Il chiodo fisso di Vlahovic: il ritorno al gol. Nel 2019 ne ha segnati 5

Il chiodo fisso di Vlahovic: il ritorno al gol. Nel 2019 ne ha segnati 5

Vlahovic cercherà di sbloccarsi contro la Spal

di Redazione VN

Continua a lavorare sul campo, cercando di affinare l’intesa con Chiesa, ma soprattutto prova a farsi impermeabile alle voci di mercato. Dusan Vlahovic, il gigante serbo sul quale si sono concentrati gli occhi delle big del calcio italiano, ha un chiodo fisso, il ritorno al gol. Ha chiuso il 2019 con 5 reti tra i professionisti, due doppiette (una in coppa Italia e una in campionato) più il gol all’Inter valso a Montella il suo ultimo punto sulla panchina della Fiorentina (prima del ko con la Roma e del conseguente esonero) ed ora – scrive La Nazione – ha la missione di riaprire i conti quanto prima, magari già domenica al «Franchi» contro la Spal, anche per lanciare messaggi a quello che sta per diventare il suo gemello del gol, Cutrone. La scelta è ricaduta sull’ex Milan perché ritenuto quello che, per caratteristiche, meglio si sposa proprio con Vlahovic, uno che all’occorrenza può agire come seconda punta proprio per la capacità di non dare punti di riferimento in mezzo all’area, muovendosi come una trottola.
MA LA TRATTATIVA PER CUTRONE è IN STAND-BY

Cutrone scalpita, vuole Firenze: le possibili cifre. Ma c’è la clausola della discordia

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Matt - 1 mese fa

    Vlahovic deve fare gol ovviamente ma anche fare gioco, sponde, assist, pressing, subire qualche fallo per fare salire la squadra. Per ora poco di tutto questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tagliagobbi - 1 mese fa

      La sponda per chi la dovrebbe fare che non ha mai nessuno vicino?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bati - 1 mese fa

    Vlahovic, 3 goal in campionato nel girone di andata quasi finito. Ricordo che Batistuta nell’anno della retrocessione 1993, ne fece 16 evidentemente inutili. Ora arriva Cutrone , un goal ogni cinque partite, in soccorso dell’attacco. Siamo a 18 punti dopo 18 partite, ma dalla spensieratezza di certi titoli e articoli sembra che il rischio della B non faccia più paura a nessuno o peggio, che lasci indifferenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy