Italia ko, stavolta anche Chiesa è bocciato: le pagelle della stampa

Italia ko, stavolta anche Chiesa è bocciato: le pagelle della stampa

Italia battuta 1-0 dal Portogallo: ecco come i quotidiani hanno valutato la partita di Chiesa

di Redazione VN

Ieri sera l’Italia ha perso per 1-0 a Lisbona contro il Portogallo nella seconda partita di Nations League dopo l’1-1 con la Polonia. Decisivo il gol dell’ex milanista Andrè Silva. Federico Chiesa ha disputato tutta la gara. Vi proponiamo le pagelle della stampa:

LA GAZZETTA DELLO SPORT
5: la grande illusione. Dallo show con la Polonia al niente o quasi in Portogallo. Però: perché inventarsi un 4-2-4 che lo allontana dalla zona dove può far male?

CORRIERE DELLO SPORT
5.5: S’addanna e s’affanna, i primi guizzi sono i suoi, non sempre però c’è il lieto fine. Mancini gli chiede di salire di più, dovrebbe farlo in tutti i sensi.

QUOTIDIANO SPORTIVO
5,5: stavolta ci mette tanta quantità ma la qualità decisiva che aveva raddrizzato la partita con la Polonia stavolta non si vede. Però dà tutto quel che ha per la squadra.

CORRIERE DELLA SERA
5,5: qualche sussulto all’inizio, l’unico tiro in porta, fiacco. E un movimento che va ad esaurirsi.

LA REPUBBLICA
5: da laterale destro di centrocampo fa più fatica.

LA STAMPA
5: Conferma la tendenza che lo vede incidere se parte dalla panchina: così con Inghilterra, Olanda e Polonia. In campo a furor di popolo, si regala una notte in altalena.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Flop Italia, Chiesa stavolta non basta: il Portogallo stende gli azzurri con André Silva

Cristoforo racconta l’addio: “Dovuto solo a Pioli, mi ha detto che non avrei giocato”

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. robin.b_737 - 2 anni fa

    Dal modulo e dalle prime battute della gara si è capito che non avrebbe brillato: se hai in squadra un giocatore in grado di saltare l’uomo ed essere decisivo con il tiro in porta o con l’ultimo passaggio, non lo releghi in quella posizione, ma gli garantisci appoggio dai centrocampisti liberandolo, almeno in parte, dalla marcatura dei due o tre difensori che gli stavano addosso. Poi, se giochi sempre dalla parte opposta, se in squadra non hai un centrocampista o un Bonucci capace del lancio lungo verso l’esterno libero, allora sei fregato in partenza. Davvero una piccola Italia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ilRegistrato - 2 anni fa

    Questo e’ un sito di illusi. Gente come Biraghi e Benassi e’ in nazionale (come Montolivo in passato) solo perche’ il livello medio dei calciatori italiani e’ probabilmente al punto piu’ basso di tutta la storia del calcio italiano. Jorginho vale al piu’ il Dossena dei tempi migliori, cioe’ uno che il mondiale del 1982 se l’e’ fatto tutto dalla panchina. Chiesa e’ di sicuro un bravissimo giocatore, ma a leggere i commenti, anche su questo sito, fino a ieri sembrava si parlasse di un Paolo Rossi o di un Gigi Riva. Per essere a quel livello Chiesa deve ancora pedalare parecchio. I calciatori italiani non giocano nelle squadre top ne’ in Italia ne’ all’estero, non c’entrano nulla gli allenatori che non li vogliono fare giocare. Se le scuole calcio sfornano giocatori bravi vedrete che giocano. Le scuole calcio italiane ormai non sono competitive con la formazione dei giocatori che si fa all’estero. Se il problema delle scuole calcio verra’ affrontato seriamente ci vorranno almeno 7 o 8 anni prima di rivedere una nazionale decente, altrimenti di piu’. Buona notte e buona fortuna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. augustosandol_840 - 2 anni fa

    Perché c’è qualcuno che ha preso la sufficienza ieri sera? A parte forse Donnarumma che ha fatto due o tre buone parate? E Mancini ha preso non più di 3 spero!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. davidebaso@gmail.com - 2 anni fa

    a me non è parso da insufficienza

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy