Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

Corriere Fiorentino

Corfio: Nico batti un colpo. Dopo una partenza col botto, l’argentino è calato

GERMOGLI PH: 3 OTTOBRE 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS NAPOLI NELLA FOTO GONZALEZ

Il contributo dell'argentino alla causa offensiva viola ancora non è sufficiente: troppo pochi un gol e ad un assist per uno come lui

Redazione VN

Lo chiamano «speedy» ed effettivamente, Nico, era partito veloce. Esordio in Coppa Italia con gol. Seconda partita in serie A, e firma d’autore sotto la Fiesole. Quella perla però, contro il Torino, è rimasta anche l’ultima. Se la produzione offensiva della Fiorentina non è ancora all’altezza delle aspettative di Italiano insomma, dipende anche dalle difficoltà di questo argentino tutto mancino accolto da mille speranze e da un entusiasmo che a Firenze non si registrava da un pezzo. Questo quanto troviamo scritto nell’edizione odierna del Corriere Fiorentino.

Dopo una partenza col botto Nico Gonzalez si è un po’ perso. Il suo score in viola, ancora non è sufficiente. Un gol e un assist sono un contributo troppo scarno per uno come lui, e lo stesso vale per altri parametri. Al momento infatti l’argentino (fonte Lega di serie A) ha costruito soltanto 3 occasioni da gol, e questo nonostante le 11 conclusioni tentate. Il problema è la mira, visto che di questi tentativi soltanto cinque (meno del 50% quindi) hanno centrato lo specchio. Per questo Italiano, nel pieno del primo vero momento di difficoltà dopo un inizio da applausi, gli chiede un salto di qualità. Provando, magari, a cambiargli fascia. In questi giorni infatti il mister lo ha spesso provato a destra, con l’intenzione di avvicinarlo a Vlahovic e, soprattutto, a quegli ultimi venti metri nei quali uno come lui può fare la differenza. In quel caso a sinistra giocherebbe uno tra Callejon (favoritissimo) e Saponara.

 Photo by Maurizio Lagana/Getty Images
tutte le notizie di