Dragowski vola e protegge la porta viola. I segreti della crescita del polacco

Dragowski vola e protegge la porta viola. I segreti della crescita del polacco

L’approfondimento

di Redazione VN

Le diciassette parate contro l’Atalanta nella scorsa stagione sono ancora nella memoria di tutti: Bartlomiej Dragowski ha fatto un passo indietro per prendere la rincorsa dopo mesi e mesi di panchina, e ora la Fiorentina si affida a lui per proteggere la propria rete. In estate il Bournemouth era pronto a fare un robusto investimento per il portiere polacco, 15 milioni, ma a Firenze lo hanno valutato e hanno deciso di puntare su di lui, evidentemente a ragione. Eppure non mancavano gli scettici, specie dopo qualche imprecisione nel precampionato. Adesso Drago è il portiere che ha subito meno gol nella parte destra della classifica e vanta un ottimo 40% di rigori parati (primato condiviso con Donnarumma). Il segreto? Il Corriere Fiorentino dice l’ambiente di lavoro, sano e di ottimo livello, con il preparatore Alejandro Rosalen Lopez e il secondo Pietro Terracciano che lavorano uniti per consentire a Bart di migliorare. Insomma, c’è davvero un bel rapporto tra i pali viola. Il sogno, la porta della Polonia, difesa al momento da Szczesny…

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BART - 1 mese fa

    nella speciale classifica delle migliori parate è primo con 20 punti…e se Pulgar non deviava il tiro di Rebic…chissà se non l’avesse parato perchè era sulla tratiettoria…grande Bart…mio omonimo..sfv da Bari

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy