Vertonghen o chi per lui: ecco chi cerca la Fiorentina per la sua nuova difesa

Vertonghen o chi per lui: ecco chi cerca la Fiorentina per la sua nuova difesa

Il nome del calciatore belga è emerso oggi con forza, ma non è un mistero che i viola puntino comunque un certo profilo per la retroguardia del domani

di Redazione VN

Del resto, si sa: con il pallone fermo spesso a prendere il sopravvento è il calciomercato, un po’ come succede nei mesi estivi. Purtroppo in questo caso i motivi sono stati altri, fatto sta che quelle appena passate sono state in casa viola giornate di voci relative alla difesa della nuova Fiorentina che verrà. Specie dopo una (quasi) annata durante la quale il centrale che sarebbe dovuto essere il leader del reparto non sempre ha convinto, anzi. Ovvero, capitan German Pezzella. Secondo molti uno tra lui e Nikola Milenkovic verrà ceduto, secondo alcuni addirittura entrambi per fare cassa e rivoluzionare quella parte di squadra in toto. Ipotesi, questa, davvero difficile da prendere in considerazione, almeno per il momento. Quello che è certo, è che Daniele Pradè da quando è tornato in riva all’Arno la scorsa estate si è messo alla ricerca di un certo tipo di difensore centrale: esperto, di caratura internazionale, ma soprattutto bravo a far partire l’azione da dietro. La mente, ovviamente, vola subito a quel Gonzalo Rodriguez che ha rappresentato nella prima gestione di Vincenzo Montella ma anche in quella successiva di Paulo Sousa un elemento imprescindibile. Non è semplice trovare un profilo del genere, il nome di Jan Vertonghen (la scheda) può andare in quella direzione, seppur con alcune differenze. Sicuramente, il d.s. viola è a lavoro per raggiungere un obiettivo di questo tipo. Che sia Vertonghen o chi per lui, poi, è un altro discorso.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Labaroviola72 - 1 mese fa

    Pezzella ha subito due infortuni gravi identici, a breve distanza, non lo giudicherei solo per questa stagione. Inoltre sta entrando nella migliore eta’ per un difensore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Felipe - 1 mese fa

    Fare assa vendendo i migliori non mi sembrava fosse la politica di Rocco, ma sembra invece essere la strategia dei giornali filo gobbi ( la Nazione in primis )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. IachiniNoo - 1 mese fa

    Il primo passo verso una rosa importante e’ mantenere tutti i migliori in squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vichingo - 1 mese fa

      A modesto parere,e con la massima educazione:
      Per aver una squadra, possibilmente,sempre più di spessore,un si possono tenere,5,6,stessi titolari,per troppo.
      A maggior ragione,se subisci 45-50 reti ogni anno,e non hai un Toni,per dire,a quel punto si passava anche sopra i 3-1,4-2.
      Andando avanti per un periodo con alcuni, stessi titolari,sí.
      Ma se,putacaso,qualcuno di essi non rende più, perché i suoi movimenti son diventati leggibili, perché é calato notevolmente,bisogna puntare su qualcuno di meglio,prima che si svaluti troppo.
      Stessa logica,si può anche vendere qualcuno nel momento migliore,davanti ad offerte buone,se necessitano altri acquisti.
      In più,se si ha bisogno di determinate caratteristiche,inutile tenere chi non le ha.
      Se si vuol fare una squadra decente,nessun problema ; ma per far una squadra importante,un ci vuole solo qualche che sia “migliore”in ottica nostra,ma che lo sia a livello europeo.
      Detto più terra terra,bene tenere (solo)alcuni migliori,ma integrarli con diverse,e buone,facce nuove.
      Saluti e forza viola

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy