Juventus, Paratici non si nasconde: “Chiesa mi piace”. E sul suo foglietto ritrovato…

Juventus, Paratici non si nasconde: “Chiesa mi piace”. E sul suo foglietto ritrovato…

Le parole del ds della Juventus alla Gazzetta dello Sport

di Redazione VN

Queste le parole di Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus, nel corso dell’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport: «Il Dna della Juve è sempre stato avere giocatori italiani come base e noi li stiamo cercando. Li facciamo crescere dentro, come Kean o li acquistiamo: sempre abbiamo preso qualcuno dal Genoa, dall’Atalanta, dall’Udinese. Italiani bravi che mi piacerebbero? Zaniolo, Chiesa, Barella e Tonali». E poi la battuta: «Vuole sapere se i nomi scritti sul famoso pezzo di carta che avevo strappato e deposto in un cestino erano veri? Eravamo a una riunione col Genoa e avevamo segnato dei giocatori dei quali avevamo parlato. Ma sono solo una parte delle centinaia i cui nomi sono scritti su questi pezzi di carta…».

 

Violanews consiglia

Pioli è nei guai, formazione da inventare contro la Spal. Le possibili scelte

Pezzella out: il capitano della Fiorentina sarà Federico Chiesa

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tagliagobbi - 6 mesi fa

    Trovatemi un DS nel mondo che dichiari che Chiesa non gli piace… via sù…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 6 mesi fa

    “uniti siamo più forti” ma berna e chiesa li diamo ai gobbi, tiè!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alan1971 - 6 mesi fa

      “Pecunia non olet” dicevano nella Roma antica, il denaro non ha odore. Figuriamoci a Casette d’Ete

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 1926 - 6 mesi fa

    Va beh che discorsi ha semplicemnte nominato i 4 giocatori under 21 italiani piú forti del mondo. Magari due tra questi li prendono sicuramente ma tutti e 4 insieme é impossibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy