Ferrara scrive: “Pjaca, Gerson & co., quei ragazzi in prestito in cerca di riscatto”

Ferrara scrive: “Pjaca, Gerson & co., quei ragazzi in prestito in cerca di riscatto”

Oggi alle 20 chiude il mercato. La Fiorentina cerca un portiere di riserva, e anche di sistemare i molti esuberi che continuano a pensare sul bilancio

di Redazione VN

Oggi alle 20 chiude il mercato. La Fiorentina cerca un portiere di riserva, e anche di sistemare i molti esuberi che continuano a pensare sul bilancio e a occupare gli armadietti dello spogliatoio. Non è stato un mercato brillante, ma abbiamo visto di peggio, come al primo anno di Sinisa detto persciò persciò. In realtà gli uomini di Diego, Andrea e Mario hanno agito secondo le loro regole, ma mai come questa volta hanno puntato sui prestiti, cosa molto in voga in giro, secondo le varie formule in circolazione. Che poi in molti casi significa solo posticipare il pagamento di un anno, quando magari entreranno soldi in cassa per qualche cessione eccellente. Ma la Fiorentina si è offerta in giro anche per rilanciare giocatori desiderosi di rivincita personale. (…)

Come Gerson, una operazione (in prestito secco) che di fatto dovrebbe aiutare il giocatore a ritrovare le sicurezze perdute, la Roma a ritrovare un patrimonio (fu pagato 18 milioni di euro) e la Fiorentina a sfangare la stagione. Ma Pioli è felice comunque, perché Gerson è uno di quelli che se viene fuori ti può cambiare la vita. E al tecnico le formule interessano il giusto. Lui aveva chiesto Pjaca sapendo benissimo che i suoi amici dirigenti avrebbero dovuto fare salti mortali per avere il giocatore senza fare la figura della società satellite, cosa che avrebbe indispettito buona parte del tifo. Certi giocatori questa Fiorentina se li può permettere solo a determinate condizioni, e così ecco un ex gioiellino che ha tutta l’intenzione di tornare tale.

Poi c’è Mirallas, altro prestito, altro giocatore da rilanciare. In questo caso non si tratta di un giovane (il belga ha 31 anni) ma di un giocatore che l’Everton doveva piazzare, dopo il prestito poco fruttuoso fatto all’Olympiakos. Anche lui ha voglia di tornare a farsi vedere, e partendo dalla panchina magari ci riuscirà. Infine Edimilson, arrivato in prestito (claro) nell’affare Sanchez. Tra il 2017 e il 2018 il centrocampista è stato fermo per infortunio quasi 140 giorni. Anche lui spera in un rilancio a Firenze dopo un periodo poco felice. (…)

L’ARTICOLO INTEGRALE DI BENEDETTO FERRARA IN EDICOLA SU LA REPUBBLICA

Violanews consiglia

Ultimo giorno di mercato, la Fiorentina tiene le antenne dritte in due direzioni

Eysseric e gli altri: Corvino vende all’estero. Esuberi, il risparmio sul monte ingaggi…

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. unial5_518 - 2 anni fa

    Intanto sul bilancio di dicembre tra qualche più, metti un bel meno (accantonamento per un improbabile acquisto), che se poi lo restituisci a giugno, rimane comunque fino a dicembre del prossimo anno. Ecco quindi che a giugno prossimo si dovrà chiudere il buco di bilancio sancito a dicembre. Ricomincia un nuovo ciclo che per noi significa Cristoforo, Maxi Olivera, e compagnia cantando. Spesa stratosferica a fronte di ottime entrate di euro. a mia speranza che la squadra così composta che ha un certo valore, venga ceduta entra i primi mesi de nuovo anno, quando sarà chiaro che lo stadio non si farà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lollo26 - 2 anni fa

    Mercato per me più che sufficiente,peccato siano tutti in prestito.
    Bene corvino a questo giro che ha fatto quel che poteva con il budget a disposizione.
    Società come sempre rivedibile, monte ingaggi non alzato, metà giocatori in prestito secco o con recumpera.
    Vivi oggi, non pensare al domani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy