Calcio spaccato, provare a giocare o no? Intanto la FIFA propone il maxi-mercato

Calcio spaccato, provare a giocare o no? Intanto la FIFA propone il maxi-mercato

Le fazioni in gioco

di Redazione VN

Il Corriere della Sera propone un’analisi sulla situazione che si sta venendo a creare tra i club di Serie A in relazione all’emergenza che ha fermato il calcio. La discussione non è più su quando ripartire, ma se farlo oppure no. Urbano Cairo, presidente del Torino, è fra chi sostiene che, semmai si riuscisse a ripartire, si dovrebbe finire non oltre giugno. Le fazioni sono tre: chi vuole finire il campionato (Lazio, Napoli, Roma, Sassuolo, Cagliari), chi vuole congelare la classifica (Milan, Inter, Samp, Genoa, Brescia) e chi tiene posizioni più moderate (le altre, Fiorentina compresa).

Oggi è previsto un incontro fra la FIGC e le componenti federali come arbitri, giocatori e allenatori, mentre domani verranno esposte al Governo le proposte relative al mondo del calcio. Intanto, la FIFA starebbe studiando un maxi-mercato da agosto a gennaio: secondo il Telegraph, l’idea sarebbe già stata sottoposta ad alcuni grandi club europei e permetterebbe una ripresa più agevole rispetto ad un mercato estivo compresso in un mese.

Dainelli/1: “Momento non facile, i calciatori sono uomini. Il futuro? Cambierà un po’ tutto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy