«Alla prossima la partita finisce»: insulti razzisti a Dalbert, l’Atalanta ora rischia

La ricostruzione e le prospettive

di Redazione VN

Su La Gazzetta dello Sport si parla degli insulti razzisti rivolti a Dalbert durante Atalanta-Fiorentina. Microfoni e telecamere non hanno percepito le offese, Orsato sì e infatti ha avvertito il responsabile dell’ordine pubblico di procedere con il primo avvertimento allo stadio. «Alla prossima la partita finisce», il labiale del direttore di gara dopo la diffusione del messaggio tramite gli altoparlanti, accolto dai fischi dei tifosi atalantini. Dopo tre minuti si è ripartiti e nessun insulto è più stato udito. Per ipotizzare eventuali sanzioni all’Atalanta occorrerà capire cosa ha scritto Orsato nel referto, da lì il giudice sportivo deciderà come procedere.

Violanews consiglia

Atalanta-Fiorentina, bella per tutto tranne che per i buu a Dalbert

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. pino.guastell_9534945 - 1 anno fa

    Date cinque giornate di squalifica del campo, senza la partecipazione degli spettatori, e vedrete che i tifosi dell’Atalanta la smetteranno di essere razzisti. E’ una vergogna per tutto il Paese questo genere di tifo. Basta non se ne può più urlare insulti e cazzate varie contro chi ha la pelle nera. Ma d’altre parte, se un giornalista come Feltri continua a screditare i meridionali chiamandoli terroni, i suoi concittadini di Bergamo sono alla sua stessa stregua che insultano e offendono i giocatori dalla pelle nera. Ma finchè i magistrati si girano dall’altra parte e ritengono goliardie gli insulti di Feltri e dei tifosi dell’Atalanta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dea - 1 anno fa

    Odio bergamo non è un insulto razzista?Eppure si sente ogni domenica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. andrea333 - 1 anno fa

      Non è un insulto razzista. A me risulta che Bergamo sia una città e non un essere umano. Dalbert è stato insultato per il suo colore . L’ignoranza dei razzisti è notevole perché esiste solo una razza quella umana e bisogna condannare senza se e senza ma questi atteggiamenti che hanno segnato e continuano a segnare la nostra società.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dea - 1 anno fa

        Allora secondo te,odio l’africa non è un insulto?quanta ipocrisia.Tutte le domeniche ed in tutti gli stadi si offendono persone,città,giocatori,ecc.ecc,solo perché stanno dalla parte opposta.Anche questi episodi andrabbero

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Dea - 1 anno fa

        Allora odio l’africa non è un insulto? Quanto ipocrisia.Ripeto che tutte le domeniche si insultano persone a prescindere dal colore della pelle,città dal nord al sud,allenatori,dirigenti che vestono un altra maglia e questo in tutti gli stadi.Quello che voglio dire che non è solo un problema di razza ma di ignoranza e odio trasversale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. batigol222 - 1 anno fa

          Sono d’accordo, il ceppo fondamentale è l’odio che c’è nel calcio, non si incita solo la propria squadra ma si odia e si manifesta questo odio verso l’altra. Da lì a fare un coro razzista è un attimo. Anche perchè non ha alcun senso fare un buuu a Dalbert quando hai in squadra uno dei tuoi giocatori simbolo come zapata, presente in quel momento sullo stesso campo. E’ solo un modo per dare fastidio e schernire l’avversario, appunto per questo odio viscerale che hai nei suoi confronti.
          Chi non ammette questo non è onesto, lo dico da fiorentino. Ma queste sono dinamiche che verranno capite nei decenni, non tutto quello che “è sempre stato così” rimarrà così

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. batigol222 - 1 anno fa

          Ciò non toglie che gli insulti razzisti vadano puniti con forza: si inizia dalle offese più gravi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il Viola di Gallipoli - 1 anno fa

      Quindi per te è giusto essere razzisti perchè vi gridano “odio bergamo”?
      Facevi meglio a non scrivere niente, hai solo confermato la “qualità” della tifoseria atalantina…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy