simeone: quale è quello buono? Quello di Genova e del primo anno viola o quello dell’anno scorso? Quindi aspetto ancora con fiducia le mosse di Pradè … anche se ho l’impressione che abbia trovato molte più difficoltà di quante non pensasse!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. simuan - 2 anni fa

        …boia, si doveva essere alla rivoluzione, ai grandi nomi…e io leggo Petagna nei vostri commenti…se ve l’avessero proposto l’anno scorso…non ci voglio nemmeno pensare…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Luca-Pisa - 2 anni fa

      Mai visto un centravanti segnare tanto con Montella. Ne Toni, né Gomez. Sempre visto dei giocatori di movimento buttarsi dentro. Il gol di Sottil con il Galatasaray è l’esempio del gioco di Montella. Secondo me segnerà di più Chiesa ed esploderà Sottil, che per me è molto meglio di Politano in avanti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy