Fiorentina a Udine a porte chiuse: in scena uno spettacolo muto

Fiorentina a Udine a porte chiuse: in scena uno spettacolo muto

I viola di Iachini recupereranno alle 18 la gara prevista per domenica scorsa alla Dacia Arena

di Redazione VN

Lo sport è appeso a un filo e anche la serie A dondola nella sua bolla a porte chiuse: zero contatti con l’esterno e stadi muti, chissà quanto durerà il calcio asettico e soprattutto come finirà questa prova di sopravvivenza. Se lo chiede anche la Fiorentina che oggi a Udine rigiocherà la partita rinviata otto giorni fa per il dietrofront improvviso della Lega, quando mancavano meno di 6 ore all’inizio del match e nella Stanza dei Bottoni fu deciso di rinviare tutto per impedire che Juve-Inter si giocasse a porte chiuse. E ora rieccoci qui, scrive La Nazione: non solo Juve-Inter, ma anche tutto il resto chiuso a chiave. Cose mai viste, ma del resto chi aveva mai incrociato il coronavirus? Molte le incognite e quasi tutte extracalcistiche, essendo questa sottospecie di spettacolo muto un rebus per tutti: come reagiranno i giocatori? Quale capacità di concentrazione avranno in ambienti asettici senza partecipazione del pubblico?

Lirola/1: “Iachini mi ha chiesto di diventare più ignorante. Con lui siamo più brillanti”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy