Gomez, chi si rivede

Gomez, chi si rivede

Il tesoro per Gomez si trasformò, di fatto, in una svalutazione enome. Una sort di danno economico

di Redazione VN

La firma su quel contratto importantissimo, il più importante della gestione Della Valle, arrivò il 12 luglio di quattro anni fa, quando Mario Gomez sbarcò alla Fiorentina. L’accordo con il Bayern Monaco – scrive La Nazione – si chiuse sulla base di 21 milioni di euro (15,5 da versare subito al club tedesco, gli altri 5,5 nel 2014), con una cifra altrettanto pesante per il maxi-ingaggio da garantire al giocatore (a salire da 3,5 milioni fino a 5,5 a stagione). Un tesoro, quello messo dalla società viola su e per Mario Gomez, un tesoro finito però in una svalutazione enorme. Una sorta di ’danno economico’ che nei fatti ha finito per intaccare anche le stagioni successive del mercato della Fiorentina, impegnata ad ammortizzare il flop di SuperMario e quindi costretta a concentrarsi su conti e bilanci.

E oggi, contro il Wolfsburg, i viola ritroveranno proprio Gomez. Da avversario. Da ex senza rimpianti, da attaccante che aveva fatto sognare tutti (il giorno della sua presentazione, in piena estate, il ’Franchi’ si riempì di tifosi), a esubero. Pesantissimo sul piano economico, ma (purtroppo) inevitabilmente esubero, in una Fiorentina che doveva ripartire. E cambiare volto.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. LupoAlberto - 3 anni fa

    Rientrammo apposta dal mare per assistere alla presentazione. La cosa migliore (in quel momento non potevo immaginarlo) è rimasta l’interprete, veramente carina. Praticamente l’unica “gioia” portata da quell’aquisto…
    Il che la dice lunga…. l’accoppiata con Rossi è durata poche partite, e il programma di conquista del posto Champions (con conseguente recupero delle spese) fallì… Probabilmente proprio quel flop, fece capire anche ad Andrea che nel calcio investire non è detto che paghi, anzi lo costrinse a coprire pesanti perdite, quando il fratello aveva già annunciato che la Fiorentina doveva autofinanziarsi… le conseguenze le stiamo vedendo adesso… a mio parereprobabilmente la volontà di vendere naque lì, non dalle contestazioni e gli insulti di oggi
    SFV

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sblinda - 3 anni fa

    Rossi Gómez Cuadrado resta, nei fatti, uno dei più grandi rimpianti della storia viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy