L’arma in più di Barone e Pradè: quando il rinvio gioca a favore della Fiorentina

L’arma in più di Barone e Pradè: quando il rinvio gioca a favore della Fiorentina

Dejà vù in sede di trattative

di Redazione VN
Pradè-Barone

Chi ha detto che il rinvio dell’Europeo al 2021 sia poi un male? Il Corriere Fiorentino sottolinea che Barone e Pradè avranno un’arma in più in sede di trattative. Prendiamo Chiesa: l’attaccante rischia di vivere un dejà vù, perché nell’estate scorsa un fattore di permanenza era dato dalla possibilità di giocare con costanza fino alla rassegna continentale. Poi il calo, addirittura la panchina contro la Bosnia, e a dicembre la svolta. Anche Castrovilli si trova a fare lo stesso ragionamento: conviene rinunciare al posto fisso tra i titolari nella stagione che conduce all’Europeo?

Stesso discorso, mutatis mutandis, per il mercato in entrata: Florenzi e Mandragora potrebbero sfruttare un passaggio in viola per aumentare il proprio minutaggio e di conseguenza le proprie possibilità di fare colpo sul CT Mancini. Alla fine, questo rinvio non è poi così catastrofico…

Forza e Cuore, tra i primi a donare c’è Montella. Il bel gesto dell’ex tecnico viola

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bianco - 4 mesi fa

    Qui la gente muore e l’articolo dice in fin dei conti questo rinvio non è cosi male per la Fiorentina ma ci rendiamo conto che c*****a hanno scritto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy