Chi ha (almeno) un grande attaccante sta in cima. E la Fiorentina deve rincorrere le rivali

Appena cinque reti in tre: gli attaccanti della Fiorentina segnano poco. Rispetto alle rivali per un posto in Europa la media è molto più bassa

di Redazione VN

Chi ha almeno un grande attaccante (Insigne, Ronaldo, Immobile, Dzeko, Icardi, Higuain) sta in cima. Genoa compreso (Piatek), che vincendo il recupero sarebbe quarto. La Fiorentina ha un guaio ereditato dalla scorsa stagione: il gol. Considerando Lazio, Sampdoria, Atalanta, Torino e Sassuolo, cioè le squadre che probabilmente faranno la corsa con i viola, ne viene fuori un dato abbastanza preoccupante riguardo alle reti degli attaccanti: l’attacco viola è quello che in media segna meno.

Simeone, Pjaca e Chiesa mettono insieme 40 gol in 174 presenze complessive in Serie A, un gol ogni 4,35 partite. In casa Lazio Immobile e Luis Alberto sommano 102 gol in 209 partite (uno ogni 2,04). Nella Samp Quagliarella con Defrel arrivano a 163 reti in 530 gare (uno ogni 3,2). Per l’Atalanta 91 gol in 380 gare per Zapata e Gomez (uno ogni 4,17), mentre il Torino fa 82 in 242 con Belotti e Zaza (uno ogni 2,95). Infine il Sassuolo, che con il tridente Berardi, Boateng e Babacar mette insieme 94 reti in 361 partite (uno ogni 3,84). Lo scrive il Corriere Fiorentino.

***Toni: “Simeone? Deve ascoltare Pioli, ma anche l’istinto. Pjaca somiglia a Mutu”

Violanews consiglia

Mal di trasferta: per ritrovare un (magro) bottino simile bisogna tornare a quasi 40 anni fa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy