L’approfondimento: dal sogno Champions alla zona salvezza, incubo Fiorentina

L’approfondimento: dal sogno Champions alla zona salvezza, incubo Fiorentina

Lungo approfondimento della Gazzetta dello Sport sul difficile momento della Fiorentina

di Redazione VN

La Gazzetta dello Sport dedica, a pagina 21, un approfondimento sul difficile momento della Fiorentina dal titolo: “Crollo verticale. Dal sogno Champions alla zona salvezza. Incubo Fiorentina“.

La rosea riassume la crisi della squadra viola in quattro punti:
1) le scelte di Corvino. Prima di tutto il Dg e Pioli hanno preso troppo sul serio i risultati arrivati dopo la tragedia di Astori. E poi: l’estate scorsa Corvino ha operato in regime di autogestione. Spende quello che ha messo da parte per Lafont, ad oggi un punto interrogativo, e poi lavora con prestiti semplici o con diritto di riscatto. Sbaglia su Pjaca e liquida Badelj. Pioli si schiaccia sulle posizioni del dirigente. E’ un autogol visto che Veretout non è un regista.

2) Fiorentina più debole. La squadra iniziai il campionato più debole. Anche perché le “forviante” non funzionano: Norgaard non vale il calcio italiano, Gerson è il solito giocatore a metà. Eysseric liquidato a gennaio e i giovani sono troppo giovani. Come se non bastasse si incrina il rapporto tra Corvino e Pioli, con il primo che accusa il secondo di non valorizzare il materiale umano che gli ha messo a disposizione.

3) l’inizio della crisi. Prima dello stop invernale ha una delle migliori difese, ma l’arrivo di Muriel fa saltare l’atteggiamento difensivo. Pioli non ritrova gli equilibri. Anche emotivamente il gruppo si sgonfia. C’è la possibilità di vincere la Coppa Italia, ma il sogno svanisce contro l’Atalanta.

4) le dimissioni di Pioli. A far saltare definitivamente tutto per aria è lo scontro Della Valle-Pioli. Il tecnico accusato con un comunicato di mala-gestione si dimette. Lo spogliatoio si ribella. Sa che certe critiche sono ingiuste. Anche l’ultimo collante svanisce. Per carità, nessuno dei giocatori ha qualcosa contro Montella ma inconsciamente ognuno comincia a pensare al suo futuro. Non a caso dall’arrivo dell’Aeroplanino la Fiorentina ha totalizzato 5 k.o. e un pari. E deve ancora conquistare la salvezza. Poi, a giugno, più di metà squadra se ne andrà.

vnconsiglia1-e1510555251366

La Fiorentina, Parma e un parallelismo che inquieta. L’esodo viola non ci sarà

Il direttore sportivo è un mistero. Il punto fermo è Corvino

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Larry_Smith - 4 mesi fa

    Visto il sottotitolo, più che un approfondimento è uno sprofondimento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Barsinee - 4 mesi fa

    La Gazzetta dello Sport dedica, a pagina 21, un approfondimento sul difficile momento della Fiorentina … A PAGINA 21 ahahahahah effettivamente questo la dice tutta.

    Quando la Fiorentina si giocava a Siviglia la semifinale di Europa League, la Fiorentina era a pagina 12 e 13 (me lo ricordo ancora). Il giorno dopo Bayern Fiorentina la Fiorentina era a pagina 8 9 e 10. Il ritorno Fiorentina Bayern ancora più avanti. Oggi siamo a pagina 21 … come vedete nel principale quotidiano sportivo d’Italia, quanto contiamo! E meno male che hanno scritto un approfondimento, se no manco ci citavano!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gasgas - 4 mesi fa

    Bastava essere realisti ed era tutto prevedibile… Oddio, lottare per non retrocedere no, diciamo che il Mago del Salento è andato oltre ogni aspettativa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Johan Ingvarson - 4 mesi fa

    Trovo vergognoso il comportamento della squadra. Se erano tanto legati a Pioli certe figuracce contro Frosinone o Cagliari non andavano fatte. Troppo comodo tirare i remi in barca per ripicca, dovevano pensarci prima. Solo per questo io spero che non resti nessuno a giugno di questo gruppo, neanche Chiesa a sto punto. Vada dove vuole, così anche sta telenovela finisce, ma prima porti soldi e tanti, sperando che stavolta ci sia qualcuno capace di usarli meglio di Corvino. Gli altri vadano da Pioli, visto che ci erano tanto legati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. vecchio briga - 4 mesi fa

    Ma quale sogno Champions. Le persone oneste lo dicono da settembre che la squadra non è forte. Poi c’è chi lecca le chiappe per interesse, oppure semplicemente non ci capisce niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 mesi fa

      Il catetere? È a posto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. salimba - 4 mesi fa

        Quello della Diega?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. salimba - 4 mesi fa

    A voi la voce della Diega. Letamai sei il numero 1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-2073653 - 4 mesi fa

    Ed in tutto questo, lunga vita all’artefice d questi disastri, il DG eterno come Kim il Sung. Corvino santo subito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. passarella - 4 mesi fa

    Gerson,Edmilson,Piazza do Brasil,il norvegese,li ho visti solo io? fanno passà il pallone sulle orecchie…sono davvero bravini se s’impegnano

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy