Fiorentina-Juventus, Montella sa come si fa

Fiorentina-Juventus, Montella sa come si fa

Tutti i precedenti dell’Aeroplanino, che cerca la svolta

di Redazione VN

I ricordi dei tifosi fiorentini, se sollecitati su Montella e su una gara come Fiorentina-Juventus, non possono che portare a quell’indimenticabile 4-2. Ma il passato è passato, e la vittoria manca dal 2017, quando Kalinic e Badelj premiarono Paulo Sousa: c’è bisogno di sfruttare quell’imprevedibilità che presuppone una partita del genere, cui tra l’altro Commisso assisterà ancora una volta dagli spalti, ricorda La Repubblica. Proprio Montella contro i bianconeri si gioca molto: vietato sbagliare approccio, d’altra parte già nella sfida dello scorso campionato a Torino la Signora fu messa in difficoltà dall’unica Fiorentina convincente del Montella-bis. E poi ancora, la magica serata di Salah allo Stadium nel 2015, oppure la vittoria della Supercoppa Italiana da allenatore del Milan, proprio contro i bianconeri. Questa volta, per la prima volta, ci sono Chiesa e Ribery (pronto alla sfida contro Ronaldo, LEGGI) dal primo minuto. Montella vuol ritrovare brillantezza, punti e quella scintilla che possa ribaltare l’inizio opaco di questa stagione. Ci vorrà il migliore Aeroplanino, perché una partita così può decidere una stagione.

Fiorentina, primo giorno di lavoro in gruppo per Pedro

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Valdemaro - 1 mese fa

    Rosa fatta male e ij ritardo di condizione.
    Allenatore che si è scordato di come di fa a vincere le partite ormai da svariati mesi.
    Sabato ci vorrà il pallottoliere.
    Poche illusioni. I gobbacci sono cinque spanne sopra di noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabio - 1 mese fa

    Buongiorno, ragazzi ma è inutile stare qui a criticare questo o quello, purtroppo non ci dobbiamo dimenticare la passata stagione .
    e ora ne paghi le conseguenze con un calendario che era prevedibile che fosse cosi dato la classifica.
    montella si, montella no,si forse era meglio cambiarlo, forse a quello nuovo gli veniva perdonato,non lo so , però una cosa la so, che bisogna sostenere sia la squadra che il mister.perche in caso contrario saremo ad ogni partita persa a cambiare allenatore.Questa stagione se riusciamo a raggiungere il 6 posto è gia tanto.
    saluti
    saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ottone - 1 mese fa

    Torno a ripetere che siamo messi male. Proprio perché il calendario era da incubo il “genio” di turno (Pradé) doveva spendere DI PIU’ E MEGLIO il badget societario, e non di meno !!! Ora siamo sul filo del rasoio: o si fanno punti con Juve, Atalanta, Samp e Milan (almeno 4) oppure questa annata sarà PEGGIORE di quella passata. Perché poi l’ansia da risultato rovinerà tutto. Il 4-2 da incorniciare (Ottobre 2013) purtroppo non fa testo. Andatevi a rileggere la nostra formazione e confrontatela con quella di oggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio - 1 mese fa

      non centra nulla la formazione, quella partita l’hai vinta perche la sbagliò la juve, se ben ti ricordi la juve sbaglio il terzo gol con marchisio,poi la presunzione di averti distrutto la pagarono cara.
      saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy