Fiorentina, la crisi è continua. Terza sconfitta nelle ultime quattro gare

L’errore di Milenkovic evidenzia il momento difficile dei viola

di Redazione VN
Prandelli

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, all’Udinese è bastato un guizzo isolato per abbattere una fragile Fiorentina in crisi continua. Per i viola terza sconfitta nelle ultime quattro gare, un solo punto all’attivo nelle ultime cinque trasferte. Un bottino troppo scarno anche per l’obiettivo minimo della salvezza. Ieri al Friuli evidente sin dall’inizio il desiderio di entrambe di non correre rischi, sembrava un pareggio scritto, eppure ancora una volta è la squadra gigliata a cedere di colpo sul finale. Sulle fasce c’erano corridori che potevano arrivare spesso al cross e tra centrocampo e trequarti non mancavano giocatori con piedi buoni e idee chiare, non sono serviti. C’è chi le chiama sfide tattiche, scrive il quotidiano, ma è stata semplicemente una brutta partita. Raramente si è vista una manovra fluida o un movimento senza palla, e mercoledì arriva la Roma al Franchi…

G. Galli accusa: “Quattro mercati sbagliati, serve resettare tutto” 

GERMOGLI PH:
10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Eziogòl - 1 mese fa

    Finchè a presiedere la Fiorentina ci saranno Commisso o dellavalle la crisi sarà continua

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. baggio - 1 mese fa

    i suonatori ci sono.Se steccano é perché il maestro dirige malamente.Il mister ha un vecchio concetto del calcio: dispone la squadra non per vincere, ma per non perdere!!! Cosi facendo influenza in modo determinante la psiche dei calciatori che entrano in campo timorosi di non farcela.Infatti, per paura di sbagliare, difficilmente verticalizzano i passaggi, passano la palla al compagno piu vicino( mai di prima). Per portare la palla avanti impiegano una eternità. La nostra prima punta non viene supportata come dovrebbe, sempre isolata. Si spompa nel contendere la palla in attesa di compagni che non avanzano. Infine non c’è senso di sacrificio, non c’è FAME. Pero’ , SFV,

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pino.guastell_9534945 - 1 mese fa

    Bisogna cacciare Prandelli. Solo così la Fiorentina si salverà. È arrogante e presuntuoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. alex.65 - 1 mese fa

    io mi chiedo perché insistere con Prandelli quando è ormai evidente che non è in grado di gestire questa squadra?
    Da quando c’è lui la Fiorentina ha sempre giocato male; ogni partita è stata giocata senza grinta e senza un briciolo di gioco.
    I portieri avversari sono spesso spettatori non paganti.
    Ha una media punti imbarazzante, e continua a fare esperimenti inserendo Esseryc al posto di Ambrabat con i risultati che abbiamo visto ieri.
    Alla fine delle partite va in conferenza stampa e afferma sempre che la prestazione c’è stata!!!!!!!
    Ma di quale prestazione parla?
    Ma che partite vede?

    Abbiamo ancora Iachini sotto contratto, perché non riprendere lui?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. purplerain - 1 mese fa

      Non credere che con Iachini la situazione si capovolgerebbe, ormai la stagione la dobbiamo finire con Prandelli.
      La colpa comunque va incanalata anche su chi, a Gennaio, ha comprato un giocatore non pronto.
      Questa squadra aveva carenze in attacco, le ha tutt’oggi ed è un problema che ci porteremo fino alla fine di questa bellissima stagione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. alex.65 - 1 mese fa

        Sono d’accordissimo sul fatto che il DS abbia portato a Gennaio due giocatori impresentabili che non rispondono minimamente alle vere carenze della squadra, e spero che Commisso lo mandi via a fine anno.
        Ma è altrettanto vero che la squadra gioca da fare schifo, e la rosa della Fiorentina non è certo inferiore a quella dell’Udinese, del Sassuolo, del Verona, del Genoa, del Bologna, della Sampdoria, per non parlare di Spezia e Benevento.
        Nella mancanza di gioco e di risultati della squadra c’è la mano di Prandelli.
        Ricordiamoci cosa fece due anni fa al Genoa, si salvo all’ultima giornata grazie al biscottone con la Fiorentina….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. violaebasta - 1 mese fa

    “Terza sconfitta nelle ultime quattro gare”
    Come diceva il buon Corrado:” E non finisce qui”
    Con molta probabilità la partita con la Roma di mercoledì finirà con un’altra sconfitta per l’armata Brancaleone e allora si che saranno guai, guai grossi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vb - 1 mese fa

      Nella serie A attuale retrocedere è praticamente impossibile. Anche se Torino e Cagliari dovessero risalire (cosa possibile), Benevento e Spezia alla fine arriverebbero dietro alla Fiorentina. I grossi guai non riguardano la classifica, ma purtroppo la programmazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BlandoTifoso - 1 mese fa

    Apparte che Ribery non era ancora in condizione è stato più un danno che un vantaggio, ma formazione rinunciataria modificata in corsa per un pareggino e come sempre quando giochi per il pareggio te lo prendi….

    Almeno quando ha tolto Ribery poteva spostare al suo posto Eysseric, li in mezzo al campo era un pesce fuor d’acqua… poi togli castrovilli? non avra fatto faville ma è uno dei pochi che può inventare qualcosa… Insomma, tutti pessimi eccetto Quarta che da solo ha tenuto impiedi la barca.. ma Prandelli mi ha deluso più di tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. purplerain - 1 mese fa

      Concordo e aggiungerei un paio di cose.
      1) Amrabat fuori è stato un suicidio tattico, chi invocava la panchina punitiva adesso è stato accontentato.
      2) Ribery dalla panca avrebbe potuto fare 30 minuti a pieno regime, invece già alla fine del primo tempo era in apnea, fino alla sostituzione abbiamo giocato in 10
      3) Oggi abbiamo visto quanto la panchina sia dannatamente corta e quanto avremmo avuto bisogno di un attaccante pronto, invece è dovuto entrare Kokorin con una forma fisica al limite dell’imbarazzante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy