Il triennio di Corvino: oltre 150 milioni spesi. E sempre fuori dall’Europa

Il triennio di Corvino: oltre 150 milioni spesi. E sempre fuori dall’Europa

Il bilancio della gestione del d.g.

di Redazione VN

Sul Corriere Fiorentino si traccia un bilancio della gestione triennale di Pantaleo Corvino come direttore generale dell’area tecnica della Fiorentina. In sei sessioni di mercato sono stati spesi circa 150 milioni (ai quali andrà aggiunta la somma per Muriel e eventuali altri riscatti) e incassati 170. L’estate del 2016 fu quella del ritorno e della cessione di Alonso, quella successiva della rivoluzione totale e delle cessioni per cento milioni, la scorsa quella della conferma del parco giocatori, per quella in arrivo sono già stati impegnati oltre venticinque milioni. Quanto ai risultati sportivi, due ottavi posti con Sousa e Pioli. In questa stagione, aggiungiamo noi, c’è la certezza di ottenere un risultato inferiore.

Violanews consiglia

Chiesa, attesa una decisione nei prossimi giorni: vicenda sarà gestita dalla proprietà?

58 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ippio - 5 mesi fa

    Visto che i fratellini non licenziano mai nessuno e tengono molto a Corvino e Cognigni perché non se li portano alla tods? Vaia baracconi fate festa OEO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bernard - 5 mesi fa

    Quanto all ‘ Europa , nel 2017 la buttò alle ortiche Paulo Sousa con fior di giocatori a disposizione ( Vecino , Badelj , B. Valero , Gonzalo Rodriguez , Astori , Kalinic , Bernardeschi , Chiesa , Ilicic ; nel 2018 siamo stati in competizione con Atalanta e Milan fino alla penultima giornata in cui perdemmo col Cagliari a Firenze . Quest ‘ anno la squadra è stata in corsa fino alla sesta del girone di ritorno e nessuno poteva neanche lontanamente immaginare che deflagrasse letteralmente dopo il doppio confronto con l ‘ Atalanta .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bernard - 5 mesi fa

    Per precisare : la Fiorentina ha speso nelle sei sessioni di mercato 126 milioni più 12 per Rasmussen e Zurkowsski , per un totale di 138 ml . A 150 si arriverebbe con Traore’ , il cui acquisto è legato al completamento delle visite mediche . Le entrate ammontano a 164ml , con un saldo attivo di 28 ml .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vecchio briga - 5 mesi fa

    Non voglio credere che Corvino resti al suo posto. Primo per i risultati fallimentari. Secondo perché non può lavorare con Montella, il quale per altro ha una prospettiva contrattuale più lunga e non accetta di “subire” le scelte di mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iG - 5 mesi fa

    Parliamoci chiaro
    iG raccomandava MAZZARRI uno dei 3 allenatori italiani piu’ forti e quelli presero lo scarso PIOLI

    ora tornano al poco incisivo MONTELLA.
    DISASTROSI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 5 mesi fa

      Mazzarri è un ottimo allenatore e giusto per la nostra piazza. Purtroppo qua non piace e non si capisce perché. Abbiamo i gusti troppo fini a Firenze, come quando ci permettiamo di snobbare la Coppa Italia per decenni. Prendiamo gli amici giornalisti: si sono accorti solo da pochi mesi che la Coppa Italia è un traguardo FONDAMENTALE per la nostra squadra. Solo pochi, chi aveva la memoria storica, lo ricordava. Uno di questi è il mitico Paloscia. I decani della stampa fiorentina hanno sempre sostenuto che il traguardo minimale della società deve essere la Coppa Italia. Ma in questi anni si è sentito di tutto, anche fra le grandi firme (cito Guetta tanto per dirne uno) che sostengono che la Coppa Italia ed anche la Supercoppa non contano nulla. Mi sembrano discorsi che non c’entrino nulla con la sportività ed il senso dello sport che non è partecipare, ma è anche vincere. Purtroppo però siamo così qua a Firenze, e l’ostracismo nei confronti di Mazzarri ne è un’altra dimostrazione.
      Quanto a Montella a me piaceva e piace moltissimo. Secondo me al massimo ha fallito al Siviglia (non conoscevo però la situazione della società spagnola quindi la mia è una idea) ma non al Milan. E’ arrivato nel periodo peggiore quando ancora c’era il cinese e quindi in una società devastata dalla fuffa. Non è andato malaccio. Io spero che possa avere voce in capitolo nella prossima campagna acquisti. Altrimenti, con il letterato di vernole ci aspetta la B. Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. iG - 5 mesi fa

    Con LOTITO invece di DELLAVALLE, in questi 18 anni di nulla, avremmo gia’ vinto almeno 3 COPPE ITALIA e 2 supercoppa.
    Non serve aggiungere altro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 5 mesi fa

      Anche Lotito non mette 1 euro ed è contestato da 10 anni. Eppure qualcosa ha vinto, perché tiene alla Lazio e fa calcio a differenza dei DV..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Gerber - 5 mesi fa

    In una qualsiasi Azienda, se un manager SPUTTANASSE in 2 anni 150 MILIONI, quasi 1/4 delle risorse per il Reddito di Cittadinanza per coloro che non si rendessero conto, per non aver ALCUN RISULTATO, sarebbe licenziato immediatamente per giusta causa.
    E Corvino è sempre lì, intoccabile, nessuno che osi criticarlo pubblicamente e apprezzato dai “padroni”.
    Ditemi voi se questa è una aberrazione o la normalità.
    Inoltre: la contraddizione più grossa è che i tifosi (clienti), fanno le code per sottoscrivere gli abbonamenti (22000 quest’anno), ratificando lo scempio tecnico/amministrativo di Corvino il quale sa bene che ha fallito, ma è protetto dagli abbonamenti così numerosi.
    I Dv non sono consapevoli, Cognigni fa solo quadrare i conti, vincere non è il loro obiettivo, se no con 150 MILIONI ai voglia di fare una squadra competitiva.
    Contestare non serve, è come se un cliente Tod’s si lamentasse che le scarpe da 500 €uro non sono abbastanza comode e dopo ne compra un altro paio con la speranza che siano migliori delle precedenti. E sono identiche.

    Proviamo, TUTTI INSIEME, a non fare gli abbonamenti, senza farsi abbindolare dalle offerte e dagli sconti famiglia; lasciamogli tutto invenduto e dopo 3gg se ne ragiona.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-2073653 - 5 mesi fa

    Il top player dei direttori sportivi. Chi altri potrebbe spendere queste cifre per questi risultati? Solo lui ci riesce….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Up The Violets - 5 mesi fa

    Ricordo quando questi discorsi li facevo io, non meno di due anni fa. C’era bisogno di aspettare che si fosse giunti a questo disastro perché se ne vedesse traccia anche sull’ottima (euf.) stampa fiorentina?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Bjorn - 5 mesi fa

    Quando l’altro giorno ha parlato in conferenza stampa con Montella, io mi sono vergognato di essere rappresentato da uno come lui. Firenze, città d’arte, culla del Rinascimento e dell’Accademia della Crusca, merita di meglio. E non è solo una questione dialettica, dato che professionalmente non fa di meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. giusetex7_9905901 - 5 mesi fa

    L’analisi in questione non può non tener conto del campo. Veramente i giocatori hanno reso per le loro potenzialità? Veramente l’allenatore li ha messi in condizione di rendere al 100%? I fatti dicono che la rosa è entro le 5 migliori squadre per rapporto tra valore iniziale e finale, lo ha triplicato. Il tutto esula dal discorso sulle plusvalenze, a maggior valore economico della rosa deve corrispondere un miglioramento delle prestazioni sul campo. Il mercato quest’anno è stato costruito su un tipo di gioco più difesa e contropiede e fino a gennaio così è stato. Terza miglior difesa ma I tre avanti con appena sei gol fatti complice lo scarso rendimento di simeone. Da lì l’acquisto di Muriel e obiettivo settimo posto declamato dalla società ancora più che possibile. Da lì in poi il buio, lo attribuiamo a Corvino? Poi al tempo stesso per me in ottica di ricostruzione visti i risultati, è giusto cambiare l’allenatore ed è stato fatto e poi bisogna mettere un Ds che possa prendere giocatori funzionali a quel tipo di gioco e lì Corvino non può incidere in quanto il mercato con giocatori di qualità non è nelle sue corde. Penso si sottovaluti troppo il ruolo del tecnico in questa valutazione visto che si prende a paragone l’atalanta è evidente che a parte Zapata che è costato parecchio, il resto della squadra è composto da medi giocatori che spostati da lì rendono la metà vedere i gagliardini di turno. E poi vedo solo io i fallimenti negli altri? Joao Mario a 50 e Dalbert a 28, shick a 35? Riducendo l’importo dei milioni investiti cresce la possibilità di sbagliare. Penso che si passi anche da queste valutazioni considerando i della valle imprenditori che sappiano gestire un’azienda e non bisognosi di plusvalenze per campare e detto da chi non ha mai contribuito alle loro fortune non avendo mai acquistato un loro prodotto. Così risparmio a qualcuno l’etichetta dellavalliano per screditare il discorso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mario - 5 mesi fa

      Chiesa migliorato, ma non rientra in Corvino, Benassi stabilmente scadente, DABO stabilmente scadente, Laurini stabilmente scadente, Pezzella migliorato, Milenk migliorato, Biraghi migliorato, Lafont peggiorato, Simeone peggiorato, Muriel stabile, Edmilson peggiorato, Gerson-Pjaca-Miralles stipendi buttati nel cesso, Hugo peggiorato, Ceccherini stabile, Veretout migliorato, Therou–Saponara peggiorati…mi fermo. Dove tu veda il raddoppio per questa rosa tra spesa fatta e valore quando togliendo Chiesa son più i buchi che i plus, mah. Siccome poi il giudizio si deve basare anche sull’utilità alle necessità della squadra, allora non c’è proprio storia… Mi dispiace ma son 3 anni di mercato pietoso, fattene una ragioneautolesionista

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giusetex7_9905901 - 5 mesi fa

        Il valore è triplicato e non raddoppiato, siamo nei primi 5 a livello europeo secondo questa statistica e il primo se non sbaglio è il Lille. Hanno riportato un articolo a riguardo proprio su questo sito. Questo è un dato inconfutabile perché oggettivo, la valutazione che fai tu è soggettiva. Tu mi dici biraghi migliorato mentre per me non è buon giocatore e da lì arriva il 70% dei gol subiti ma è passato da 1 milione di valore di mercato a 10 e questo è oggettivo. E penso che un Ds deve essere giudicato su quello anche perché ripeto altrimenti giocatori ed allenatore non incidono? Guarda l’atalanta e lì trovi la risposta oppure guarda il toro con de silvestri terzino titolare e da noi cacciato in malomodo, probabilmente mazzarri in una rosa al pari se non più debole della nostra è lì a lottare nonostante un calcio antico. Senza considerare ilicic ed Alonso da noi bistrattati e da altri osannati. O Kalinic da noi ottimo e in giro pietoso. Guarda quante variabili, il limitare tutto agli errori di Corvino, per altro evidenti, mi pare riduttivo, tutto qua.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Up The Violets - 5 mesi fa

          Una semplice domanda alla quale nessuno di voi mi risponde mai: chi è stato a prendere l’allenatore dal quale dipenderebbe tutta questa svalutazione di questa rosa “forte e promettente” (cit. il comunicato numero 198.723.452 del mese di aprile)?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. giusetex7_9905901 - 5 mesi fa

            La società ed ha sbagliato, col senno di poi ovviamente perché prima è stato preso pensando facesse bene. Tu rispondi alla mia..hai mai sbagliato nella tua vita? Perché può capitare..

            Mi piace Non mi piace
          2. Up The Violets - 5 mesi fa

            Certo che ho sbagliato, e anche più di loro, confrontando i due patrimoni. Proprio il fatto che un co****ne come me avesse già capito, nel momento esatto in cui la notizia del ritorno di Corvino veniva diffusa, che si trattava di un errore sesquipedale del quale avremmo pagato le conseguenze per anni, dimostra la loro totale inadeguatezza a ricoprire certi incarichi e a occuparsi di mansioni che esulino dalla produzione del mocassino, del profumo o dell’occhiale di lusso, campi nei quali indubbiamente eccellono. Non voglio neppure pensare che ne fossero consapevoli, perché al sadomasochismo di un imprenditore abituato al successo non credo neanch’io.

            Nota a margine: non occorreva essere maghi o possessori del Verbo calcistico per sapere che sarebbe andata a finire così. Bastava avere una memoria normalmente dotata o se no un semplice almanacco a sostegno, e ricordare non solo la tragicomica conclusione della stagione 2011/2012, ma anche la tutt’altro che trionfale esperienza bolognese dell’attuale d.g.

            Resta solo da sperare che abbiano aperto gli occhi, fatto mea culpa e che quella minima parte d’opinione pubblica che ancora fornisce loro alibi, credendo che un allenatore possa trasformare un ronzino nel nuovo Varenne, progredisca almeno di un paio di gradini in un’ipotetica scala di competenza calcistica. Posto che l’allenatore, ripeto, è un’altra delle tante scelte errate ed economicamente disastrose (lo dimostrano i sedici milioni di rosso nell’ultimo bilancio) compiute da questa società nel reperimento tanto degli uomini quanto dei fondi. Perché la parte tragica di tutto ciò non è certo Pioli con il suo catenaccio, né Lafont pagato nove milioni per buttare il pallone nella propria porta in una semifinale. Sono le aziende che non ci vogliono più sponsorizzare nemmeno se le paghiamo noi.

            Mi piace Non mi piace
  12. Gasgas - 5 mesi fa

    Un disastro assoluto. Vattene. Licenziatelo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. iG - 5 mesi fa

    Con questi numeri e’ impossibile ceh un DT venga riconfermato. Una societa’ seria lo fa volare gia’ al secondo anno.
    Ma siccome sara’ riconfermato allora e’ ovvio che c”e del LOSCO DIETRO!

    Amici, qualcuno e’ da anni a Firenze per LUCRARE RUBARE ARRAFFARE! Ovviamente non ho fatto nomi. QUALCUNO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Dellone68 - 5 mesi fa

    Finalmente anche i giornalisti stanno iniziando a prendere le distanze dal Letterato. Basta. Era ora. Voglio vedere come fa a far vedere ancora la sua faccia a giro. C’è solo una soluzione: dimissioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. 29agosto1926 - 5 mesi fa

    Viene a noia leggere, figurarsi commentare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. BVLGARO - 5 mesi fa

    NETO; PICCINI SAVIC MILENKOVIC (Mancini) ALONSO; VERETOUT (Vecino) MILINKOVIC-SAVIC ZANIOLO (Borja Valero,Ilicic); CUADRADO (Rebic) CHIESA SALAH. Guardate che bella squadra ampiamente da secondo posto in Italia. Via i Della Valle da Firenze. Ora che hanno la scusa per vendere Chiesa il progetto è a compimento. 🙁

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 5 mesi fa

      Vedrai quando venderanno anche Montiel e Gori come si allunga la lista. Serie B e cessione di tutta la squadra. Lega Pro nel 2021 e chiavi al comune. Vedremo chi ci sarà ancora a tifare! Vendere bisogna vendere … Bisogna vendere per vincere per vincere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iG - 5 mesi fa

        Per me la SERIE B senza DELLA VALLE e’ bellissima……

        DIGNITA’ amici, la Serie B senza DELLA VALLE?
        BELLISSIMA, bambini allo stadio, passione amore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 5 mesi fa

          Vedo che 20 imbecilli vorrebbero andare in serie B. Questi sono i tifosi fiorentini.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Barsineee - 5 mesi fa

          Lega pro che serie B … Lega Pro!!! Lega Pro con dignità. Speriamo dai se siamo fortunati tra due anni ci siamo … Non vedo l’ora!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. iG - 5 mesi fa

            Beh hai ragiobne con i DELLA VALLE si fa la B …e’ questa la loro dimensione di perdenti nati, con le pezze al culo

            Senza i DELLA VALLE con un sig CHIUNQUE come presidente si fa almeno la B tranquillo, peggio dei DELLA VALLE nel mondo non ce en sono di presidenze calcistiche. Sono i piu’ scaci e perdenti al mondo

            Mi piace Non mi piace
  17. Violino - 5 mesi fa

    Chi crede che davvero siano stati spesi 150 milioni in 3 anni, come dice il bilancio, è un luccio . Chi crede che per Rasmussen ci sia un esborso di 7 milioni è un ghiozzo. Fortunatamente qualcuno ha iniziato ad aprire gli occhi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 5 mesi fa

      Stai accusando la società di falso in bilancio.. Invece il dramma è che è tutto vero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iG - 5 mesi fa

        la tesi di VIOLINO e’ molto molto probabile invece ..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Violino - 5 mesi fa

        Quindi ti senti parte del gruppo dei ghiozzi. Pensa, 7 milioni per tal Rasmussen…. quando a giugno offrivano 8 milione per De Paul dell’udinese e Prade’pubblicamente rispose “offerta non idonea”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Barsineee - 5 mesi fa

    spero che dalla riunione di oggi pomeriggio esca fuori una bella decisione: vendere tutti i giocatori, raggiungere la retrocessione quest’anno e l’anno prossimo la seconda consecutiva e consegnare le chiavi al Comune nel 2021 a zero in Lega Pro. Vedremo chi continuerà a tifare Fiorentina allora …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 5 mesi fa

      ovviamente tutti i commenti su Gianni69 cara redazione non li avete passati. Offensivi vero? Certo lui si può permettere di dire che io prendo i soldi dai Della Valle … ma poi quando io rispondo e chiedo di cancellare il commento non vengo passato. Poi scrivo una minchiata qualsiasi e toh … passa il commento. Sapete cara Redazione, screditare chi non la pensa come te è una pratica vecchia quanto il mondo. Esserne complici è altrettanto grave … buona decadenza!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. iG - 5 mesi fa

      Senza DELLAVALLE ritorna la passione in citta’
      Vinceremo la B se necessario o la C! Torneremo grandi.
      BASTA eliminare il male, la peggior proprieta’ mai vista a firenze, e tutto riparte con entusiasmo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Gasgas - 5 mesi fa

      A differenza tua non soffriamo della sindrome della neve di Gubbio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. kk53 - 5 mesi fa

    Vedere giocare la fiorentina ti si stringe lo stomaco,siamo sempre in difetto di fiato, il secondo tempo è sempre una disperazione,in affanno perenne,a questo mettiamoci che abbiamo un nuovo,nuovo non è,allenatore che non ha cambiato nien
    te,anzi se continuiamo così si rischia che ci bruci qualche giovane promettente,
    un Direttore Sportivo che stà lì solo per far quadrare i conti per la proprietà
    venduti i buoni e ricomprati mezze figure o anche peggio,quindi che sperare che
    ci sia qualcuno che si accolli questa società con i DV non si và da nessuna parte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Julinho - 5 mesi fa

    Purtroppo assistiamo all’andazzo tutto Italiano di gestioni delle aziende private e pubbliche ripeto tutto Italiano e assai poco edificante. Alla competenza, capacità, lungimiranza, correttezza amministrativa si sostituiscono incompetenza, secondi fini spesso di ritorno personale, il fidare e contare sugli amici e sugli amici degli amici, prendere e far credere di aver preso semicampioni essendo di fatto solo mezze caciofe, vendere e nel mucchio enorme di milioni di euro ballanti portare a casa una fettina netta anche per i padroni che ti hanno messo lì e alla fine ci mettono il grano.
    Le responsabilità dell’attuale filiera che comanda la Fiorentina sono queste.
    La Proprietà è la prima assoluta responsabile di questo sfacelo. Hanno voluto dimezzare e dimezzare tutto. Risparmio asfissiante è stata la parola d’ordine. Ingaggi, spese di gestione (che però spesso finiscono comunque fuori controllo lo stesso), acquisti (si deve vendere a 100 ma non spendere mai più di 75 per reintegrare in modo tassativo), nessun controllo diretto su chi gestisce e ha in mano le redini del baccellaio e su cosa produce.
    Una proprietà misera, pissera, gretta, senza un lampo di modernità e di progettualità calcistica alcuno, senza reali ambizioni.
    Spocchia, arroganza, permalosità. Nessuno che si sia presentato a chiedere scusa a città e tifosi dopo lo schifo della partita vista contro il Sassuolo che ci ha ridicolizzato e meritato assolutamente di vincere. E così sempre e ogni volta che abbiamo messo in fila figure di merda insopportabili. Si defilano, si nascondono, mandano avanti gli altri. Perfino Antognoni sembra un pesce fuor d’acqua. Uno in una squadra di basket anziché un pietra miliare e capace di una squadra di calcio.
    Non hanno licenziato lo staff dirigenziale responsabile di tutto ciò.
    Ci hanno solo fornito Montella, ottimo allenatore, dopodiché Pioli in modo umanamente ineccepibile ci ha tirato una scoppola mica da ridere e mandato tutti a cagare per l’impossibilità umana di lavorare in modo sereno e proficuo in un ambiente come questo e così ridotto. A mio giudizio non è un allenatore eccelso, non ha colpi di genio, sfrutta e utilizza, forse per paure ancestrali, solo e sempre gli stessi. Ma qui in queste condizioni potrebbe venire chiunque, Guardiola, Ancelotti, Zidane, Mourinho, Kloop la situazione non cambierebbe di molto. Manca la materia prima e la capacità di fare calcio mixando gli irresistibili di un ampio e forte settore giovanile con campioni affermati e gente di livello.
    Quindi la situazione non è per nulla facile da risolvere o da superare. Occorre licenziare subito Corvino. Via e via e via! Meglio ripescare Pino Vitale, tanto per citarne uno ai margini, che tenere uno come Corvino. Via anche Freitas. Poi subito gente capace, che blindi i migliori, inserisca i giovani migliori, colmi le deficienze lampanti in mezzo al campo e davanti (centravanti), e ricominci poi a rialzare in modo intelligente gli ingaggi dei giocatori. Con tre salacche e due noci non si va da nessuna parte. Chiesa non può prendere quanto Mirallas tanto per fare due nomi. Poi in una gestione ferrea: chi vuol venire a Firenze viene alle condizioni dettate dalla Società chi pensa di venire a fare il furbo a a fare casino se ne stia tranquillamente dov’è. Va ridotto al massimo anche le male commistioni con procuratori o gruppi di procuratori/mediatori che alla lunga piazzano di tutto e non portano nulla di buono.
    Quindi, analisi a parte su quanto Corvino abbia speso, occorre guardare anche cosa ha prodotto. Un disastro assoluto, non va mai a giro a vedere i giocatori, si affida sempre a “collaboratori” che se va bene cercano di fare 50 e 50, rischia su scommesse ad alto rischio e non ha più nemmeno la capacità dialettica di cercare di convincere qualcuno delle sue operazioni. Tutte le volte che parla è una pena assoluta.
    Quindi cara Proprietà decidi velocemente: via subito questa pletora capeggiata da Corvino, più presenza di chi di voi assume la presidenza, non si può lasciare le seconde e terze file a gestire sempre da soli i rapporti con tutto il mondo esterno, tifosi compresi, e piano serio di investimenti. Se ciò non rientra nelle vostre corde cercate subito un compratore o dei compratori seri, non chiedete un milione di Euro per una Società che oggi ne vale si o no 90 milioni e vendete prima possibile. Nel positivo della cessione ci sarà anche il sollievo di non vedere più le vostre facce incapaci (calcisticamente) e insopportabili per chiunque.
    Nel mezzo la nostra amata semidistrutta ma sempre e comunque nel profondo dei nostri cuori e parte essenziale di noi stessi:
    Forza Fiorentina!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. user-3713546 - 5 mesi fa

    Corvino è peggio di Attila… dove passa lui non cresce più l’erba… avevano ragione quelli di Bologna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. andrea333 - 5 mesi fa

    Non è facile spendere 150 milioni e non entrare mai in Europa . Ha fatto una grande impresa.Fossi nei Della Valle lo confermerei per vedere se ripete l’impresa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. user-3713546 - 5 mesi fa

    Con Muriel ed i due dell’Empoli Corvino ha speso di più di quanto incassato…ed i soldi incassati, sono tutti per giocatori comprati da Prade.. Marcos Alonso, Kalinic, Vecino, Ilicic, Borja Valero, Tatarusanu, Rebic, ecc

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. user-3713546 - 5 mesi fa

    Su questi 150 milion spesi mancano i 15 di Muriel ed i 20 milioni per Traore e Rasmussen…quindi va aggiornato il conteggio, che sfiora i 200 milioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bob - 5 mesi fa

      E Saponara?v

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-3713546 - 5 mesi fa

    Su questi 150 milion spesi mancano i 15 di Muriel ed i 20 milioni per Traore e Rasmussen…quindi va aggiornato il conteggio, che sfiora i 200 milioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. user-13977091 - 5 mesi fa

    Bravo generale…concordo in pieno!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Il Generale - 5 mesi fa

    Questo è quello che cerco di dire da tempo: i Dv di colpe ne hanno, a partire proprio dal fatto di aver rivoluto colui che negli ultimi anni della sua prima gestione ci aveva ridotto a lottare per la salvezza (ad oggi non siamo molto lontani da quei tempi). Ma questo signore di soldi ne ha spesi. Vendere per ricomprare è oggettivamente normale nel calcio di oggi. Solo la Rube (e nemmeno più di tanto) può permettersi di fare mercato senza grosse uscite. Il problema sta nel reinvestire quei soldi: in 3 anni sono state costruite squadre senza logica, senza qualità, senza confronto tecnico. Ribadisco che il monte ingaggi attuale della Fiorentina di Corvino è simile a quello della prima Fiorentina targata Pradè, a testimonianza che il monte ingaggi, se si sa cosa comprare, è un problema marginale (l’Atalanta per esempio ce l’ha 10 mln inferiore al nostro). Non capisco come facciano i DV, che prima di tutto sono imprenditori, a non capirlo.. o forse gli fa comodo così, e qui iniziano le loro colpe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea333 - 5 mesi fa

      Per i della valle la priorità è che loro non debbano mettere soldi nella Fiorentina. I risultati sportivi sono secondari andranno avanti così finché non trovano da vendere la società al loro prezzo. Corvino riesce a far tornare i conti e questo basta altrimenti è impossibile spiegare la sua riconferma come direttore generale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ivo - 5 mesi fa

        Si è vero, però credo che a nessuno piaccia buttare via i soldi, anche se non sono direttamente i propri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. unial5_10119788 - 5 mesi fa

      Calma e “sangue frigido”. Partiamo da chi da la linea “societaria”. Spendere poco su molti (con ingaggio basso fondamentale!) per trovare, tra i tanti, 1 o 2 galline dalle uova d’oro. [traduzione: cerchiamo solo plusvalenze, possibili, non certe]. Quindi spendo per trovare plusvalenze non per costruire una squadra. Questa è la linea societaria, alla quale corVINO deve dare seguito. Tutto chiaro, tutto semplice. Entrano poi in gioco i giocatori presi in prestito, con o senza diritto di riscatto che sono quelli che aumentano di poco il monte ingaggi che, altrimenti sarebbe miserrimo. Ovviamente, non avendo nessuna idea di squadra siamo al “chi arriva, arriva l’importante è fare numero”. Il comparto “tutte le squadre targate Fiorentina” è quello che va osservato. Quanto costano le “womens”, il settore giovanile, dove si tirano su gente come Zaniolo, Piccini, etc. etc. che poi vengono sbolognati o a saldo o per fine contratto?) Chi porta i soldi è la prima squadra che foraggia le altre attività. Mi sembra logico che se tu togli soldi a chi ha bisogno di averli, non è che fai una lunga strada, prima o poi i nodi vengono al pettine. Eccoci, questo momento è il pettine della Fiorentina. Mi sembra che di vie per uscirne ce ne siano poche. Tagliare i rami poco producenti (chi doveva portare il main sponsor?) per sostituire “Save the children? [altri soldi in entrata]. E’ ovvio che se arrivi 12° il marchio ha poco appeel e quindi ti offrono poco, ma questo è masso in preventivo. Spendo pochissimo e il ritorno di immagine è pochissimo, mi sembra ovvio. Sul settore giovanile vengono investiti tanti soldi, qual’è il ritorno in termini monetari? Mi sembra che si stia giocando al “chiappa no”. Spendo ma poi mi interesse poco quanto frutta l’investimento. Questi punti mi sembrano interessanti per capire che fine faremo. #StadioVuoto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. user - 5 mesi fa

      “Non capisco come facciano i DV, che prima di tutto sono imprenditori, a non capirlo.. o forse gli fa comodo così, e qui iniziano le loro colpe.”

      Le otto righe precedenti potevi anche non scriverle perchè il periodo che ho virgolettato reggeva perfettamente anche da solo.Ogni tentativo di “scagionare” i DV dalle loro responsabilità è,in parte capibile(sempre dettato dalla paura che oltre ci sia il nulla),ma assolutamente inutile perchè è un pò come il detto che tutte le strade portano a Roma.Nel nostro caso portano a Casette d’Ete.Se Corvino che è il grande responsabile dei fallimenti sportivi degli ultimi anni dovrebbe essere licenziato e invece continua a stare dov’è la prima unica e sola responsabilità e di DDV.Punto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. IBBRA - 5 mesi fa

    parlate di risultati sportivi con gente che si ferma a leggere il primo paragrafo. uscite 150, entrate170, saldo più 20. E ora, siccome siamo gente di cultura, citiamo i CSI “del resto mi’mporta ‘ma sega sai, ma fatta bene che non si sa mai, che non si sa mai”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. 1926 - 5 mesi fa

    l’incarnazione fisica del progetto della valle/fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. gianni69 - 5 mesi fa

    Poi ci sono quelle decine di migliaia di euro pagate a coloro che ancora ci dicono 😮 trovatemeli voi meglio dei dv. Costoro in segreto pellegrinaggio a casette d’ete portarono come dote l IBAN per eventuali percentuali sulle future plusvalenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 5 mesi fa

      vedo che continuate ad ignorare i commenti su questo post … che continua ad essere online … interessante. Va bene. Basta capire a che gioco state giocando. Apposto. Inutile che vi ricordi chi è responsabile delle pubblicazioni su un proprio blog vero …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ghigo67 - 5 mesi fa

        Abbi tanta pazienza un si capisce nulla di cosa scrivi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. gianni69 - 5 mesi fa

        O barsine ascoltami. Tutti sanno che non prendi uncentesimo dai dv. Ma sei fiorentino oppure no? Che ti offendi per così poco. Era un modo molto ironico per stuzzicare qualche prodellavalle della prima ora. Mi ricordo che tu sei uno di quelli che li difendono ad oltranza tuttoggi. Redazione se volete bloccare i miei post fate pure. Penso di non avere mai offeso i maniera volgare nessuno. Cmq sempre forza viola

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. violone - 5 mesi fa

    Innanzitutto togliamo la fascia di capitano dedicata ad ASTORI e rimettiamo quella della LEGA perché questi soggetti – e chi li ha portati – non sono degni di ASTORI e ne oscurano la memoria ed il significato. Senza se e senza ma. Scusatemi ma i comportamenti di squadra e società stonano nei fatti con il modello che ci ha lasciato chi c’era un anno fa. ASTORI non si merita questo schifo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni69 - 5 mesi fa

      Bravo. Ben detto. Lui da lassù si rivolta di sicuro a vedere i Compagni che lo onorano con cotanta passio e

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy