Chiesa, il simbolo che trascina la squadra. Ma che peccato vederlo così…

Chiesa è ormai un leader, ma anche i suoi numeri passano in secondo piano

di Redazione VN

L’ultimo baluardo. È il ruolo – ingrato – toccato a Federico Chiesa in una stagione per lui importante ma dimostratasi decisamente poco brillante per tutta la squadra. Come si legge sul Corriere Dello Sport oggi in edicola, infatti, il giovane esterno è stato ed è la colonna portante della formazione viola, il trascinatore che non si arrende mai e ci mette la faccia sempre. Concentrato sul Parma – e c’è da crederci – e con sirene di mercato da mezza Italia e da top club europei, un contratto in scadenza 2022 e una proposta da ascoltare a fine stagione da parte dei Della Valle.

Il clima, la contestazione e il momento difficile della squadra sembrano non averlo intaccato minimamente, anche se dispiace che – ironia della sorte – sia proprio questa stagione che sta culminando nel peggior modo possibile quella in cui i numeri sono stati più dalla sua parte. Dodici reti fra campionato e coppa e 9 fra assist e rigori procurati. Oltre a una maglia azzurra che si è messo per non togliersi più.

Violanews consiglia

Sogno e brusco risveglio: cronaca di una stagione da dimenticare

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy