Della Valle e Firenze: ultimo strappo o rilancio? Sullo sfondo c’è il Qatar

Montella, stadio, rilancio, cessione: l’analisi di Repubblica sul rapporto tra i Della Valle e Firenze, da sempre complicato

di Redazione VN

L’addio di Pioli, scrive Giuseppe Calabrese su Repubblica, “ha lasciato nudo il re. E tutti i suoi cortigiani”.

La svolta, il rilancio è rappresentato dall’idea di riportare Vincenzo Montella sulla panchina viola: il ritorno ad un passato migliore, per chi in questi anni è stato supportato, sopportato ma mai veramente amato. Dal punto di vista dei Della Valle, i soldi sono stati messi e Firenze (intesa come imprenditoria) ha sempre snobbato la Fiorentina e anche la politica non è mai stata del tutto dalla loro parte. Un bacino di voti, e di opportunità di lavoro legate al nuovo stadio nonostante il progetto-Cittadella non sia mai decollato. Domenici, Renzi, Nardella hanno sempre cercato di assecondarli, ma non è mai scattata la scintilla.

Da tempo i Della Valle meditano di vendere ma aspettano di avere in mano l’ok definitivo per il nuovo stadio. Un affare immobiliare prima che una necessità sportiva, un asset. Già un anno fa alcuni intermediari fiorentini avrebbero provato a coinvolgere il Qatar, ma non c’era interesse. Oggi, però, le condizioni potrebbero essere cambiate e alcuni intermediari fiorentini ci starebbero riprovando. “L’ennesimo rilancio, un nuovo ciclo, la tentazione dell’addio”. Tutto in pochi mesi, come quando sono arrivati.

vnconsiglia1-e1510555251366

Col cambio dell’allenatore in corsa la Fiorentina ha vinto ben 4 Coppa Italia (e non solo…)

Il saluto tra Pioli e la squadra: addio toccante in ricordo del Capitano

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. MAU - 2 anni fa

    Ma il problema è trovare un altra società; ma non vedete che nessuno investe nel calcio, solo pochi illusi e NON VINCERANNO mai niente! Il Milan è del fondo Elliott, hanno messo Scaroni presidente che lo è stato anche dell’ENI, della SNAM, di LEONARDO, forse anche dell’ENPA (Protezione Animali) ma ditemi voi che c’entra con il calcio. Non è rassegnazione, ma bisogna capire che i tempi sono cambiati, NON C’E’ più il Cecchi Gori che saliva in balautstra e poi anche li…ma quante gliene sono state dette, avete la memoria corta??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Violino - 2 anni fa

    Dellavallevattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ziomario - 2 anni fa

    Per rispondere a questa domanda basta aspettare il termine ultimo per la presentazione del progetto dello stadio. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gianluca - 2 anni fa

    Ancora con la bufala del Qatar o di qualche sceicco ? Cosa verrebbe a fare uno sceicco o chi per lui in una società che fattura 90 mln ? A vivacchiare per poi essere contestato dopo due anni perché non compra e non spende ma sarà costretto anche lui a vivere sulle plusvalenze ? O forse c’è ancora qualcuno che crede alla storiella “Ho il babbo ricco in casa e quindi si deve spendere” ? Poveri rincitrulliti…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 2 anni fa

      Quando lo sceicco comprò il Manchester City il fatturato era meno di quanto fatturi la squadra viola.Eppure l’hanno comprato.Stesso dicasi per il PSG.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Violino - 2 anni fa

      Dove hai letto il dato dei 90 milioni di fatturato? Su Topolino? L’ultimo bilancio ha ricavi per 184 milioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 2 anni fa

        Ecco il fenomeno. Topolino ? Vai su Calcio&Finanza e informati un po’, così non fai certe figure. Ci sono i fatturati base, quelli dati dai diritti tv, incassi botteghino, sponsor, merchandising, sui quali si basa una società. Poi ci sono le plusvalenze da aggiungere, ma queste non sono fisse ogni anno, infatti non sono contabilizzate nei fatturati che Calcio&Finanza fa di ogni squadra. Adesso torna a leggere topolino…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gasgas - 2 anni fa

    Purtroppo ai DV non c’è alternativa, chi vuoi che investa in questo paese morto e sepolto? Al tempo stesso è inutile parlare di rilancio dopo il cambio di un allenatore se a gestire la società sono i soliti noti. Rilancio lo posso intravedere se viene mandato a casa Corvino, il vero male. Adesso per me siamo alle solite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user - 2 anni fa

    Sarebbe una grandissima notizia!
    Ritorno allo stadio finalmente!!!!!
    Prosit.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. papà orso - 2 anni fa

    Il rapporto tra Della Valle, la fiorentina e Firenze è ormai ai titoli di coda.Non hanno più niente da dare,per mantenere una squadra in queste condizioni è meglio che cedano la società senza tante pretese. Anche perché, considerando la situazione attuale, la sua valutazione dovrebbe essere decisamente inferiore alle loro richieste. Loro non tengono alla fiorentina è solo una questione di soldi,non sono amati da Firenze, anche se sono duri a capirlo e stufa di loro. Si deve cambiare tutto prima possibile. Se ci sono acquirenti validi e capaci ben vengano. La fiorentina è un investimento che,considerando anche la città, penso sia sempre molto appetibile..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13728111 - 2 anni fa

    Io spero che i Della Valle restino e prendino d’avvero in mano la Fiorentina.
    Non vedo nessuno che possa sostituirli che non siano i vari Preziosi & c.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. vb - 2 anni fa

    Per quanto mi riguarda hanno chiuso con Firenze dal 2010. Possono prendere anche Guardiola in panchina e Messi, ma allo stadio tornerò solo con un’altra proprietà, fosse anche Tutunchi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Violaceo - 2 anni fa

    I dv ancora non hanno capito che se vogliono ricucire con Firenze , devono mandare via corvino e gnignigni , il male della Fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. bati - 2 anni fa

    Diego e Andrea fate la conseguente mossa logica, levatevi di torno Corvino. Richiamate Macia e/o Pradè. Oppure cercate un DS suggerito da Montella. Ricreate una struttura operativa affiatata, sinergica e convintamente cooperante. Corvino è un grande limite per tutti e un rischio concreto. Ci vuole cordialità nei confronti della città e della tifoseria. Anche ruffianeria se del caso. Il muro contro muro e la costante contrapposizione creano una polveriera che prima o poi esplode. Corvino è tutto meno che un genio del calcio. Il genio è portare con due lire Pizarro,Aquilani, Borja Valero, Gonzalo e Joaquin a Firenze e creare un centrocampo meraviglioso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. andrea333 - 2 anni fa

    La storia con I della Valle è finita da un pezzo. Loro vogliono vendere e la maggior parte dei fiorentini ( io incluso ) crede che sia meglio che la società sia ceduta se si trova un persona seria disposta a investire nella Fiorentina. Non so se mancano i compratori perché i della valle chiedono troppo oppure perché nessuno ha la volontà di investire nel calcio Italiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bekri - 2 anni fa

      Basti pensare al Parma, dove di imprenditori con le capacità finanziare ce n’erano. Tuttavia, l’unica soluzione avuta è stata fare una cordata e comprare la squadra a due lire quando era in Serie D.
      La fiorentina è stata comprata dai Della Valle allo stesso modo.
      Purtroppo la serie A non è la premier league e anche gli imprenditori stranieri ci pensano duecento volte prima di investire in una squadra come la fiorentina che tra l’altro ha pochi tifosi all’estero (se paragonati alle squadre dove la proprietà è straniera).
      Quindi i Della Valle certamente non la vogliono regalare, ma certamente mancano compratori realmente interessati.

      Questo potrebbe cambiare con lo stadio, ma anche lì chissà se mai lo costruiranno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. ben hur - 2 anni fa

    Speriamo sia Addio…Finalmente liberazione!°

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Violino - 2 anni fa

    Quella che la politica fiorentina non sia sempre stata dalla parte di della valle è una cagata pazzesca stile la corazzata Potëmkin di Fantozzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. bitterbirds - 2 anni fa

    sì, il qatar, ma per andare a venderci un po’ di babbucce in velluto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Bob - 2 anni fa

    Baserebbe che andasse via Corvino e Cognigni ma soprattutto il primo che ha dimostrato tante volte che non è assolutamente capace di construire una squadra. Basterebbe già questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. violaebasta - 2 anni fa

      Pensa che l’abbiamo capito tutti meno chi ce l’ha effettivamente messo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Ghibellino viola - 2 anni fa

    Nel calcio contano i risultati. Tutto il resto è fuffa. Sono numeri semplici da leggere. 4 è meglio di 7 e 7 è meglio di 10.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy