Domani l’assemblea di Lega, è scontro tra società e tv: il punto

Le tv non salderanno la sesta rata, l’ultima che devono ai club

di Redazione VN
diritti tv serie A

Oltre al tema della ripresa, l’assemblea di Lega di domani – scrive La Gazzetta dello Sport – affronterà la questione diritti tv. Le parti ormai sono ferme sulle rispettive posizioni: le tv (e Sky lo ha confermato in una lettera inviata agli uffici di club e Lega venerdì sera, e ora riletta dai destinatari come una sorta di “ricatto”) non salderanno la sesta rata, l’ultima che devono ai club. Anche la posizione delle società è stata messa nero su bianco, e da lì non tornerà indietro: 19 su 20 hanno inviato fatturazione agli stessi broadcaster. I contratti in essere tutelano la posizione dei club. E se il campionato davvero riuscirà a ripartire sarà un altro prezioso alleato per le società. Ma ancora prima di riscendere in campo, qui si accenderà lo scontro: già domani i club potranno votare l’atteggiamento da tenere nei confronti dei licenziatari: ora la maggioranza è decisamente più severa e spinge per portare le tv in tribunale e avviare battaglia legale.

Ripartenza campionato, avanti piano: protocolli da rifare

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy