Il consiglio di Cecchi Gori: “Stravedo per un centrocampista dell’Udinese. Fiorentina, prendilo”

Il consiglio di Cecchi Gori: “Stravedo per un centrocampista dell’Udinese. Fiorentina, prendilo”

Cecchi Gori “innamorato” per un centrocampista dell’Udinese

di Redazione VN

Nell’intervista rilasciata a La Nazione, l’ex presidente della Fiorentina, Vittorio Cecchi Gori, dà anche un consiglio a Rocco Commisso:

Stravedo per De Paul, sarebbe fondamentale per il centrocampo della Fiorentina. E’ uno che fa quasi reparto da solo e poi sa anche segnare, l’avete visto nella partita che l’Argentina ha giocato contro il Paraguay? Magari Pradè potrà sfruttare il fatto di essere stato all’Udinese per avere una via preferenziale.

Pedullà: “Bennacer, Fiorentina aspetta l’ultimo sì”

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fungaccio_VIOLA - 4 mesi fa

    A torto o a ragione…… Ma un modo pe’ fallo sta zitto pe’ sempre su argomenti che riguardano la VIOLA un c’è….?!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bura_2831690 - 4 mesi fa

    Non è che sia proprio uno sconosciuto, praticamente ci “stravedono” quasi tutti da almeno un anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ceruttigino - 4 mesi fa

    l’occhio che scovò bati è sempre in gran forma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 4 mesi fa

      Peccato che ci vide male su nedved e thuram

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ilRegistrato - 4 mesi fa

    L’innominabile si intende di calcio piu’ o meno come si intende di cinema e di gestione aziendale. Ha ereditato quello che in Italia era un monopolio di fatto del settore e nel giro di sette anni (Mario e’ morto nel 1993, nel 2000 ormai il gruppo era sia’ in grandissima difficolta’ finanziaria) l’ha distrutto. Davvero complimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. robin.b_737 - 4 mesi fa

      Non capisco perché dalla valutazione di un giudizio tecnico-sportivo espresso da un individuo si debba passare ad esprimere valutazioni di tutt’altro genere sull’individuo stesso. Avrà pure dilapidato un patrimonio, ma il suo giudizio su De Paul è semplicemente condivisibile. Punto! Impariamo a confrontarci in maniera corretta e facciamola col pontificare e polemizzare in ogni occasione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilRegistrato - 4 mesi fa

        Infatti l’innominabile siluro’ Radice perche’ non voleva che giocasse a zona. Ha bloccato gli affari fatti Touram e Nedved ad Antognoni, e poi sego’ Malesani perche’ voleva che facesse entrare Robbiati senno secondo lui non si giocava bene. Ambiti diversi, stesso cervello. Io applaudii’ il fallimento perche’ ci liberava di codesto personaggio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ilRegistrato - 4 mesi fa

        Per non parlare di come ha gestito Edmundo, licenza carnevale compresa. Bisogna avere una bella chiorba per gestire le relazioni fra giocatori come faceva l’innominabile.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy