De Sisti: “Scudetto ’82? Avremmo vinto lo spareggio. Volevo Voeller, non Socrates”

Parla l’ex viola

di Redazione VN

L’ex viola Giancarlo De Sisti è stato intervistato dal Corriere dello Sport: “Pesaola? Uomo speciale. Fumava anche quando dormiva, ci costringeva ad ascoltare Peppino Gagliardi per caricarci. Scudetto ’82? Quello spareggio con la Juventus non doveva esserci, l’avremmo vinto noi perché stavamo meglio. Passarella? Una volta a Seattle stese due malintenzionati che circondarono Antognoni. Socrates? Non c’entrava nulla con la mia Fiorentina. Mi chiesero di scegliere tra Rummenigge e un giovane Voeller, chiesi il secondo ma mi sarei accontentato di Cantarutti, arrivò lui. Antognoni? Lo metto con i Rivera, il più forte di tutti, i Baggio e i Totti”.

Violanews consiglia

La gente vuole risposte, la società accelera i tempi. Possibile annuncio su Chiesa

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alesquart_3563070 - 2 anni fa

    Io l’ho visto…ricordo, anche se avevo solo 8 anni, le partite del mondiale ’70 dove Valcareggi inventò la staffetta Rivera Mazzola perché per lui Picchio era il titolare inamovibile del centrocampo. Il metronomo per antonomasia. Sul campionato perso all’ultima….l’ho vissuto come un dramma. Ci rubarono un gol contro il Cagliari e non fischiarono un rigore al Catanzaro nella partita contro la Juventus sullo 0 – 0. Su Socrates….sembra che Allodi avesse preso Voeller ma i Pontello presero accordi diretti col Corinthias per Socrates…un fiasco totale. Fortissimo, ma inadatto ai ritmi europei. Nel ritiro precampionato sembra che abbia rischiato un collasso dopo un un allenamento di fondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 2 anni fa

      Si, verissimo, il rigore del Catanzaro nel primo tempo non fischiato fu una cosa enorme; ricordo una gomitata sul collo al giocatore del Catanzaro, non mi ricordo se era Edi Bivi, ma ho ancora l’immagine nitida come ho nitida l’immagine di Liam Brady che realizza il rigore per la Rubentus. Altrettanto enorme come anche il gol di Bertoni annullato a noi per fallo di….confusione….pazzesco…. Meglio secondi che ladri! Famoso adesivo e motto del Brivido Sportivo di allora….certo ragazzi che tempi….i gobbi erano sostenuti dal palazzo, ma la nostra Fiorentina era superiore….chissà, se Martina non avesse quasi eliminato Antognoni forse avremmo davvero potuto vincere lo scudetto. Ma anche Miani non demeritò. Perdemmo solo due partite, la Juve tre, ma lo vinsero loro. Comunque lo scudetto lo perdemmo anche con l’Ascoli….quando sospesero la partita per pioggia vincevamo 1 a zero…nel recupero non riuscimmo ad andare oltre allo zero a zero. Che dramma ragazzi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dellone68 - 2 anni fa

    Grande Picchio. Da ragazzo ti ho infamato per la sconfitta a Cagliari, ma devo riconoscere che sei sempre stato un signore oltre che un grande giocatore che io non ho visto, ma che mio padre mi ha spesso raccontato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Parpol - 2 anni fa

      cambia poco, ma non fummo sconfitti, pareggiammo purtroppo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dellone68 - 2 anni fa

        Si hai ragione, ma quel pareggio (con gol vergognosamente annullato a Bertoni) fu come una sconfitta. Non so come mai ma mentre scrivevo mi è venuto “sconfitta”, evidentemente avevo in testa lo scudetto…mancato…accidenti come sono lontani quegli anni…mi ricordo ancora una copertina del Guerin Sportivo, intorno a Natale. Si parlava dei “campioni di inverno” ed eravamo noi. Ma il girone d’andata non era finito, forse la Juve girò avanti di un punto. Ad ogni modo in quel Guerin Sportivo si diceva che la Fiorentina era vicina al 13, ovvero a tredici anni dalla vittoria del secondo scudetto che era arrivato dopo 13 dal primo! Sappiamo com’è finita. Ed oggi sono passati quasi trent’anni senza che ci siamo mai avvicinati ad uno scudetto, se non nel periodo del Trap…anche li girone d’andata….che tristezza ragazzi….

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy