Di Carmine: “Sousa come un padre, mi portava anche a cena fuori…”

Di Carmine: “Sousa come un padre, mi portava anche a cena fuori…”

Samuel Di Carmine (28) ha parlato attraverso l’edizione umbra de La Nazione. Ecco che cosa ha detto

di Redazione VN

Attualmente tra le file del Perugia, Samuel Di Carmine (28) ha parlato attraverso l’edizione umbra de La Nazione. Riportiamo di seguito le sue parole.

Il nuovo contratto? Sono contento, la mia famiglia si trova benissimo qui. Abitiamo a San Marco, abbiamo creato una bella situazione con mia moglie e i mie due bambini. La cosa più importante, per me, è che siano felici loro”.

Così invece sul suo passato con Sousa: “Ero uscito dalla Primavera della Fiorentina, avevo esordito in campionato e in Uefa, segnando anche un gol. Quando arrivai al Queens Park Rangers c’erano grandi aspettative, ma per me fu l’inizio non fu facile, non riuscivo ad ambientarmi. Poi subentrò Paulo Sosa, con lui giocavo sempre, mi trattava proprio come figlio, mi allenava, mi portava a cena fuori. L’anno dopo voleva portarmi allo Swansea. Però se non facevo gol, facevano fatica a portarmi via con loro. Lo sentivo spesso fino ad un anno fa. Anche Mihajlovic, quando allenava la Fiorentina, mi considerava un attaccante forte, ma nel mio ruolo contano gol”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy