Antognoni /2: “Della Valle, mancato rapporto diretto con la città. Cecchi Gori? Ho dovuto frenarlo”

Antognoni /2: “Della Valle, mancato rapporto diretto con la città. Cecchi Gori? Ho dovuto frenarlo”

La bandiera viola e le sue considerazioni sul passato nella Fiorentina

di Redazione VN

Giancarlo Antognoni, dirigente della Fiorentina, ha parlato a La Stampa del passato in viola e dei proprietari antecedenti a Rocco Commisso:

Mi volle Ugolini, diceva che ero come il campanile di Giotto e non potevo certo esser ceduto. Arrivammo vicini allo scudetto con il Conte Pontello: sfrontato, severo e simpatico era deciso a sfidare Agnelli. Cecchi Gori invece aveva i suoi pupilli e a volte ho dovuto frenarlo, ma che rimpianto il mancato arrivo di Thuram! Con i Della Valle è mancato un rapporto più diretto con la città, ma dalla C2 siamo arrivati alla Champions League

Antognoni: “Portandoci a Wall Street, Commisso mi ha fatto capire il suo spessore”

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 2 mesi fa

    CG era un presidente che investiva e qualcosa si vinceva, questi altri invece tiravano i remi in barca sperando che con 4 soldi si potesse vincere qualcosa lo stesso. CG è fallito ma la società calcio era sana, quindi investire significava pure tenere i conti in ordine, quest’altri nonostante i pochi investimenti avevano i conti in ordine per un pelo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gio viola - 2 mesi fa

      I dv hanno fallito.punto

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy