Capitan Coraggio se ne va: Badelj, il faro che resterà legato a vita alla Fiorentina

I viola senza di lui perdono molto e sarà dura per Pioli ricominciare con lo stesso schema dell’anno scorso e per Corvino trovare un sostituto all’altezza con il budget che ha in tasca

di Redazione VN

Capitan Coraggio se ne va. Forse al Milan, ma comunque lontano dalla sua Fiorentina, la squadra che ha preso per mano dopo il 4 marzo e a cui resterà affezionatissimo, nonostante una scelta professionale diversa. Dopo la scomparsa di Astori, Milan Badelj ha scelto di diventare la guida, il faro (come chiamava Davide) e l’esempio da seguire in una squadra decisa a rispondere al dolore con l’orgoglio.

E capitano, con la fascia che adesso passerà a Pezzella. Lascia Firenze per una nuova avventura, ma resterà legato alla Fiorentina per sempre. I viola senza di lui perdono molto e sarà dura per Pioli ricominciare con lo stesso schema dell’anno scorso e per Corvino trovare un sostituto all’altezza con il budget che ha in tasca. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

 

Violanews consiglia

Si pensa già al dopo Badelj: tutti i nomi per il centrocampo della Fiorentina (le schede)

Badelj, ciao Fiorentina: il croato non rinnova. Ma non andrà al Milan

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. leandro.gol_358 - 3 anni fa

    Analisi perfetta, Badelj spinge da anni per un contratto economicamente più favorevole, arrivato a Firenze dalla Germania e rilanciato come tanti altri giocatori dalla Viola, avuto vetrina internazionale ha pigiato sull’accelleratore. Abbiamo altrettanti giocatori validi nel campionato italiano che saranno più motivati di lui nel vestire la nostra maglia. Infine non ci saranno troppe difficoltà nemmeno per assegnare la fascia: Pezzella, Veretout, Chiesa solo per fare alcuni nomi, troveremo un valido sostituto. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. STEFANO - 3 anni fa

    La Fiorentina con Badely perde un Grande Uomo che ha saputo guidare i ragazzi dopo la tragedia di Davide, ma cone giocatore si può sostituire senza nessun problema. Non mi sembra che con lui in campo avessimo un elemento essenziale che faceva diga a centrocampo e che segnava tanti goal con i suoi inserimenti…ne l’umo ne l’altro. Quindi dispiace per l’Uomo ma non per il giocatore. Inoltre se amava Firenze sarebbe rimasto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy