Andamento troppo lento: Fiorentina, numeri desolanti

Nel girone di ritorno la Fiorentina ha vinto solo due volte in 11 partite

di Redazione VN

Il Corriere Fiorentino analizza i numeri della squadra di Stefano Pioli. I pareggi sono 15, solo il Valencia – considerando Serie A, Lega, Premier League, Bundesliga e Ligue 1 – ne ha collezionati di più. Non solo. In ben 9 occasioni la Fiorentina si è fatta raggiungere dopo essere passata in vantaggio. E’ successo contro Torino e Roma sia all’andata che al ritorno, Sampdoria, Cagliari, Frosinone e Inter. In tre casi invece (con Sassuolo, Sampdoria al ritorno e Udinese) i viola sono arrivati al pari in rimonta. Gli altri tre pareggi, con Bologna, Genoa e Napoli, sono frutto di altrettanti 0-0. Una pareggite acuta che ha lanciato la squadra verso il record assoluto nell’era dei tre punti, ad oggi detenuto dall’Inter di Mancini 2004-05 e dall’Empoli di Sarri 2014-15. Furono 18 i pareggi per queste due squadre.

Per quanto riguarda le vittorie, queste sono ferme a 8, al pari di Genoa, Cagliari e Spal. Peggio hanno fatto solo Sassuolo (7), Udinese, Empoli e Bologna (6), Frosinone (4) e Chievo (1). Statistica che diventa più inquietante se si pensa che i primi due successi, contro Chievo e Udinese, sono arrivati nelle prime due giornate. Da settembre ad ora i viola hanno vinto soltanto sei gare, di cui 2 (in 11 partite) nel girone di ritorno. Dal giro di boa la frenata è stata netta. La Fiorentina è al 12esimo posto con 13 punti frutto di 2 vittorie, 7 pareggi e 2 sconfitte. In questo modo ha perso 8 punti dal Torino, 7 dall’Atalanta, 5 dalla Roma, 3 dalla Lazio e dalla Sampdoria.

La difesa è crollata: sono 20 le reti prese nelle 11 partite giocate in campionato nel 2019 e solo contro il Napoli la porta è rimasta inviolata. Inoltre sui 38 gol subiti in totale, ben 20 sono arrivati negli ultimi 15 minuti del primo o del secondo tempo.

vnconsiglia1-e1510555251366

Pareggite in Europa: la Fiorentina è seconda

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy