Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

stampa

Lo moViola: Sozza un po’ in difficoltà, ma non stecca nel big match

EMPOLI, ITALY - AUGUST 21: Simone Sozza referee during the Serie A match between Empoli FC v SS Lazio at Stadio Carlo Castellani on August 21, 2021 in Empoli, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Le valutazioni sull'operato del direttore di gara

Redazione VN

Ecco le valutazioni di Gazzetta dello Sport e Corriere dello Sport sull'arbitraggio di ieri da parte di Sozza in Juventus-Fiorentina:

GdS: Due gli episodi controversi nella partita dello Stadium e in entrambi i casi è corretta le decisione di Sozza. Iniziamo con il rigore reclamato dalla Fiorentina. Nel secondo minuto di recupero del primo tempo punizione di Biraghi e colpo di testa di Saponara. Il pallone va a impattare sul braccio di Danilo, ma il movimento del difensore juventino tende a chiudere il braccio verso il corpo (che resta sotto l’altezza della spalla) e non ad allargarlo aumentando la superficie. Prima di fischiare la fine del primo tempo Sozza attende la review del Var Di Paolo che correttamente conferma la decisione: non è rigore. Proteste viola anche sull’espulsione di Milenkovic che arriva per doppia ammonizione al 72’. Nessun dubbio sul primo cartellino che il difensore della Fiorentina riceve al 66’ per un duro intervento in scivolata in ritardo su McKennie che aveva già passato il pallone. Meno netto ma comunque corretto il secondo giallo: Milenkovic entra ancora in ritardo su Chiesa che lo aveva anticipato, il contatto c’è e il giallo ne è conseguenza logica. Giusto, infine l’annullamento per fuorigioco del gol di Morata all’81’. Voto 6.

CdS: Esame di maturità per Sozza, fra i più promettenti: passato, ma non a pieni voti. Un po’ in difficoltà sui provvedimenti disciplinari, sulle scelte (lui e gli assistenti sbagliano la concessione di tre angoli), sulla rilevazione dei falli (su Terracciano è fallosa sempre, vanno in tre, al di là della manata di De Ligt evidente). In contropiede sul fischio finale del primo tempo, l’ha preso per mano Di Paolo.

NO RIGORE

Cross in area Juve, saltano Saponara (e colpisce il pallone) e Castrovili (che forse lo sfiora pure), Danilo dietro tocca con il braccio sinistro: pallone inaspettato, braccio si staccato dal corpo in avanti ma dentro la silhouette di Danilo. Non l’avesse toccata di mano sarebbe finita sul corpo, non aumenta lo spazio, non rende «se stesso più grosso», o «make himself bigger» secondo quello che è scritto nel regolamento inglese. 

ESPULSIONE

Già ammonito, Milenkovic s’oppone a Chiesa, che un po’ cerca il contatto (che c’è, sullo stinco destro, si vede il calzettone che si muove): ingenuo l’uno, scaltro l’altro, impossibile per Sozza non concedere la punizione e non fare secondo giallo. Rischia Nastasic: l’entrata su Locatelli è brutta, da... arancione.

FUORIGIOCO

Annullato un gol a Morata: giusta valutazione dell’assistente Mondin, al momento del cross di Cuadrado è oltre Igor, ultimo difendete viola.

VAR: Di Paolo6,5

Freddo e lucido sul finire di primo tempo. Che dire, bentornato!

tutte le notizie di