Europa, guai a chi resta indietro. Ma la Fiorentina ha un pessimo cliente e in difesa è emergenza

Europa, guai a chi resta indietro. Ma la Fiorentina ha un pessimo cliente e in difesa è emergenza

La Fiorentina vuole restare nel treno per l’Europea, ma il Napoli ha tanta qualità e, come se non bastasse, le defezioni non mancano in casa viola

di Redazione VN

Fiorentina, missione coraggio“. Titola così La Nazione in riferimento alla partita di oggi pomeriggio contro il Napoli. Riportiamo una parte dell’articolo di Angelo Giorgetti:

Ritmi alti nel corteo delle possibili emigranti in Europa League, guai a chi resta indietro, e la Fiorentina stasera ha un pessimo cliente da gestire in uno sprint lungo 90 minuti: fibre muscolari lunghe e qualità alta, nessun gioco al risparmio contro una squadra che arriva a Firenze avendo solo la Juve davanti in classifica. Fiorentina predisposta a innescare l’alta qualità del suo attacco, eppure mai come questa volta Pioli dovrà organizzare un assetto che rispetti l’equilibrio per non lasciare la difesa esposta alle raffiche di Napoli: alla squalifica di Milenkovic si aggiungono infatti i dubbi legati a Vitor Hugo (la speranza è quella di portarlo in panchina dopo il provino di stamani) e alle condizioni di Laurini. Scontata quindi l’occasione per Ceccherini, che fin qui ha giocato solo 242 minuti in 6 presenze, riuscendo però sempre a cavarsela dignitosamente. Se poi anche Laurini fosse out – ipotesi da non scartare – Ceccherini scivolerebbe a destra per lasciare il posto ad Hancko accanto a Pezzella. Reparto davvero tutto da valutare, una prima assoluta contro una delle squadre che ha il miglior potenziale in attacco. Dall’altra parte, infatti, tanta classe: il Napoli potrebbe partire con il tridente leggero (Callejon-Mertens-Insigne), oppure dare spazio subito a Milik al posto del belga. Cambierebbero i problemi in difesa per la Fiorentina, ma sempre in un contesto alto di difficoltà.

vnconsiglia1-e1510555251366

Pioli: “Napoli motivato, non abbiamo rivisto la vittoria dell’anno scorso” E dedica un pensiero a Emiliano Sala

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ottone - 5 mesi fa

    Oggi è una di quelle classiche partite dove “ci sta” perdere e dunque via libera per i parac…sti.
    Il problema però si ripresenta intatto al prossimo turno e consiste in ciò: ci mancano 5 punti per dire qualcosa di decente. Ce li vogliamo andare a prendere infilando una serie di vittorie o no? Atalanta o non Atalanta, Inter o non Inter…Perché se no si chiude bottega e arrivederci ai prossimi sogni di gloria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy