Borracce nominali e cibo in confezioni sigillate: la Fiorentina ai tempi del Coronavirus

Borracce nominali e cibo in confezioni sigillate: la Fiorentina ai tempi del Coronavirus

Lo staffo sanitario della Fiorentina ha esposto ai giocatori alcune regole per cercare di contenere il virus

di Redazione VN

Lo staff sanitario della Fiorentina, guidato dal dottor Luca Pengue, ha esposto a più riprese ai giocatori le misure di tutela da seguire. La distanza di sicurezza, il modo corretto per consumare cibi e bevande. A proposito: già da tempo la Fiorentina si era dotato di borracce nominali per evitare che i giocatori se le scambiassero. E per adesso si continuerà in questo modo. Il cibo – scrive il Corriere Fiorentino – viene e verrà consegnato agli atti in confezioni monodose sigillate. Anche in questo caso erano misure già consolidate che, però, verranno applicate con maggior rigore. Lo staff sanitario, inoltre, sta provvedendo a misurare la temperatura corporea con termometro digitale, due volte al giorno. I dati che vengono raccolti sono conservati. I giocatori hanno nord da seguire anche all’interno dello spogliatoio. Ad esempio devono riporre gli armadi i vestiti e non lasciarli nell’area comune mentre sono in campo per l’allenamenti. 

Allenamenti, regole, rischi: sarà come un ritiro estivo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy