Caso Tornabuoni, arriva la difesa: “Nessun abuso, eravamo autorizzati”

Caso Tornabuoni, arriva la difesa: “Nessun abuso, eravamo autorizzati”

Tra i proprietari di uno dei 38 appartamenti di lusso c’è anche Giuseppe Rossi

di Redazione VN

Su La Nazione si torna sulla questione Palazzo Tornabuoni e i 38 appartamenti di lusso. A replicare alle accuse della Procura ci pensa il manager del gruppo Fingen, Gian Luca Palmieri, già presidente della società Tornabuoni, che ieri all’hotel Four Seasons, affiancato da Jacopo Fratini e con gli avvocati Duccio Traina, Piermatteo Lucibello e Paola Pasquinuzzi, ha incontrato la stampa dopo la notizia della «nuova» inchiesta per lottizzazione abusiva. “Abbiamo eseguito un restauro e un risanamento conservativo così come previsto dalle normative vigenti. Per fare questo, attraverso i nostri tecnici e progettisti abbiamo interloquito sempre con gli uffici del Comune e della Soprintendenza e abbiamo ottenuto tutti i necessari titoli autorizzativi per compiere questo restauro”. Nel secondo filone sono indagati anche i proprietari degli appartamenti: tra questi, l’ex calciatore viola Pepito Rossi.

Violanews consiglia

Pezzella, a Firenze è più di un semplice giocatore. E lui accetta la responsabilità

B. Ferrara scrive: “Gerson & Co. per fare il salto serve il talento di chi ha deluso”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy