Commisso: “Spero di non deludere mai questi tifosi. Io e il calcio? Ero bravino, giocavo…”

Il numero uno viola racconta il proprio rapporto con il calcio e gli obiettivi

di Redazione VN
Rocco Commisso

Rocco Commisso ha rilasciato alcune dichiarazioni ai taccuini de La Nazione, all’interno dell’hotel Savoy, che lo ha ospitato nella sua prima notte fiorentina:

Certo che sono felice, anche se ho speso un sacco di soldi. Bisogna prima guadagnarli questi soldi, prima di dire che sono pochi per chi li spende. Vede? Abbiamo tutti la cravatta viola… Io sono felice e spero di fare felici i tifosi di questa città, di non deluderli mai. Probabilmente senza il calcio non avrei avuto il percorso professionale che ho fatto. Il calcio è stato il faro che ha guidato tutte le mie scelte e che ha reso possibile gli obiettivi che ho raggiunto. Imparerete a conoscermi. E intanto dico che il calcio mi ha permesso di ottenere una borsa di studio per una delle più prestigiose università americane, la Columbia, e questo mi ha aperto le porte della finanza. Ero bravo a giocare a calcio? Abbastanza da meritare una borsa di studio. Più spesso giocavo a centrocampo”.

Violanews consiglia

D. Della Valle: “Non avrei venduto la Fiorentina. Tifosi viola tra i migliori, Pioli…”

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. PANDAGIGLIATO - 1 anno fa

    Benvenuto COMMISSO!
    Ma dopo 17 anni di Della Valle non siamo più tanto ingenui….sei un’imprenditore che deve il suo successo al calcio, sicuramente hai fiutato un affare. La buona riuscita della tua presidenza sarà collegata al concretizzarsi o meno della tua intuizione.
    In questo spero vivamente che, almeno questa volta, Firenze sia in grado di accontentarti, con dignità naturalmente.
    Leggo nei tuoi messaggi che ci tieni tanto alla tua italianità: aspetta di aver avuto a che fare con la lega calcio, i designatori e gli arbitri italiani e, soprattutto con i metodi della “tua” Juve….
    qui non siamo in America!
    Mi sa che o diventerai più orgoglioso della tua “fiorentinità” rispetto all”italianità” o te ne andrai velocemente!
    In bocca al lupo sia a te che a noi, il popolo VIOLA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. batigol222 - 1 anno fa

    Che paese l’america, uno gioca bene a calcio e diventa un imprenditore di successo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy