Guetta scrive: “De Silvestri, il terzino che servirebbe oggi (e sarebbe rimasto)”

Un estratto dell’articolo pubblicato sul Corriere Fiorentino

di Redazione VN

Vi proponiamo un estratto dell’articolo di David Guetta sul Corriere Fiorentino di oggi:

Chissà come se la ride quando legge o ascolta delle implorazioni dei tifosi affinché sulla fascia destra ci sia qualcuno veramente forte. Perché lui quella corsia l’ha percorsa avanti e indietro per tre tormentate stagioni in cui le potenzialità erano sempre ed inevitabilmente superiori al rendimento. Lorenzo De Silvestri, Lollo per gli amici, a Firenze ci stava benissimo e quando se ne andò via non era affatto convinto della scelta di emigrare a Genova.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 3 anni fa

    Quando si arriva a rimpiangere De Silvestri anche i giornalisti sono alla frutta. Magari Maggio e ci metterei anche Piccini potrebbe essere ma De Silvestri……….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Up The Violets - 3 anni fa

    Terzino tanto generoso quanto disastrosamente irruento in fase difensiva e con due piedi da far sembrare Olivera e Biraghi i novelli Breitner e Roberto Carlos. Nonché parte integrante di quella manica di scarti con la quale il “quadrilatero magico” Diegone-Andreino-Gnignigni-Corvino stava per farci finire in B nel 2011/2012. Laurini è molto meglio, perlomeno sa difendere.

    Guetta, te lo dico con affetto, cambia discorso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 anni fa

      Non mi sembra che Pradè sia riuscito a comprare un terzino valido……………. forse ci andrebbe messo anche lui?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paolo - 3 anni fa

    E siamo messi male, ma di molto. Se un giornalista importante come Guetta, arriva a rimpiangere una bravissima persona come De Silvestri, ma scarso assai come calciatore. La sua carriera parla per lui Guetta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Soldato di ventura - 3 anni fa

    Sarebbe corretto rappresentare la realtà in modo giusto.
    Fu Montella a non ritenerlo idoneo al nuovo corso, non mi ricordo se partecipo’ alla famosa notte delle pernici (era comunque molto amico della mela marcia Cerci).
    E’ poi rimasto in proprietà parziale fino al 2015 e nessuno (ne’ Montella ne’ Sousa) si vede che lo ha ritenuto utile per i propri progetti tattici.
    Maggio fu un errore come Osvaldo e Pazzini per tacere di altri del grande Prandelli ed in parte di Corvino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gaetano - 3 anni fa

    Ufo se ne andò di sua volontà. Il cavallone Alonso fu accolto scetticamente, poi diventò un lusso per la Fiorentina. L’unico vero rimpianto, perché fu regalato alla Samp, è Maggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. giovanni da Badalucco - 3 anni fa

    Dopo Firenze è stato a Genova sponda Samp e al Torino combinando solo disastri. Nessuno lo rimpiange e Laurini, pur con i suoi limiti, è sicuramente più affidabile come marcatore. Anche Gaspar è sicuramente più tecnico e qualche cross arriva davanti alla porta avversaria, cosa che De Silvestri….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Freddy - 3 anni fa

    Difronte al nulla che in questo ruolo ci viene propinato da anni persino lui sembra ‘Cafu’.
    Proposito anche a sinistra non è che stiamo meglio.
    Fosse vero che Simeone è stato pagato 15+3 i Della Valle avrebbero già preso il direttore sportivo del Genoa invece di rinnovare Corvino.
    Lo Faso mi pare l’unico capace di qualche numero sarebbe ora vederlo di più.
    Adesso son tutti in linea: La proprietà ‘vivacchia’, Corvino ‘vivacchia’, Pioli ‘vivacchia’ naturalmente i giocatori si adeguano come sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. JIC - 3 anni fa

    de silvestri fa pena,mi tengo laurini e gaspar

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. vecchio briga - 3 anni fa

    Ma per piacere…ridotti a rimpiangere uno scarpone. Bravissimo ragazzo, ma uno scarpone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy