L’indispensabile Benassi: quando non c’è, la Fiorentina stenta

Benassi ha caratteristiche uniche tra i centrocampisti della Fiorentina

di Redazione VN

Il Corriere Fiorentino si concentra su Marco Benassi. Se gioca, lo notano in pochi. Quando non c’è, la differenze si sente. “Non vi rendete conto di quanto siano importanti i suoi movimenti per la squadra”, spiega Pioli. Qualche settimana fa è stato Veretout a sottolineare i meriti del compagno: “Il suo lavoro per noi è fondamentale”. Da quando è arrivato a Firenze, Benassi ha saltato quattro partite. Risultati? Una vittoria (2-0 contro il Crotone), una sconfitta (3-4 contro la Lazio) e due pareggi, uno contro l’Atalanta per 1-1 e uno domenica scorsa contro il Cagliari. Vincere senza Benassi è dura. Soprattutto in un momento come questo in cui la squadra fatica a segnare. Non a caso Marco è ancora il capocannoniere della squadra con tre gol. Benassi ha caratteristiche uniche: corre, pressa, alza il baricentro e, soprattutto, sa inserirsi tra le linee nemiche. E’ terzo in rosa per occasioni create (11) e, dopo Chiesa, è l giocatore (insieme a Simeone) che ha calciato più volte in porta (13). Il problema potrebbe sorgere se Pioli dovesse puntare sul 4-2-3-1. In quel caso non ci sarebbe spazio per l’ex Torino.

vnconsiglia1-e1510555251366

Il ritorno di Benassi: l’ex granata verso il rientro, sabato non vuol mancare

Il paragone di G. Ferri: “Benassi assomiglia a Conte, ha grande corsa”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy