La sconfitta di Cagliari e le tante responsabilità di Montella. Vlahovic ne è la riprova

La sconfitta di Cagliari e le tante responsabilità di Montella. Vlahovic ne è la riprova

Alibi al fine di difendere la propria squadra e le responsabilità prese, in parte, dal tecnico… La Fiorentina ieri non è mai esistita

di Redazione VN

La Fiorentina è uscita dalla Sardegna Arena con le ossa rotte e travolta dal bel gioco della squadra di Maran. Questa mattina Benedetto Ferrara sulle pagine de La Repubblica si concentra proprio sulla prestazione della squadra e su gli alibi di “eccesso di gioventù” cercati dal tecnico Montella a fine gara. Inutile nascondersi dietro l’eccesso di gioventù quando il divario tra le due squadre è stato cosi netto. E per lo più se proprio alcuni giovani, ieri e nelle precedenti giornate sono stati i “migliori” in campo. Ieri a Cagliari è stato Vlahovic a confermare tale “regola”, sfruttando la prima vera occasione data e ripagando alla fine con una doppietta. Non serve nascondersi dietro certi alibi di fronte ad una sconfitta del genere. Serve solo prendersi le proprie responsabilità.

Il paradosso di Vlahovic: una giornata da incorniciare, anzi no

La classifica aggiornata: viola noni, il Milan resta dietro

 

33 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

  1. sergio - 5 mesi fa

    Il sig.Ferrara c’è o ci fà ? il suo articolo è fatto per far polemica perché non gli piace Montella perché scrivere che non c’entra la gioventù perché Vlahovic ha segnato una doppietta ma però quando ? sul 5 a 0 e il Cagliari era non rilassato ma di più ma diciamo la verità che queste sconfitte sono la conseguenza di una campagna acquisti fatta all’ultimo momento con un riciclato e giocatori senza squadra per questa stagione ci dobbiamo aggrappare a l’unico top che è Ribery e poi ci sono colpe anche della società perché a forza di dire che è un anno di transizione non vorrei che tutto l’ambiente si sia è adeguato.

  2. giusetex7_9905901 - 5 mesi fa

    Dai su, anche quest’anno abbiamo trovato il capro espiatorio. Montella non è capace, Prade non è all’altezza, badelj è un brocco. Ah..Montella è lo stesso che ha fermato juve, Atalanta, Napoli e vinto con il Milan ed è nono a tre punti dal Napoli di Ancelotti(venisse da noi critichereste pure lui dopo due partite perse). Prade è lo stesso che ha portato Ribery e Caceres ma ovviamente sottolineiamo solo gli acquisti sbagliati che fa sempre comodo. Badelj continua ad essere chiamato nella nazionale croata che è arrivata seconda ai mondiali e percorre insieme a Pulgar, più di 10 km a partita. Mettiamoci pure Chiesa che ora è diventato brocco e svogliato, sono d’accordo che non sia fenomeno ma se gioca titolare in nazionale e la base d’asta partiva da 70 milioni un motivo ci sarà. Per una partita sbagliata su 12 ho sentito dire che è stata un disastro inenarrabile, una sconfitta devastante e potrei continuare. La stampa alimenta il malumore con questi termini, il tifoso porta negatività sulla squadra e tutti lavorano male e non è la prima volta che succede, evidentemente ci piace fare autolesionismo. Ieri abbiamo perso malamente, lo hanno ammesso tutti, da noi parecchi giocatori sottotono e da loro tutti in palla. Rimaniamo a tre punti dall’Europa league. Questo è un fatto. Come un fatto è che l’immenso Cagliari è terzo dopo 12 partite, ne riparliamo a fine campionato quando saranno fuori dalle coppe….

    1. LupoAlberto - 5 mesi fa

      Rocco ha sottolineato che questo è stato l’ennesimo primo tempo regalato. Il Napoli è in crisi societaria e comunque non è stato fermato (è vero che non c’era il rigore, ma come sarebbe andata se non lo avessero assegnato non lo sapremo mai, sicuramente giocava meglio di noi). Le chiamate in nazionale per Chiesa e Badelj non dimostrano che giocano bene: se hai gli occhi lo vedi da solo che regaliamo 1,5 giocatori alla squadra avversaria tutte le partite. E 70 milioni col piffero che te li danno e non te li avrebbero dati neanche lo scorso anno. Stiamo giocando male, non è una partita sbagliata. Non abbiamo un vero gioco, ci basiamo su tiri da fermo e ripartenze.
      Gol su azione passata dal centrocampo? Forse 3.
      Dove si va così?
      Speriamo mi sbagli io…
      SFV

      1. giusetex7_9905901 - 5 mesi fa

        Non abbiamo un vero gioco passa dalla presunzione di voler dominare le altre squadre, la realtà dice che il Parma ha pareggiato in casa con l’Inter e vinto con la Roma mentre dopo il nostro pareggio tutti hanno detto che è stato un passo falso. Giocano anche gli altri, mettiamocelo in testa. Con la juve abbiamo giocato meglio, idem con il Milan, con il Sassuolo e il Parma per citare le ultime sono passate in vantaggio con un solo tiro nel primo tempo ma sono state dominate nel secondo. Chiesa vale ancora 70 milioni, non lo dico io ma il mercato. Il rendimento di Chiesa è badelj è altalenante ma se vengono chiamati in nazionale non penso che Mancini e company lo facciano per farsi del male…il bicchiere lo vedete sempre mezzo vuoto purtroppo.

  3. LupoAlberto - 5 mesi fa

    Sono ancora triste per quello che ho visto ieri. Sento qualcuno sostenere che in fondo abbiamo tirato in porta quanto il Cagliari, quindi non abbiamo fatto male. Ma l’avete vista la partita? Abbiamo potuto giocare solo quando loro, appagati dei 5 gol e forse decisi a non infierire troppo nel comune ricordo di Astori, ce lo hanno permesso. Non solo nei primi minuti del primo tempo, quando ci hanno trattato come fossimo una squadra di pulcini, in tutta la gara l’impressione è sempre stata che loro avessero il pieno controllo e noi anche col possesso palla girassimo a vuoto. Colpe? Che senso ha avuto fare un centrocampo come quello che ci ritroviamo? Credo che Pradè (ritorno che non mi ha entusiasmato) fosse convinto che a fine mercato avrebbe acquistato Tonali o un altro simile, e non ha pensato a un piano B, e questo è il risultato. E menomale che Castrovilli è esploso e Ribery non è venuto a svernare (come il Boa comunque schierato nonostante prestazioni a esser buoni “impalpabili”), altrimenti rischieremmo già ora la retrocessione. Badelj (altro ritorno da me non gradito) non andava preso né tecnicamente né moralmente, visto il comportamento l’anno precedente. La scelta di tenere Montella (mai piaciuta), tutto preso nella sua crisi personal/professionale che fa a botte con la sua presunzione. Vincenzo non sembra aver messo bene la squadra in campo, non ha dato un gioco e nemmeno utilizzato al meglio chi aveva a disposizione. Insopportabile come si è ostinato ad affermare di non voler schierare Vlahovic per non dargli troppa responsabilità, salvo inserirlo pochi minuti nelle partite in cui eravamo in difficoltà buttandogli addosso il peso del ruolo di “salvatore della patria” che ha influito sulle sue prestazioni (infatti liberato di quel peso per effetto di un risultato non più discutibile ha fatto una doppietta, anche perché finalmente servito in modo accettabile da Sottil che lo conosce bene). Chiesa involuto, sempre più sguardo a terra ed avulso da squadra e gioco. Di chi la colpa? Rocco ha responsabilità per le scelte fatte, ma la colpa non credo. E’ stato consigliato male(a mio avviso sin dall’inizio riprendendo Pradè ed il resto di conseguenza, mossa suggeritagli da Antonio? Spero di no…).
    Come una squadra come il Cagliari che lo scorso anno ha finito il campionato male come noi ora sia così distante è spiegabile solo se consideriamo le scelte fatte sul mercato e l’aver mantenuto un allenatore non eccelso ma valido ed intelligente, oltre al “colpo” Nainggolan dovuto più a circostante esterne che a vera bravura.
    Ed ora? Non credo si possa rimediare tutto a gennaio, magari, ma la vedo dura.
    Quindi si deve pensare a portare in fondo il campionato decentemente (se Montella si dà una regolata bene, altrimenti con un’altro), ma sin da subito programmare il futuro, che dovrà vedere importanti cambiamenti, ed anche qui o Pradè dimostra subito di avere idee chiare per fare una squadra bilanciata e sensata, oppure medaglina e ‘rivederci prima possibile, per non partire in ritardo ancora una volta sul mercato. Altrettanto per i giocatori: utili o convinti di voler restare, oppure meglio mandarli altrove e restituirli a chi ce li ha prestati.
    Aspettiamoci un nuovo anno di transizione, sperando possa essere come quello attuale del Cagliari che pure ha cambiato tanto, ma indovinandole praticamente tutte e riuscendo sin da subito ad avere risultati e gioco.
    SFV

    1. Etrusco - 5 mesi fa

      Ti ho dato un Luke perché hai fatto una nella disamina: per me nonostante un calciomercato zoppicante (dovuto al fatto che la vendita della squadra si è perfezionata a mercato iniziato), la rosa c’è, abbiamo persino un regista Cristoforo che mai riuscirò a capire come non riesca a leggere le partite, certo un Tonali tutti noi lo avremmo preso però abbiamo un trequartista come Montiel che non viene mai usato. Vlaho? È una punta d’oro, sa prendersi la palla e scartare l’avversario sembra quasi un 10. La fissa della falsa punta ha mostrato che gli ingranaggi quando gioca la punta vera non sono oliati. La difesa è quella che mi preoccupa di più, Pezzella non va e se non gira lui la difesa perde subito colpi, abbiamo Rasmussen (da brividi pure con la primavera) e Terzic che non c’è verso di vederlo in campo, Lirola ancora non gira e fondamentalmente non abbiamo due veri terzini. Pradè doveva fare di più? Si ma è facile da farsi a parole meno nella realtà, credo a gennaio la Viola debba ricevere almeno un terzino vero, sicuramente un mediano che dia sicurezza in quanto Badelj sembra ormai in fase discendente e magari un centrocampista che possa fare il tuttocampista. In attacco siamo messi bene perché anche Pedro e Duncan possono dare un forte aiuto.
      FVS!

  4. damci - 5 mesi fa

    Mi preoccupa l’operato di Pradè.Premesso che ero favorevole al suo ritorno,ho poi dovuto constatare che ha speso trenta milioni per Lirola(mamma mia!),per l’oggetto misterioso Pedro e per Boateng;poi ha voluto riprendere Badely ed acquistare per 10 milioni un suo doppione,Pulgar,rinunciando all’acquisto di spessore a centrocampo,limitandosi a rincorrere quelle che per me sono altre due bufale,DePaul e Mandragora;poi ha ftto lo,scambio dalbert biraghi,con modalità discutibili;ha azzeccato Ribery e Caceres,che potevano preoccupare uno per l’età e l’altro per la frequenza di infortuni,ma erano calciatori di valore indiscutibile.Concludendo ha speso più di quaranta milioni senza assicurare niente di valore in prospettiva alla squadra.Faccio notare che il Cagliari,perdendo Barella e spendendo 60 milioni,ha fatto una squadra da terzo posto.Sono preoccupato che non continui a dissanguare la società,sbagliando altri acquisti ad alto prezzo.Si perchè l’antipatico,supponente Corvino ne sbagliava tanti ,ma per lo meno investiva poco sui singoli ed uno ogni quattro ,cinque lo azzeccava.Per spiegarmi meglio Lirola è costato quanto quattro Cristo foro o Dabo,tre Olivera etc.Rischiamo,speriamo di no,di ritrovarci nella situazione del dopo Gomez e Rossi,sfortunati acquisti,ma pesantissimi per il bilancio.Veniamo a Montella,mi preoccupa la condizione atletica,che non consiste nel correre più o meno,ma nella freschezza e reattività che consentono di muoversi senza palla e di vincere i contrasti e così via.Mi preoccupa l’insistenza su Badely e Lirola, mi preocccupa il modulo che vede due terzini d’attacco che spingono insieme con poco costrutto e che poi non sanno fare la fase difensiva,mi preoccupa un centrocampo che non filtra nulla che non si inserisce per due terzi dei componenti;mi preoccupa un attacco,finora senza punnta centrale,che impiega Chiesa,invece che sull’ala ,quasi al centro,dove perde il sessanta per cento del suo valore.Mi fermo qui sperando vivamente di sbagliarmi

  5. simuan - 5 mesi fa

    …come al solito cara redazione andate sul facile e lo scontato. Fosse mai che vi avventuraste in una analisi un pochino meno banale e superficiale che porterebbe alla luce le originarie mancanze alla base dei problemi della squadra, non sia mai! Anche perche’ si tratterebbe di tirare in ballo quella societa’ che vi ha regalato “comunicazione”, questo mitico totem che non scende in campo ma che giustifica il vostro esistere ed i vostri stipendi. Al netto delle responsabilita’ di Montella, che ci sono e nessuno nega, l’origine del disastro e’ da ricondurre a: la mancata individuazione di obiettivi per la stagione, la mancata cessione di Chiesa e una campagna acquisti estiva semplicemente demenziale. Sono cose talmente palesi che anche un non eletto alla sacra stirpe dei giornalai come me e’ capace di individuare senza troppo sforzo. Ora mi e vi chiedo; avrete voi mai la voglia e gli attributi per parlarne?…onestamente dubito.

    1. giusetex7_9905901 - 5 mesi fa

      L’origine del disastro? Tre punti dal Napoli e dalle coppe sarebbe un disastro???? Guardate che se una balla la ripetete all’infinito non diventa una verità, ve l’hanno detto? Siamo noni, cosa volevi vincere il campionato? PS il Cagliari è terzo ora, non a fine campionato, così ti anticipo visto che da ieri c’è pure questo disco rotto

      1. simuan - 5 mesi fa

        …e tu 5 pappine dal cagliari come le chiami? Un trionfo? Il napoli lascialo stare, non fa’ cronaca visto la situzione in cui versano. Io loscudetto non l’ho mai chiesto, sono perfettamente cosciente che se tutto fila liscio possiamo aspirare ad un piazzamnto fra l’ottavo e il decimo posto. Ma il punto non e’ questo. Il punto e’ che la tanto acclamata rivoluzione calabro-americana s’e’ fermata ai proclami.e alle scelleratezze del mercato estivo. Se non e’ un disastro poco ci manca. Poi se si deve essere ottimisti per forza e’ un altro discorso. Pensiamo ad arrivare a 41 punti alla svelta dai retta.

        1. giusetex7_9905901 - 5 mesi fa

          Io la chiamo partita sbagliata e stop. A volte le parole fanno la differenza. La proprietà non ha dato obiettivi per l’anno, come fai a dire che hanno promesso mari e monti? Continui a ripetere una bugia. E lo fai mentre sei in nona posizione e non in lotta per la retrocessione e questo è un fatto. Non c’è ottimismo in ciò, solo realismo.

  6. Luca-Pisa - 5 mesi fa

    Infatti i peggiori sono stati i vecchi. Badelj in testa, Pezzella, Pulgar, Caceres e l’ormai affermato Chiesa. I giovani devono giocare se son meglio dei vecchi. E Vlahovich è stato tenuto inutilmente in panca 2 mesi. Riguardate Badelj sul 5 gol. Si ferma come se non avesse più voglia prima di buttarsi in scivolata. Il giovane serbo invece fa il gol del 5-1 e corre a prendere il pallone in rete per portarlo al centrocampo incitando gli altri. Deve giocare chi ha fame indipendentemente dall’età. Tanto più se non abbiamo obbiettivi.

  7. Cosimo de' Medici - 5 mesi fa

    Gente, anche basta dire che il Cagliari è questo squadrone.
    Stiamo parlando del Cagliari che gioca con Simeone davanti e dietro con Cacciatore, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini, non con Tassotti, Baresi, Costacurta e Maldini.
    Questi, appena finiscono un attimo la benzina, tra gennaio e febbraio, vedete come scalano posizioni in classifica.
    Giustificare una sconfitta del genere è più umiliante del risultato di ieri.

    1. 29agosto1926 - 5 mesi fa

      Si, si vedrai dove arrivi te. Alla fine si fanno i conti.

      1. Cosimo de' Medici - 5 mesi fa

        Amico mio, ultimamente ho commentato poco sulla Viola.
        Non lo facevo da almeno 3 mesi. Te, invece, ti vedo sempre qui pronto alla polemica.
        Mi fai passare la voglia di frequentare questo forum perché, ad ogni commento, vedo la tua risposta frustrata e carica di polemica: non ne ho più voglia, hai vinto te.
        Buona vita.

  8. Etrusco - 5 mesi fa

    Montella ha il grave difetto di non saper gestire i cambi e quindi di farli al momento giusto. Per me ieri è stata soprattutto una partita nata male, all’inizio hanno fatto 3 tiri 3 goal… da qui si capisce che il match sarebbe stato impossibile da gestire al meglio. Nonostante gli errori del coach vedo una buona squadra che può e deve togliervi delle soddisfazioni.

  9. Filo - 5 mesi fa

    Loro partita perfetta noi siamo scesi in campo senza grinta e attenzione e siamo stati travolti.
    Penso che in questa fase di costruzione della rosa da certe sconfitte si debba imparare tanto in vista di scelte da fare in futuro.
    Una cosa è certa, a centrocampo ci hanno distrutto e sono venuti fuori i limiti di Badely. Anche Pulgar deve dare di più così come Lirola e Dalbert. Rog e Nandez hanno vinto tutti i duelli per non parlare di Naingolan.
    Detto ciò non è tutto da buttare alle ortiche la squadra ha bisogno di tempo perché è un anno di transizione importante.
    Sosteniamo
    Forza viola sempre

  10. CippoViola - 5 mesi fa

    Pensiamo a salvarci. A fine campionato (anche a gennaio) ci liberiamo delle ultime zavorre di corvino, poi vendiamo Chiesa Benassi Ceccherini Pezzella e possiamo cambiare allenatore giocatori stadio giardini antani blinda..quello che vi pare.

    1. Masai - 5 mesi fa

      o Cippo il primo di cui dobbiamo liberarsi è Pradé!! A proposito di zavorre, vogliamo parlare di badelj e boateng? Su via, siamo realisti….se queste rosa l’avesse allestista il mago di vernole a quest’ora s’era coi forconi dinanzi al franchi no?
      A fatto una rosa senza ne capo ne coda, manca tutto il centrocampo. ci sono triploni in attacco e la difesa è pressoché quella fatta da chi c’era prima.
      Poi la deve abbozzare con questa storia dell’anno di transizione, non si dice, non lo deve dire! E soprattutto i 30k che dice gli sono rimasti in tasca? Non potevano essere un buon centrocapista? A casa!

      1. Masai - 5 mesi fa

        Ha fatto….

      2. CippoViola - 5 mesi fa

        Si ma di Pradè a casa per ora non me ne faccio nulla, mica ci va lui in campo, voglio un centrocampista decente a Gennaio, quello voglio.

        1. Masai - 5 mesi fa

          visto badelj i centrocampisti da prendere a gennaio decenti sono due!

  11. Baccello - 5 mesi fa

    Penso che urga porre degli obiettivi alla squadra e all’allenatore, pubblicamente. Già dichiarare che dobbiamo fare 9 punti nelle prossime tre abbordabilissime partite potrebbe spronare. Sono tre anni che non si fa dichiarazioni del genere, e guarda caso, tre stagione del piffero.

    1. Cosimo de' Medici - 5 mesi fa

      Verona e Torino fuori, Lecce in casa: per te sono 3 partite abbordabili?
      Svegliati.

      1. 29agosto1926 - 5 mesi fa

        Prima divisione che il Cagliari non è tutta questa squadra poi subito dopo sostieni che Verona Lecce e Torino sono squadre difficili. Te stai al calcio come l’acqua sta all’olio

        1. Cosimo de' Medici - 5 mesi fa

          Ti rispondo per l’ultima volta, perché poi vado a godermi la vita e non frequenterò mai più questo forum fatto di persone frustrate, infelici, autoreferenziali, che conoscono solo loro il calcio (te, invece, t’immagino a impartire lezioni a Coverciano).
          Il Verona è in palla, ha vinto col Brescia col quale avevamo pareggiato una settimana prima, ha dato del filo da torcere all’Inter (hai visto la partita?).
          Il Lecce ieri ha giocato alla pari con la Lazio, gioca bene ed è pure in palla.
          Il Torino, in casa loro, da sempre è difficile.
          HAI CAPITO ORA, O TI DEVO FARE UNO SCHEMINO?
          Ora ti lascio per sempre, a fare i tuoi commenti da frustrato.
          Buona vita.

  12. ottone - 5 mesi fa

    Allora, se ci si focalizza su Montella o Vlhaovic si perde tempo secondo me.
    Montella più di così non è in grado di fare, sarebbe come pretendere che io dovessi correre i 100 metri. Per un mesetto ci siamo illusi di essere seconda fascia. Ora cominciamo a capire che siamo di terza. E speriamo di non diventare di quarta. Davanti si hanno: le Big + Cagliari, Parma (punto guadagnato domenica scorsa), Verona, Torino e magari -chi lo sa- Milan (Pioli permettendo). Il dilettantismo non paga. Del resto Pradè, Montella, Badlej (ronzini di ritorno) non li ho chiamati io…Solita storia. Solita maledettissima storia.

    1. Baccello - 5 mesi fa

      Non fare il grullo! Non siano certo pregio delle squadre da te citate, l’unica è il Cagliari che quest’anno va a mille. Abbiamo un bel pò di buoni giocatori che rendono male, c’è da capire perché. Difesa fatta di titolari di tre nazionali importanti, e pure i centrocampisti sono tenuti in alta considerazione dai rispettivi ct. Chiesa sembra un brocco, ma non lo è. C’è Ribery. E nessuno può dire se uno degli attaccanti a un certo punto troverà convinzione è continuità. Monella o Pradè o Commisso o chicchessia devono trovare la quadratura e mettere tutti in conduzione di recedere per quel che valgono. A quel punto c’è la possiamo giocare sicuro per bei traguardi.

  13. vecchio briga - 5 mesi fa

    È chiaro che una sconfitta così è pesantissima, ma il Cagliari è un grande squadra, molto più avanti della Fiorentina e in questo momento anche di Roma e Napoli. La Fiorentina sta facendo il suo campionato, né e né meno di quello che ci avevano prosettato per quest’anno. Poi tutto è migliorabile, ci mancherebbe. Ma quei tristi figuri che hanno difeso a spada tratta gli ultimi vergognosi anni dei DV non si capisce proprio cosa cazzo vogliono. A proposito, il Cagliari ha fatto un grande mercato vendendo Barella. Ha comprato giocatori veri, non ha preso decine di Maxi Olivera. Capito frustrati? È inutile che adesso alzate il capino, chi difendeva la gestione degli ultimi anni dei DV, semplicemente, HA PERSO PER SEMPRE. Addio frustrati gli arcobaleni viola vi aspettano sulla collina di Loppiano.

    1. 29agosto1926 - 5 mesi fa

      Il catetere di è mosso di nuovo e da male

    2. CippoViola - 5 mesi fa

      Non posso che darti ragione.. ricordo che Maran a febbraio 2019 era a rischio esonero. Per ora la Fiorentina è in linea con le aspettative, siamo da mezza classifica e dobbiamo puntare a salvarci.
      Sono quasi contento che sia finita 5-2 e non con un 2-1 che ti fa nascondere dietro a un dito, la proprietà è diversa da quella precedente disinteressata degli ultimi anni, auguriamoci che li striglino ben bene e prendano provvedimenti.

  14. sempreforzaviola - 5 mesi fa

    Bisognerebbe che si fosse in grado di prendersela e averne il coraggio

  15. folder - 5 mesi fa

    “Serve solo prendersi le proprie responsabilità”.
    Speriamo che a lui e a Pradè gliele faccia prendere Rocco!

Recupera Password

accettazione privacy