Ancora Sanchez: “Ho lavorato duro per un’altra occasione. In difesa mi trovo bene, Insigne…”

Le parole del giocatore della Fiorentina, intervistato questa mattina dal Corriere dello Sport-Stadio

di Redazione VN

Vi proponiamo un altro estratto dell’intervista rilasciata da Carlos Sanchez questa mattina al Corriere dello Sport. Tra i temi analizzati ci sono anche le settimane passate ai margini della squadra dopo un avvio di stagione di ottimo livello: “Cosa ho pensato? Che è sempre questione di pazienza – afferma Sanchez -. Ho cercato di analizzare gli input dell’allenatore. Sapevo che prima o dopo avrei avuto un’altra possibilità e ho lavorato per conquistarmela. L’uno contro uno con Insigne? Contro calciatori di altissima qualità è sempre faticoso, oltre che pericoloso, perché con una giocata possono cambiare il destino di una gara. In difesa mi trovo bene ma cambiano le cose rispetto al centrocampo. Quando sei in mezzo devi avere due occhi davanti, per vedere come far ripartire l’azione, e due dietro. Abbassarsi di una linea significa dover guardare quello che succede di fronte a te stando a non commettere il minimo errore, perché lì non hai paracadute. Cambia la responsabilità che uno ha sulle spalle. I tifosi? Per noi sono decisivi. Fanno parte della squadra, sono il giocatore numero 12 e non è un modo di dire”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. frank1926 - 4 anni fa

    Sanchez ha sbagliato mezza partita ed è stato fuori per settimane.
    Zarate ha risolto 4 partite da solo, ha sbagliato 2 minuti ed è stato ceduto.
    Tomovic sbaglia da 2 anni, ci ha fatto perdere una decina di partite da solo ed è stato promosso capitano.
    Mah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy