Commisso/2: “La rosa prima del mio arrivo era assemblata male. Stadio? Aspetto notizie”

Seconda parte dell’intervista al patron della Fiorentina

di Redazione VN
Commisso

Vi riportiamo altri scorci dell’intervista rilasciata da Rocco Commisso a La Nazione. “Quando sono arrivato – spiega il presidente – ho trovato una rosa di 70 giocatori assemblata con questo criterio: pescare fra molti giocatori per poi ritrovarsene due o tre buoni”. E questa rosa, così male assemblata, arrivò sedicesima. L’anno dopo sono state guadagnate sei posizioni, da qui la riconferma di Iachini. Una delusione? Chiesa, che ogni giorno manda messaggi d’amore alla Juve: “Non credo l’abbia mai fatto alla Fiorentina…”

Iachini (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Viola Park e nuovo stadio

Il Viola Park viene definito un orgoglio, anche se è costato più del previsto. “I soldi rientreranno? Una bischerata. E allora perché nessuno lo ha fatto prima di me?”, incalza Commisso, che spera di poter dare una grande festa il giorno dell’inaugurazione. Sullo stadio, il presidente nota che dopo il responso del Mibact Nardella non è più stato al suo fianco, e tiene viva l’ipotesi Campi: “Aspetto informazioni concrete sulle intenzioni delle istituzioni senza dovere prendere per forza un appuntamento”. Empoli? Una battuta che qualcuno ha preso sul serio…

Nardella
GERMOGLI PH: 19 DICEMBRE 2020
50 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gerrone - 2 mesi fa

    pessina dove e mentre pensa alle scale elicoidali e al ridere franchi , si sta per costruire un resort di 90 stanze dotto il piazzale michelangelo nel ex caserma sotto il giardino di boboli zona a rischio idrogeologico geologico con ascensore verticale e piscine spa ecc…,li non c e paesaggistica e mantenimento delle belle arti ?
    vergognatevi pagliacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SoloViola - 2 mesi fa

    Anche la Ternana ha presentato il progetto per lo stadio nuovo… Molto bello.

    Ma loro non hanno Nardella, Pessina e le scale elicoidali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Violapersempre - 2 mesi fa

    Speriamo che queste dichiarazioni sono solo fumo negli occhi. Perché se è questo che pensa veramente questo sarebbe un problema serio molti dei calciatori ceduti sono tutti in prestito e se non saranno riscattati ci troveremmo con una rosa ancora più ampia. Detto questo i cambi ci dovranno essere assolutamente se ha intenzione di fare una squadra più forte, incominciando dal DS e non solo per come la vedo io anche l’allenatore dovrà essere cambiato qui molti tifosi sono innamorati di Prandelli è di quel che è stato purtroppo ora non è più si è visto dalla partita contro lo spezia primo tempo atroce , poi con i cambi la partita si è trasformata purtroppo questi cambi sono stati forzati dalla lite tra Kouame e Pezzella ed il secondo dal cartellino giallo di Ameabat se non ci fossero stati questi episodi sarebbe stata in altra partita persa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Barsineee - 2 mesi fa

    bravo Rocco. Dignene quattro a questi menagrami.

    Quando lui è arrivato ha trovato una società in attivo, con un monte ingaggi bassissimo, si è semplicemente salvata all’ultimo perché alla fine si era sparsa in società l’intenzione di mollare da parte della proprietà e quindi i giocatori hanno mollato, sapendo che non ne sarebbe rimasto nessuno a giocare.

    Hai pagato la Fiorentina una stupidaggine (e l’hai pure pagata a rate, visto che una parte delle commissioni di vendita sui giocatori vanno a pagamento del saldo del mancante grazie ai giri di Ramadani da voi MAI NEGATI) e appena sei arrivato hai venduto l’invendibile e hai comprato il NULLA COSMICO. Del primo mercato penso che oggi ci sia solo Caceres e Ribery (il futuro insomma) ah scusa Pulgar (spettacolo)! E oggi, dopo un 3 a 0 allo Spezia rilasci interviste su interviste? Ma su cosa?

    Ah così giusto per farti capire qualcosa. Quei due o tre che pescavi tra i 70 della rosa, li hai già (o stai) vendendo tutti.

    Veretout, Simeone, Chiesa, Milenkovic, Lafont (tra un po’ Castrovilli, Dragowsky, Pezzella Sottil, Vlahovic …): 30 veretout; 15 Simeone, 60 Chiesa, 25-30 Milenkovic, 10-15 Lafont (e siamo già a 145 milioni, più o meno quanto hai pagato per prendere la Fiorentina) a cui aggiugnere Castrovilli 25, Pezzella 10, Dragowsky 15, Vlahovic 35/40, Sottil 10, Biraghi 10.

    E via con un altro centino di milioni. Insomma mica male 250 milioni da pescare qua e là tra le 70 ciofeche che ti avevano lasciato.

    Pensa che adesso se dovessi pescare tra i tuoi si arriva al massimo a 60/70 (ma a mettere proprio tutti eh …).

    E MI SA CHE TU NON SAI MICA FARE TANTO BENE I CONTI SAI??? Sei un dottore, sei ricco, hai fatto un sacco di soldi, ma l’aritmetica quella di base, con la somma e la sottrazione mi sa che è più complessa di quanto si pensi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. I'Generale - 2 mesi fa

      Ciao Barsinee, so che spesso non siamo d’accordo e magari non ti sto nemmeno simpatico, ma mi interessava sapere un tua opinione a riguardo…
      Secondo te, considerato come si sono evoluti i fatti mondiali con la pandemia e tutti i problemi che ci sono stati per tutte el società, se la società non fosse stata ceduta a commisso e fosse rimasta ai della valle, in che situazione (sia tecnica che finanziaria) ci troveremmo adesso? migliore o peggiore?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. antonio capo d'orlando - 2 mesi fa

    Questa è una settimana fondamentale per la Viola. Nessuno doveva dare notizie false che non potessero essere dimostrate (foto e filmati). A me interessa che si arrivi a questi benedetti 40 punti e poi ci possiamo sbizzarrire su tutto ed il contrario di tutto. Poi se si preferisce un Sarri a Prandelli, dando per bollito Prandelli che a differenza del primo ha avuto il coraggio di imbarcarsi in una situazione che rischia di fargli fare una brutta figura e bollandolo di vecchio ma che in realtà avrà uno o due anni più di Sarri, è un altro discorso. E’ inutile farsi illusioni, Sarri fra ingaggio ed acquisto di qualche giocatore a lui ideale, ha bisogno almeno di 50/60 milioni di investimento e noi questo non possiamo permettercelo, non per disponibilità economica ma per pura questione di bilancio. Poi, io desidero con tutto il cuore Sarri e 4/5 giocatori di categoria superiore, ma questo rimane il mio sogno credo condiviso dalla maggior parte dei tifosi. Forza Viola, Sempre!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mastice67 - 2 mesi fa

    HAHAHA!!! questa è la battuta dell’anno! prima del suo arrivo si lottava per non retrocedere gli ultimi due mesi con lui da inizio stagione!! vaia vaia BANDONE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dal greto dell'Arno - 2 mesi fa

    mentre ora la rosa è assortita benissimo vero?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Lusoviola - 2 mesi fa

    A mio modesto parere se deve ripetere sempre le stesse cose o comunque metterla sempre in questo modo così da padre padrone é meglio parlare meno.
    Non vorrei mai ma fare certi discorsi quando l’obbiettivo salvezza è ancora tutto da conquistare non mi pare lungimirante. Non è assolutamente uno sprovveduto ma alcune dichiarazioni mi sembrano davvero gratuite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 2 mesi fa

      Infatti è un tipo genuino e parla di tante cose ma non essendo un esperto di comunicazione e fidandosi delle news che gli passano ogni tanto dice delle cavolate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ccbaxt - 2 mesi fa

    Secondo il mio modesto parere una cosa almeno è stata azzeccata: la scelta di Cesare Prandelli! Con lui come allenatore non possiamo che migliorare perché Cesare riesce a fare migliorare i giocatori ed ama la Fiorentina. E’ un binomio che non spezzerei!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mazinga z - 2 mesi fa

      Ha ha ha ha ha ha!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Kewell - 2 mesi fa

    aaaaaaah… perchè invece dopo il tuo arrivo le cose sono migliorate tanto. TOGLIETEGLI IL FIASCO
    povera fiorentina che sfortuna, dopo i DV pure questo… ci manca Ferrero (oddio la samp va pure meglio…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Xela - 2 mesi fa

    Quando si inizia a dare la colpa a chi c’era prima vuol dire essere proprio alla frutta. Era comunque una rosa che non faceva risultati peggiori di queste e tu hai avuto 2 anni per migliorarla ed invece… sul CS spiegami perchè non avrebbe un ritorno invece di dire che la prova è il fatto che altri non l’hanno fatto.

    Qui c’è da preoccuparsi seriamente. la gente gli dà ancora corda grazie ad un CS che è solo una promessa di felicità ma senza i contenuti rimane una infrastruttura fine a se stessa e utile per un centinaio di persone che la useranno per allenarsi. i migliaia di tifosi rischiano di rimanere a bocca asciutta.

    Io mi sono stufato di parlare di soldi. A me nn interessa se e quanto spende. A me interessa divertirmi la domenica, tifare giocatori che lottano per la maglia, emozionarmi all’idea di affrontare grandi sfide. Del contratto di Ribery e compagnia bella non mi importa assolutamente nulla!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mazinga z - 2 mesi fa

      Parole sante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Superviola - 2 mesi fa

      Il tuo commento è follia pura, a parte qualche amichetto che ti viene dietro, ma non ti stanchi a collezionare il record di pareri contrari ad ogni commento che fai? Ho visto che ieri nei hai collezionati 57…tanta roba.
      Comunque sei ammirevole per la costanza, questo lo devo ammettere, ma non ti c..a nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsineee - 2 mesi fa

        quando uno pensa che quello che dice è tanto valido quanti sono i mi piace che prende, dovrebbe sempre pensare ai vari Gandhi, Martin Luter King, Martin Lutero, Cristoforo Colombo, Galileo Galilei, Einstein … e pensare che tutti loro erano sempre contraddetti dalla maggioranza fino a quando in tanti hanno capito che quel “non mi piace” che avevano messo era stato l’errore più grande della loro vita. Pensa ai reali di Portogallo che dissero a Colombo che era un visionario pazzo. Purtroppo per loro … avevano ragione. L’hanno solo capito tardi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Superviola - 2 mesi fa

          Ma… non mi sembra un esempio del tutto azzecato. A parte che paragonare Xela a
          Gandhi o Martin Luther King mi sembrerebbe un tantino azzardato, ma proprio questi ultimi avevano invece un grande seguito nella massa popolare, esattamente quello che non accade a Xela,nonostante gli sforzi profusi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. jackfi1 - 2 mesi fa

            Molto spesso sono pure io in disaccordo con Xela ma non si valuta la validità o meno di un’argomentazione dal numero di like che prende. Posso essere d’accordo che a volte scrive cose assurde (mi ricordo una frase dove si diceva che si fossero falsificati i documenti di stabilità dello stadio) però io stesso ho potuto valutare su commenti miei che al tifoso medio un ragionamento più articolato viene difficile farlo.

            Mi piace Non mi piace
          2. 29agosto1926 - 2 mesi fa

            Vivi nel mondo di Facebook dove i mi piace e i non mi piace ti condizionano la vita. Impara a rispettare le opinioni criticale con ARGOMENTI non con le solite battutine che tu ed i tuoi amichetti sapete appena fare.

            Mi piace Non mi piace
  12. ilRegistrato - 2 mesi fa

    Caro Rocco, sei andato lungo. Se dici che la rosa di prima era assemblata male ed e’ troppo facile fare il paragone con la rosa che tu hai assemblato, o meglio fatto assemblare a Prade’, e il paragone ti assicuro che non e’ lusinghiero.

    Senti Rocco, diciamo che hai le attenuanti. Il primo anno sei arrivato a giugno e hai dovuto raccattare quello che c’era. Il secondo anno c’e’ stato il covid e con la stagione finita ad agosto quando non si sapeva nemmeno se terminava era impossibile una programmazione. Quindi io direi di tirare una riga, quello che e’ stato fatto e’ stato fatto abbastanza male ma guardiamo avanti. Da ora in poi pero’ non hai piu’ scuse. Se tieni Prade’ alla direzione tecnica ti assumi un rischio molto grande, quello che fa Prade’ e’ come se lo facessi tu. Inoltre c’e’ da scegliere un allenatore molto presto perche’ sara’ lui a decidere su quali calciatori della rosa attuale puntare e su chi eventualmente dovere reperire sul mercato e questo non si puo’ fare a giugno tre o quattro settimane prima del raduno. Quindi caro Rocco, bando alle ciance, pancia a terra e lavorare. A settembre il campo e noi tifosi ti giudicheremo in base alle prestazioni della squadra che hai allestito.

    Buon lavoro Rocco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Colosseo viola - 2 mesi fa

    Ed invece ora, dopo 4 sessioni di mercato del tuo ds è assemblata bene?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ren - 2 mesi fa

    Ah la rosa era pescare molti calciatori e trovarsene due/tre buoni, perchè Pradè che ha fatto? Ha acquistato merd* su merd* e si è ritrovato Quarta buono, Commisso basta parole e passa ai fatti prima che tutti inizieranno a vederti come un clown arrogante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. damci - 2 mesi fa

    La cosa che più mi preoccupa di queste affermazioni è che abbia detto quello che Pradè ha utilizzato a lungo per giustificare le sue difficoltà nel mercato e per cercare di far credere che Corvino era un disastro.Nei famosi settanta giocatori c’erano una miriade di giovani e giovanissimi,che erano costati quasi niente;oltretutto qualsiasi squadra aveva ed ha un numero di esuberi abbastanza simile,specie se ha un nutrito settore giovanile.Commisso deve guardare in faccia la realtà.Nella squadra attuale chi vale sono i giocatori portati da Corvino,Pradè ha portato solo Quarta,in due anni.Non è stato riscattato Muriel e le campagne acquisti sono state finanziate con Veretout,Chiesa,Simeone etc.ancora giocatori portati da Corvino.I soldi sono stati spesiper acquisti sopravvalutati,per giocatori mediocri o per stipendi elevatissimi a giocatori a fine carriera,vedi enorme aumento del monte ingaggi.A me sembra oltre che assolutamente evidente,del tutto Lapalissiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jackfi1 - 2 mesi fa

      Nessuno lo fa mai notare a Pradè o Commisso questa cosa. Andiamo a vedere il via vai di giovani che c’è a zingonia a fine stagione e poi ne parliamo. Si loda il modello Atalanta però poi si critica la base di questo modello. Su una cosa possono aver ragione. Il fatto che l’Atalanta decide il futuro di questi giovani con più anticipo ma era difficile che decidesse Corvino con la cessione societaria alle porte. Potrei capire la critica se fossimo arrivati a oltre 200 tesserati come il Parma pre fallimento. Se un DS di una squadra di serie A blocca il tuo mercato per piazzare i giovani c’è un problema di fondo evidente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. I'Generale - 2 mesi fa

      Perdonami ma questa analisi è completamente sbilanciata, per più motivi…
      – Corvino ha demolito la squadra di pradè che arrivava tranquillamente in europa vendendo tutto quello che si poteva vendere (Kalinic, Vecino, Valero, Alonso ed altri che adesso non ricordo) e rimpiazzando i giocatori presi con, spesso, elementi di dubbio valore (Milic, Olivera e Norgaard, tanto per fare qualche nome ma la lista è lunga…)
      – Corvino ha comprato anche lui giocatori pagandoli non poco, per esempio Simeone e Benassi, ed ha fatto anche lui scommesse molto rischiose, come ad esempio Pjaca che si ruppe il crociato di nuovo senza praticamente vedere il campo…
      – Non puoi continuare a rinfacciare a commisso e pradè il fatto che muriel non sia stato riscattato, con u’opzione che scadeva il 30 maggio e il passaggio societario avvenuto il 10 giugno con pradè entrato in carica dal 1° di luglio…
      – Chiesa te lo devono ancora pagare, per adesso hai preso 2 milioni, quello che hai comprato lo hai preso con le altre cessioni e con i soldi delle sponsorizzazioni che rocco fa alla fiorentina (20 milioni all’anno, vorrei ricordarlo…)
      – Corvino ha fatto un’ottima operazione con Veretout, quando lo ha preso a 7 milioni (questo dimostra che spendere a volte aiuta anche a guadagnare) e invece ha completamente bruciato 7 milioni per Rasmussen (questo invece dimostra che se non sai spendere a volte è anche più dannoso farlo che non…)
      – Simeone, che ogni tanto salta fuori (soprattutto quando fa doppietta al crotone per esempio) ad oggi ha una media gol di 1 ogni circa presenze che non mi sembra proprio una media da bomber spietato tant’è vero che ultimamente gli preferiscono pavoletti… tu mi dirai: ha avuto il covid (a fine ottobre se non erro)… GIUSTO! ma perchè dovete infamate Pulgar e Callejon che hanno avuto il covid anche loro e glissare su simeone???

      Non voglio difendere nessuno, ma quando si fanno delle analisi devono essere meno circostanziate e più globali, altrimenti le considerazione che ne vengono fuori sono fuorvianti, a mio modesto parere eh… poi sei libero di pensarla coem vuoi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dellone68 - 2 mesi fa

        Caro Generale, plauso! Molti di noi hanno la memoria corta. Pradè è un ottimo dirigente e se non avesse avuto il linciaggio mediatico di questi mesi probabilmente sarebbe già stato confermato. Vedo difficile che possa rimanere anche il prossimo anno, comunque se accadrà sarà solo perchè Rocco tiene duro e lui non ha paura a rimanere un’altro anno con i cannoni puntati addosso. Staremo a vedere. Corvino era tornato per arroganza, ma il suo compito era di fare il liquidatore della Fiorentina. Purtroppo. Queste erano le chiarissime indicazioni che i vecchi proprietari gli avevano dato ed il suo ritorno era certamente condizionato all’assolvimento di questo compito. A me preoccupa invece che si continui a parlare ancora di questa storia, tanto per alimentare altre polemiche. Proprio non ce la facciamo. Certo, in questo deserto sportivo (dovuto al COVID, al fatto che gli stadi sono vuoti, al fatto che viviamo un periodo difficile tutti quanti) è anche difficile parlare di calcio giocato. Ma dovremmo sforzarci. Se ci buttiamo nelle solite critiche, amplificate anche dal fatto che siamo nella situazione in cui siamo, ci facciamo molto male da soli. Saluti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. jackfi1 - 2 mesi fa

          Ognuno ha la propria opinione e questo è il bello di essere tifosi però a mio parere l’unico grande dirigente passato qui é Macia. Le carriere di Pradè e Corvino al di fuori di Firenze non sono propriamente da grandi dirigenti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Dellone68 - 2 mesi fa

            Fra le squadre in cui ha lavorato Pradè e quelle di Corvino c’è un abisso. Scusami, ma la grande differenza c’è ed è questa. Per Pradè si parla di Roma, Fiorentina, Sampdoria, Udinese. Se non erro Pradè ha anche lavorato in Premier League. Di Corvino ricordo solo il Bologna a parte la Fiorentina. Ed è anche parecchio più “anziano”. Se fosse stato il grande dirigente che molti dicono, forse avrebbe lavorato anche in altre piazze. Comunque ha fatto ugualmente una bella carriera per carità. Lo dico senza volergli togliere nulla. Per il resto è ora di guardare avanti. Saluti.

            Mi piace Non mi piace
      2. jackfi1 - 2 mesi fa

        In parte è vero quello che dici ma c’è una forte differenza di base. Corvino non volle smantellare per qualcosa contro Pradè la sua squadra. Si parlava di una squadra con un monte ingaggi sovradimensionato che aveva generato un passivo assurdo. Probabilmente non avesse avuto quel vincolo li avrebbe tenuti tutti. Sugli acquisti son d’accordo. Alcuni fanno discutere molto per le loro qualità e li abbiamo ancora oggi a libro paga però ricordiamo che non è facile avere oltre 100 mln da spendere ma poter offrire al massimo 1 mln di stipendio. A Pradè queste limitazioni non sono mai state date e molti tifosi tendono a dimenticare molto spesso questo aspetto. Come hype sul tifo molto meglio la gestione Pradè (sicuramente gasa di più andare a vedere la presentazione di Gomez che di Noordgard) ma a livello gestionale gli anni di Pradè sono un disastro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. I'Generale - 2 mesi fa

          Sono d’accordo, ma se vuoi i giocatori di un certo livello gli ingaggi sono commisurati al valore tecnico, non puoi pretendere da noorgard che faccia il pirlo a un ventesimo dello stipendio…
          La differenza grande tra pradè e corvino è sempre stata quella che il primo ha sempre cercato di spendere meno possibile per i cartellini per poter offrire ingaggi più pesanti, mentre il secondo ha sempre cercato di spendere poco di ingaggi pur spendendo (quando ha potuto lo ha sempre fatto) di più in cartellini.
          Gli anni di pradè non sono stati un disastro anche se effettivamente i bilanci erano più pesanti, perchè le squadre sul campo erano squadre che si qualificavano per le coppe… forse nessuno si ricorda che se il milan non avesse rubato la partita a siena (e quelle prima pure), la sua prima squadra avrebbe giocato lo spareggio x la champions, e quelle successive sono sempre andate in europa league che, anche se porta meno soldi, porta comunque lustro e visibilità…
          Se te la devo dire proprio tutta, io non so come abbiano fatto i della valle a giocare per 3 anni in coppa e non trovare uno straccio di sponsor da appiccicare alle magliette per raggranellare due soldi… perchè i buchi di bilancio si fanno anche non guadagnando, non solo spendendo… ma questa è un’altra storia… 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. 29agosto1926 - 2 mesi fa

        Magari ci fosse Corvino, purtroppo per noi e per lui doveva pensare prima al bilancio e poi alla squadra. Ma questa gestione gli deve TUTTO, hanno venduto i giocatori da lui valorizzati e quelli che ci sono in squadra, dico quelli buoni sono i suoi acquisti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. I'Generale - 2 mesi fa

          Guarda, lo ripeto perchè sennò come al solito mi si fraintende… io non voglio difendere nessuno e puntare il dito contro nessun’altro, però quando si fanno le valutazioni vanno fatte a 360° e non riportare solo quello che fa più comodo… corvino ha fatto cose buone e cose meno buone, così come pradè e qualsiasi altro direttore sportivo…
          Però per dare del demente (come spesso purtroppo accade) ad un professionista lo ritengo sempre sbagliato, anche perchè nessuno di noi sta nelle “stanze dei bottoni” quindi vediamo solo la punta dell’iceberg… non sappiamo niente di tutto il resto e traiamo spesso considerazioni parziali e condizionate dal momento che viviamo.
          Tornando nel merito del tuo messaggio, per esempio, potrei dirti che corvino quei buoni giocatori che ha trovato, nel mucchio, li ha presi con i soldi delle cessioni dei giocatori portati da pradè stesso, quindi, seguenrdo lo stesso ragionamento, senza pradè anche corvino non avrebbe potuto investire su tutti quei giovani che ha portato…
          Anche perchè, è giusto ricordarlo, che l’ultima gestione corvino ci ha lasciato alcuni ottimi giocatori, vero, ma anche un vuoto tecnico enorme che non fa mai comodo ricordare… voglio dire, l’ultimo centrocampo della fiorentina era composto da Veretout (che se ne voleva andare già a marzo), Edmilson Fernandez (prestito), Gerson (prestito) e i tuoi giocatori di proprietà erano le riserve (Noordgaard, Benassi, Dabo). Tutto dicono che pradè ha sbagliato a costruire il centrocampo, ma nessuno ha l’onestà intellettuale di dire che il centrocampo, di fatto, non esisteva più già al 30/05……
          tra l’altro, questa annosa questione del “è meglio questo di quello” dei cavalli di ritorno, sarebbe anche il caso che finisse, ripartendo da un nuovo direttore sportivo, con idee nuove ecc ecc…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. jackfi1 - 2 mesi fa

    Era tanto che non si tirava fuori i famosi 70 giocatori. Redazione per favore potete postare la lista di quei 70? Più della metà venivano da primavera, giovanili o giovani in prestito. Se definisci esubero un giovane il problema non era nella vecchia proprietà ma nella mentalità attuale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. 29agosto1926 - 2 mesi fa

    Ripeto. Più sta zitto e meglio è!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Axel - 2 mesi fa

    Quello che mi preoccupa non è lo spendere o meno ma l’incapacità di analisi calcistica che ha Rocco. Lui fa il paragone con l’anno prima, che è l’anno della cessione dei DV (ma il periodo di DV non era certo passato facendo sedicesimi posti, pur piacendomi poco i DV…) parlando di rosa costruita male e non si rende conto di quanto sia costruita peggio questa rosa. Inoltre non si rende nemmeno conto che Drago, Venuti, Milenkovic, Pezzella, Biraghi, Castrovilli, Vlahovic sono refusi di quella rosa precedente. Di nuovo al momento è stato messo poca roba…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dallapadella - 2 mesi fa

      Se come dici è incapacità di analisi, cioè Rocco crede a quanto dice, non è promettente per il futuro. Preferirei che lui sapesse di raccontar qualche piccola balla…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. nacchero - 2 mesi fa

    eh no invece ora è assemblata bene vai. . .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. purplerain - 2 mesi fa

    Su Chiesa ha perfettamente ragione ma sono stati commessi diversi errori nella gestione del suo caso, il primo fu quello di Rocco che doveva mandarlo via un anno prima, ma si impuntò per non passare come il presidente che arriva a cede il miglior giocatore.
    Poi gli errori di Chiesa, che evidentemente frustrato dalla situazione ha pensato bene di giocare tutto il campionato di m€r… salvo le ultime partite, poco professionale e poco maturo, come quei bambini che fanno le bizze fino a che non li porti dove vogliono.
    Risultato? l’anno prima poteva andare via a 70 milioni è andato via a 50.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. batigol222 - 2 mesi fa

      Ti sei perso dei pezzi, l’anno prima la juve ha giocato sul fatto che chiesa voleva per forza andare via e minacciava (e l’ha fatto) di non giocare. Su questa base lo volevano deprezzare tirandolo via a massimo 30 milioni o qualcosa del genere. Lui da uomo d’affari si è battuto in prima linea per far valere il valore del giocatore per quello che era, strappando dopo 1 anno di sportellate una 50ina di milioni. Su questa operazione bisogna fargli un elogio, semmai va visto con cosa lo rimpiazzerà

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. jackfi1 - 2 mesi fa

        Questa cosa dei 30 mln dove lhai letta? Su tuttosport? La bozza di accordo che aveva strappato Corvino era largamente migliore di quella portata a casa da Pradè. Poi sicuramente quella di Pradè non è brutta ma non mettiamoci le fette sugli occhi. Corvino si era portato a casa, si diceva, soldi demiral e un altro calciatore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. I'Generale - 2 mesi fa

          Con tutto il rispetto jack, lo stesso discorso vale per l’offerta di corvino, perchè finchè rimane tutto nell’etere si può affermare tutto ed il contrario di tutto… quello che rimane sono solo i fatti, e cieè che chiesa è stato venduto alla juve per 60 milioni cash pagati in 3 esercizi annuali.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. jackfi1 - 2 mesi fa

            Sisi hai ragione. La verità è sicuramente nel mezzo. Era per mettere l’accento sul fatto che non c’è tutto questo motivo di lodare Pradè per l’operazione chiesa

            Mi piace Non mi piace
      2. purplerain - 2 mesi fa

        Può darsi che tu abbia ragione avendo seguito la vicenda meglio di me, anzi, sicuramente perché l’ultima stagione dei DV l’ho baypassata quasi in toto.
        Sul prezzo 30 milioni probabilmente era l’offerta della Juve, ma a giro squadre disposte a darci di più c’erano sicuramente, è che non erano la destinazione “gradita” al signorino.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. I'Generale - 2 mesi fa

          ma lui voleva solo la juve… e qunado il giocatore fa così elimina l’asta e ti metto in posizione prona in fase di trattativa…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. dallapadella - 2 mesi fa

            Infatti la famiglia Chiesa in quello ci ha limitato e averlo venduto a 50/60 post pandemia è stato un buon risultato.

            Mi piace Non mi piace
          2. antonio capo d'orlando - 2 mesi fa

            Generale, non discuto su nulla, ma sul discorso Chiesa che ogni due per tre è sui social rube, lodando società e tifosi e con noi non ha mai fatto un comunicato o intervista, dimostrando amore (non dico alla società) ai tifosi, questo si. La famiglia Chiesa si è dimostrata ingrata verso Firenze e la Viola e credo che nessuno può contraddirmi. Però, signori si nasce, ricchi si diventa! Forza Viola ed abbasso i Chiesa!

            Mi piace Non mi piace
          3. TrePere - 2 mesi fa

            Non vedo l’ora del prossimo scontro al Franchi con i tifosi.
            Ricordo ancora Berti…

            Mi piace Non mi piace
  21. Mazinga z - 2 mesi fa

    Prima di lui La Rosa era assemblata male,dopo di lui peggio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. sinistro viola - 2 mesi fa

    sinceramente preferivo veretout a pulgar..e muriel e simeone a kuamè e boateng..riguardo a chiesa callejon basta chiedere a pirlo e a gattuso..comunque ora è venuta l’ora di assemblare la squadra per lottare dal decimo posto in sù..e non in giù..FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy