Amerini consiglia: “Chiesa resta. Ibra è il massimo a gennaio”. E Castrovilli può migliorare

Amerini consiglia: “Chiesa resta. Ibra è il massimo a gennaio”. E Castrovilli può migliorare

L’ex viola compara la sua Fiorentina con quella di Commisso. E parla dei giocatori in rosa

di Redazione VN

L’ex viola Daniele Amerini ha rilasciato una lunga intervista a La Nazione, dove si parla a 360° di Fiorentina: “La mossa più bella? Aver azzeccato gli acquisti di Ribery e Caceres. Nessuno forse avrebbe immaginato il rendimento dei due, invece…”. Il francese prende sempre la decisione giusta, l’uruguaiano ha portato solidità e ruvidità, ma non sono gli unici che hanno stupito: “Castrovilli era il meno conosciuto del nuovo gruppo. L’allenatore deve aver visto in lui un potenziale enorme e ha visto bene. Gioca in un ruolo complicato, ma deve migliorarsi soprattutto in una cosa: nel gioco senza palla. Al momento che lo farà bene sarà davvero un top player”. Anche Chiesa può migliorare ancora, soprattutto in zona gol (“può segnare 15 reti”) e consiglia al n° 25 di rimanere alla Fiorentina.

Sull’ambiente che si respira con l’arrivo di Commisso, Amerini ricorda la ‘sua’ Fiorentina: “In lui ho rivisto moltissimo la forza e la voglia di fare bene delle prime stagioni di Mario e Vittorio Cecchi Gori”. E da procuratore arrivano anche consigli sugli acquisti da fare a gennaio: dall’estate l’ex viola punta su Tonali, mentre su Ibrahimovic “Per una soluzione a breve scadenza Ibra è il massimo. Segnerebbe tanti gol portando entusiasmo. Stile Ribery”.

Gli imprescindibili: Montella riparte da tre certezze

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. IguanaFlorence - 1 mese fa

    Io è un po’ che lo dico: se a gennaio (dico, SE) non siamo lontani dal quarto posto, allora via Vlahovic in prestito, meglio se in serie A, e dentro Ibrahimovic, con Pedro come vice. Sarebbe una mossa grandiosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy