Cambia la regola sul fallo di mano: no fischio su tocchi involontari

Da luglio novità sui falli di mano

di Redazione VN

L’Ifab, l’organismo internazionale che stabilisce le regole del calcio, ha archiviato l’accidentalità nel fallo di mano, dopo averla sdoganata due anni fa. Come scrive il Corriere dello Sport – dal luglio prossimo il tocco casuale del pallone con la mano o con il braccio, quindi né intenzionale né colposo, non invalida l’azione che porta al gol. A meno che non si tratti dell’ultimo o del penultimo tocco: se però assist o gol toccano accidentalmente il pallone con la mano, la rete resta valida. Se il vantaggio arrecato dal fallo di mano sarà invece evidente, si procederà con l’annullamento. L’obiettivo di questa riforma – scrive il quotidiano – è quello di circoscrivere l’applicazione del fallo di mano alle ipotesi della volontarietà e della colposità, quest’ultima desumibile da posture considerate innaturali (mani staccate dal corpo o sopra l’altezza delle spalle o, ancora, larghe nella caduta). Stesso discorso per i difensori: non più solo una valutazione della posizione delle mani rispetto al corpo ma anche postura o intenzionalità della giocata.

Pezzella
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)
1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. batigol222 - 1 mese fa

    Fanno bene, anno scorso era diventata una barzelletta. Ci saranno sempre delle terre di nessuno

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy