Serve un bomber per l’Europa. Obiettivi ridimensionati senza un attaccante da 20 reti

Serve un bomber per l’Europa. Obiettivi ridimensionati senza un attaccante da 20 reti

Stadio fa un’attenta analisi del mercato viola

di Redazione VN

Il Corriere dello Sport si sofferma sui movimenti in entrata della Fiorentina. Daniele Pradè ha dichiarato che il mercato viola è in frenata dopo il colpo Bonaventura, e nonostante questa rosa sia già più forte della passata Fiorentina (anche grazie al’affare Amrabat), il club di Commisso è ancora distante dalle squadre in lotta per un piazzamento europeo. Ad ora l’obiettivo è quello di posizionarsi nella parte sinistra della classifica. Dal mercato manca un attaccante da 18-20 reti a stagione, almeno il doppio di quelle fatte dal capocannoniere viola (Chiesa) nell’ultima stagione. Gli altri giovani attaccanti nella rosa dei gigliati non garantiscono un alto numero di realizzazioni, sono maggiormente scommesse. Senza un centravanti di livello, sarà difficile che l’obiettivo della Fiorentina si trasformi magicamente da buon piazzamento ad un posto in Europa.
TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIOMERCATO DELLA FIORENTINA

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Italo - 1 settimana fa

    Pradè andava licenziato insieme a Montella.
    Due persone senza palle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lallero - 1 settimana fa

    Se non prende Torreira non voglio più vedere Prade. Ma non si potrebbe prendere Sartori dall’Atslanta? Il ds è una figura importante…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Lallero - 1 settimana fa

    Ancora con la punta… è assurdo. Prade e’ in confusione. Ora deve prendere Torreira per fare gioco d perché gli manca quel giocatore li. Le punte ce l’ha e ha anche (o ancora) chiesa. Se tieni Cutrone e chiesa – per tutta una serie di motivi / non puoi prendere la punta perché oltretutto non ti serve. La cosa da fare sarebbe prendere ora Torreira e poi se vendi chiesa alla Juve ti fai dare Pellegrini e soldi e dai Cutrone al Napoli e soldi e provi con forza a prendere Milik. O qualche cosa del genere, ma queste cose le puoi fare solo dopo aver capito cosa cazzo si deve fare con il bamboccio che non parla mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 1 settimana fa

      Pradè un è in confusione:semplicemente più in là un c’arriva.E gli è andata bene di nulla che come presidente ci sia Rocco che un licenzierebbe nemmeno un cuoco che cucinasse con lo zucchero al posto del sale!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Niko74 - 1 settimana fa

    Ancora con questo obiettivo da falliti. Con questa mentalità, che si riflette di conseguenza nel mercato, si è già in lotta per la salvezza. In serie “A”, o vinci lo scudetto, o lotti per la qualificazione nelle coppe, oppure lotti per la salvezza . Il resto è fallimento, frutto di una mentalità perdente e di una cattiva programmazione. Per assurdo una squadra che lotta per non retrocedere vince il suo campionato. Chi lotta per stare nella terra di nessuno è un fallito. Punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 1 settimana fa

      “Il secondo è il primo dei perdenti”!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TintaUnita - 1 settimana fa

        E intanto De Coubertin si rivolta nella tomba.
        Ah … dimenticavo … il calcio non è uno sport.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy