Ferrara: “A Napoli un umiliante vuoto cosmico, ma se cerchiamo un responsabile…”

“Ricordiamoci che una squadra di calcio è figlia della società, che a sua volta è stata messa insieme dalla proprietà”, scrive il noto giornalista fiorentino

di Redazione VN
ferrara-benedetto

Di seguito un estratto dell’articolo di Benedetto Ferrara dalle pagine sportive di Repubblica Firenze in edicola oggi: “Tornare sull’umiliazione di Napoli è un esercizio fastidioso, perché commentare il vuoto cosmico rischia di diventare un esercizio di pura filosofia. Formazione suicida, spirito di squadra quasi nullo e momenti di comicità involontaria (Insigne che oltrepassa quattro giocatori votati al distanziamento sociale) che non hanno alcuna spiegazione logica e oltrepassano i confini della realtà. Chi veste quella maglia, al di là di ogni retorica, rappresenta tutti quelli che per lei soffrono, spendono, esultano o piangono. Quindi i protagonisti di una tale umiliazione possono solo chinare il capo, chiedere scusa e mettersi subito al lavoro per cancellare (non sarà facile) una domenica di apatica follia. Ma se cerchiamo un responsabile ricordiamoci che una squadra di calcio è figlia della società, che a sua volta è stata messa insieme dalla proprietà, il che significa che ognuno deve riflettere molto bene sull’accaduto e trovare subito la strada per uscire da questa situazione scoraggiante”.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Assoluto - 3 mesi fa

    Rocco ha una patata bollente non da poco. Siccome non credo che sia venuto a Firenze per amore di questa maglia (se non erro aveva tentato di comprare altro), il fatto di non poter fare business lo porterà a lasciare il tutto. Cose se ne fa di una squadra tutta da ricostruire così come la società se non può fare gli affari? Ricordiamoci che è un imprenditore il quale (come altri) pensava che acquistando una squadra di calcio potesse fare come il Re Mida. Altri ci hanno già battuto la testa, per cui farà come Pallotta con la differenza che un eventuale, molto eventuale acquirente non potrà fare un ragionamento imprenditoriale per cui non troverà nessuno o i soliti portatori di cordate evanescenti che cercano un attimo di visibilità.
    Concludendo, auguri a Rocco, ma soprattutto auguri a noi tifosi che saremo costretti a “VIVACCHIARE” come ci hanno già detto altri e ci diranno ancora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gummarith - 3 mesi fa

    Si tutto vero, ma in campo ci vanno i giocatori e se invece che al pallone pensi ad altro fai figuraccie sempre e comunque

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Chianti - 3 mesi fa

    E’ chiaro che il responsabile principale è Rocco che non ha ancora dotato la Fiorentina di una struttura societaria e una struttura di scouting degna di un team professionistico e che vuole mettere bocca su scelte che non competono a lui ma al comparto tecnico. Se capisce questo per me si riazzera tutto e la fiducia in lui rimane intatta, come se fosse arrivato ieri. Se vuole continuare su questa strada e cioè disorganizzione societaria e lui che mette parola su cose di cui non si dovrebbe occupare (tipo la scelta dell’allenatore) per me se ne può andare domani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ghibellino viola - 3 mesi fa

    Strano. Non ha detto che la colpa è dei Della Valle

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fierin_3299913 - 3 mesi fa

    Parole da incidere nella pietra, che qualcuno troverà il modo di criticare farneticando su Prandelli, Montella, eccetera eccetera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy