Commisso infiamma lo scontro politico: “Faccia i nomi”, “Campanello d’allarme”

Botta, risposta e reazioni

di Redazione VN

Quando parla Rocco Commisso non passa inosservato e così è stato anche in occasione dell’ultima intervista al Corriere Fiorentino, che oggi si concentra sulle reazioni della politica alle sue parole, che hanno scatenato la reazione del sindaco Nardella. Ma non solo, perché lo stesso Commisso in giornata ha chiarito la sua posizione in giornata con una frase che riassume il suo pensiero: “Quando esce il pane arrivano le formiche”. Ovviamente, non sono mancate le reazioni dalle opposizioni: “Parole gravissime, rappresentano un campanello d’allarme. Un investitore importante non può e non deve essere ‘spolpato’ dagli appetiti di affaristi senza scrupoli”, l’attacco di Lega e Fratelli d’Italia.

-> CALCIOMERCATO: TUTTE LE OPERAZIONI CONCLUSE IN SERIE A
-> Clicca qui per restare aggiornato su tutto il mercato della Fiorentina

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Valter - 4 settimane fa

    Nardella deve recuperare molti “punti” che ha perso malamente fino ad ora, mentre Rocco si è conquistato fiducia e rispetto.
    Io non credo che Nardella stia aiutando Rocco a fare lo stadio.
    Nardella sta aiutando se stesso a fare in modo che il Franchi resti lo stadio dove gioca la Fiorentina e per fare questo cerca di coinvolgere Rocco malgrado non ci siano le condizioni richieste da Rocco.
    Ma perchè all’ultimo incontro privato sindaco rocco il sindaco solo rocco si è fermato a parlare mentre il sindaco ha tirato diritto e con faccia scura?
    Ma vuoi che a quattrocchi non si siano detti qualcosa che non si può dire in pubblico?
    Sicuro, e vediamo già che il clima di collaborazione è cambiato, quello striscione del sindaco “io sto con Rocco” era un bluff talmente stucchevole..
    Le bugie hanno le gambe corte ma troppo spesso chi dice le bugie ha anche la memoria corta, ma guarda un pò che coincidenza…
    La telenovela continua.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bacarospa55 - 4 settimane fa

      Tutto e solo a fini politici la legge salva stadi e si sapeva benissimo data la velocità con cui è passata e il coinvolgimento nel votarla di tutti gli schieramenti politici. Nessuno si voleva bruciare a Firenze (in Toscana). Nardella ora è nei guai perchè quello che lui riteneva “lo scemo o stupido amricano ricco” da spolpare, gli sta facendo ripagare lentamente la pariglia del tempo perso con la Mercafir e soprattutto mettendolo con le spalle al muro mettendo in luce al mondo lo stato pericoloso del Franchi, obbligandolo a spendere soldi per “rassettarlo” e ora ho letto che anche la Procura si sta interessando al Franchi per dichiarane addirittura l’inagibilità. Ma Pessina, Nardella e prima di lui Renzi e altri dov’erano e cosa guardavano quando anadavno allo stadio per la partita?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. foglionco - 4 settimane fa

        la prefettura, che ha la competenza insieme ad asl e vigili del fuoco, di dare l’agibilità agli impianti sportivi, si chiama comitato provinciale di vigilanza, il comune non ne fa parte

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. glover_3713546 - 4 settimane fa

    Che in Politica ci siano dei mercanti, che si fanno amici imprenditori per farsi finanziare le campagne elettorali, questo non è un mistero, quindi questa cosa non mi suscita meraviglia… il problema per questi mercanti, è che finalmente uno che non ha interessi in Italia, che è libero e non dipende da nessuno, le ha pubblicamente dette queste cose… e non saranno nemmeno le ultime.
    Quindi devono fare attenzione e rispettare l’etica costituzionale, se non vogliono vedersi troncare la carriera in pochi attimi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bombo - 4 settimane fa

    Ma quali parole gravi?! Commisso ha solo detto quello che in Italia succede da sempre, in ogni ambito, in ogni circostanza e che è noto a tutti. Esempi clamorosi recenti: è successo per i terremoti dell’aquila e durante il covid (i camici della Lombardia). Chi si indigna ha la coda di paglia e ha paura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Xela - 4 settimane fa

      allora faccia nomi e denunci…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bacarospa55 - 4 settimane fa

        I nomi li ha già fatti e in diretta televisiva alla presenza di giornalisti ……….. avete veramente poca memoria!!!. Se vi posso aiutare era una donna …… “romana”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Masai - 4 settimane fa

    Mi ripeto, Commisso parla troppo….devono calmarlo un attimo e farlo stare più zitto! Primo perchè non conosce le dinamiche, specie politiche di qeusta m…. di paese e poi anche perchè non parla ancora bene l’italiano e quindi può essere facilmente frainteso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy