Ferrara scrive: “Chiesa, le mosse Juventus e quel tabù dimenticato”

Ferrara scrive: “Chiesa, le mosse Juventus e quel tabù dimenticato”

Prima Fiorentina e bianconeri erano rivali anche sul mercato, ora tutto è cambiato e anche Marotta ci prova per il numero 25 viola

di Redazione VN

C’era una volta un duello a distanza tra Fiorentina e Juventus, tra Davide il bello e Golia il ricco, i rivoluzionari contro il potere costituito. Nel ‘90 Firenze si scatenò in piazza per la cessione di Roberto Baggio. Cuori feriti, rabbia. Il conte Pontello vendette la Fiorentina, e il calcio ha continuato il suo corso e la sua storia. Se Firenze e la Juve erano già nemiche dopo il “meglio secondi che ladri” di quasi dieci anni prima, adesso lo erano di più. Ma il tempo ha trasformato tutto, calcio compreso. I bilanci sono il primo traguardo, il tifoso ragioniere non guarda il colore dei soldi, e le società tanto meno. (…) E quando Corvino vendette Felipe Melo alla Juventus la città arrivò ad applaudire il pacco tirato ai nemici bianconeri: 20 milioni a Firenze più il cartellino di Marchionni. (…) Però mandare i giocatori alla Juve restava un tabù, tanto che quando la Juventus insisteva per Cuadrado si trovò il modo di inventare un rinterzo Firenze-Londra-Torino e quindi di evitare possibili strascichi polemici.

Va detto che i Della Valle dei tempi d’oro avevano principi rigidi sul mercato. Il primo era: quelli bravi non si cedono alle concorrenti italiane. E così Toni fu mandato al Bayern un anno dopo le insistenze dell’Inter e fu convinto a restare un anno in più a Firenze per dare una mano alla squadra. L’orgoglio è orgoglio. Era, cioè. Adesso contano quasi solo i soldi. Quindi è arrivato il tempo per distruggere il tabù: Bernardeschi addio. Un anno fa così andò, nessuno disse nulla, tutta colpa del giocatore traditore (un classico, ma non questa semplificazione non sempre regge) entrarono in cassa un bel po’ di soldi e tutti vissero felici e contenti. È business baby, che ci vuoi fare? E allora nessuno si scompone se il nome della Juventus spunta accanto a quello di Chiesa. Si parla di Pjaca, Mandragora e tanti soldi. E anche del fatto che i due potrebbero arrivare subito e Chiesa partire tra un anno. (…)

L’ARTICOLO COMPLETO DI BENEDETTO FERRARA IN EDICOLA CON LA REPUBBLICA

Violanews consiglia

Obiettivo Pjaca, tra Marotta e Corvino è iniziata la partita a scacchi

Bucchioni: “Pjaca legato a Chiesa e c’è anche Mandragora. El Shaarawy? Mai visto nessuno tagliarsi ingaggio per la Fiorentina”

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. folder - 2 anni fa

    Purtroppo, per come è ridotta la Fiorentina oggi ( Supermercato vendita calciatori),le possibilità di tenere Chiesa si assottigliano sempre più.Mi chiedo se la Fiorentina avesse avuto ancora Batistuta,Rui Costa;Toldo;Firicano ed altri :se Chiesa può rimanere solo un altro anno,quelli quanto sarebbero rimasti a Firenze?Credo che con la proprietà attuale il tempo di permanenza dei succitati avrebbe raggiunto,a malapena,i 10 minuti e poi si sarebbero incassati centinaia di milioni di €. reinvestendone 5 o 6.Quanto al fatto di poter vendere i nostri alla Juventus : dipende tutto dal livello di sudditanza della nostra società ai bianconeri.Essendo passati dal rango di
    Libero Comune a quello di Valvassini è naturale , quando il feudatario di turno schiocca le dita , genuflettersi e rimettersi,in toto,alle decisioni altrui!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Zinigata - 2 anni fa

    Bernardeschi non è mai entrato nei cuori dei tifosi Viola.

    Se vendessero Chiesa invece mi girerebbe di morto il clacson…Non paragoniamo il “mangiare” con lo “star a guardare”, per favore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. massimo_383 - 2 anni fa

    Il tifoso ragioniere non esiste. Esiste però una società senza pudori, che alleva in casa i giovani poi li lancia e li vende anche alle avversarie storiche. Così fanno le squadre di provincia, come Udinese, Atalanta e ora Fiorentina.
    Come si può amare una simile società, la Fiorentina torni in mani degne!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. cesarecp - 2 anni fa

      il passaggio da “tutto è perduto fuorche l’ onore” a “nitente è perduto basta che paghino”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy