Cristoforo tra le linee. E il piano viola regge per un’ora

L’analisi tattica de La Gazzetta dello Sport alla partita disputata dalla Fiorentina contro il Napoli

di Redazione VN

La Gazzetta dello Sport focalizza l’analisi tattica della partita della Fiorentina puntando sul lavoro dei due centrali di centrocampo, Badelj e Vecino. Il diktat del portoghese è: squadra volutamente bassa in avvio con due interni (Badelj e Vecino) in grado di togliere il velo al talento dei creativi di casa con improvvise verticalizzazioni. Il 4-4-1-1, con due barrieroni allestiti con buon senso dal portoghese in avvio, che si trasforma in un 4-2-4 per rilassare le pieghe tattiche della squadra e guadagnare metri di campo. Ed è fondamentale proprio il movimento di Cristoforo nelle due fasi: azione di disturbo su Diawara quando sono i viola a rincorrere e sostegno a Kalinic quando l’azioe si distende. Il piano regge per un’ora, fino alla scivolone di Sanchez. E il muro crolla.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bati - 4 anni fa

    Sousa ha fatto il solito regalo all’avversario di turno mettendo Cristoforo tra le linee. Ha corso tanto ed esclusivamente a vuoto . Non è colpa sua….In una partita fondamentale la genialità stavolta ha fatto fuori Borja Valero per Cristoforo. Poerannoi in che mani siamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Porto Santo l'isola dorata - 4 anni fa

    E questi dovrebbero essere giornalisti sportivi? Questi dovrebbero analizzare le tattiche delle squadre? Se così sono………… mamma mia! Come se Djawara fosse Pirlo ed una volta bloccato lui la squadra fosse in totale imbarazzo tecnico. l’articolista si è accorto che Cristoforo non riusciva ad incidere su nessuna palla? Si è accorto che il Napoli aveva Hamsik e Zelinsky che facevano gioco molto più di Djawara? La verità è che Cristoforo non ha inciso in niente risultando assolutamente estraneo dal gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sblinda - 4 anni fa

    Cristoforo non è male, ma ho il timore che diventi come Mari. Utile sempre, ma mai decisivo e senza un ruolo preciso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy