Le parole di Pioli e la reazione della società: la ricostruzione di Repubblica

Le parole di Pioli e la reazione della società: la ricostruzione di Repubblica

La Fiorentina sperava di poterne discutere privatamente, ma il tecnico si aspettava che l’incontro avvenisse ben prima di metà marzo

di Redazione VN

Arriverà il tempo del chiarimento e delle strette di mano. Adesso Pioli pensa soltanto al Cagliari e a un finale di stagione che andrà comunque onorato. C’è un campionato da terminare, una classifica da migliorare e, soprattutto, una finale di Coppa Italia da conquistare. La visita di Diego e Andrea Della Valle in settimana è servita per ricordare alla squadra e al tecnico che il futuro può attendere. Troppe gare ancora da giocare, troppo importante quel ritorno di Coppa in casa dell’Atalanta a fine aprile. Pioli comunque sa che niente è perduto.

La Fiorentina, che non aveva mai nascosto la volontà di proseguire insieme a lui nonostante una classifica che potrebbe essere migliore del decimo posto attuale, sperava di poterne discutere privatamente. Un faccia a faccia col dg. Un incontro che però il tecnico si aspettava avvenisse ben prima di metà marzo. Da qui le sue dichiarazioni, la reazione della società e una situazione che Pioli dovrà riprendere saldamente nelle sue mani per ristabilire serenità nell’ambiente e concentrare tutte le energie possibili sui prossimi due mesi.

Violanews consiglia

Pioli, un tris di candidati per la successione. Ma se ne parlerà a fine stagione

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 4 mesi fa

    Ma cosa c’è da discutere? Pioli ha avuto tutto il tempo possibile per trovare una quadra al cerchio ma non ci è riuscito. Colpa solo del tecnico? No di certo anche dell’intera dirigenza che sta sempre lì a contare gli spiccioli quando nella realtà in qualsiasi azienda c’è anche un periodo in cui bisogna prima investire e poi cogliere i frutti di questi investimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14154587 - 4 mesi fa

    se si vince per miracolo la coppa Italia cambia tutto , con l’euro league qualche allenatore un pochino più ambizioso può arrivare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Il Complottista gigliato - 4 mesi fa

    Ma Pioli , la vede la classifica??? C ha poco da fare l offeso , sarà bene che invece di piangere tiri fuori gli attributi , vinca la coppa e vada via a testa alta , sennò invece di tibrarlo come allenatore mediocre passa da fallito !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ilRegistrato - 4 mesi fa

    Non era un grande tecnico quindi io non mi straccio le vesti se va via, pero’ non ne’ arrivera’ uno migliore. Inoltre se la gestione dei rapporti con i collaboratori rimane questa anche i futuri tecnici pianteranno grane, come hanno fatto tutti quelli passati dalla Fiorentina. Ma in quale societa’ del mondo un professionista deve aspettare due settimane dalla fine del contratto prima di parlare del possibile rinnovo o non rinnovo? E ovvio che se uno non sente niente si comincia a muovere e poi possono scappare delle parole fuori luogo. Alla dirigenza della Fiorentina ci devono essere davvero i migliori manager del gruppo Della Valle. Grazie Diego.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. perorin - 4 mesi fa

    che schifo! Pioli, oltre a non aver portato risultati, parla a sproposito sbagliando i tempi perchè oveva almeno aspettare dopo la coppa italia.. ed è scandaloso che ieri non abbia fatto conferenza ma solo attraverso violachannel per evitare domande.
    LA PROSSIMA CONFERENZA STAMPA I GIORNALISTI DOVREBBERO STARE TUTTI A CASA!!
    SALA STAMPA DESERTA!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. emilio - 4 mesi fa

    … SE NE VA… SE NE VA…SE NE VA…OLE’ OLE OLE…!!! SI CONTINUERA’ A NON VINCERE NEMMENO LA COPPA DEL NONNO …MA ALMENO CI SARANNO RISPARMIATE LE CONFERENZE STAMPA DI PIOLI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. claudio.godiol_884 - 4 mesi fa

    Pioli poteva spettare almeno dopo la semifinale di Coppa a fare queste esternazioni….od almeno le doveva fare a porte chiuse con la dirigenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. robin.b_737 - 4 mesi fa

    Sono convinto che la società avesse garantito a Pioli di discutere del rinnovo e di come rilanciare la squadra prima del mese di marzo. Se la cosa non si è concretizzata penso sia dovuto al fatto che le idee sul futuro non sono ancora chiare. Rilanciare o continuare a vivacchiare? Tentare di tenere Federico o cedere alle eventuali mega offerte? Incertezze che anche un aziendalista come Pioli, forse, non riesce a sopportare. Poi la strategia societaria è sempre la stessa: se un allenatore avanza pretese sulla gestione della campagna acquisti, se chiede di tenere i più forti o pretende di avere voce in capitolo, non gli si rinnova il contratto e si riparte da zero. E’ una realtà avvilente e insopportabile, ma è già successo più di una volta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Staffa - 4 mesi fa

    medaglina e a casaaaaaaaaa….senza se senza ma…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy