Toccato il fondo. I Della Valle cosa pensano di questo “spettacolo”? Addio al sogno settimo posto

Toccato il fondo. I Della Valle cosa pensano di questo “spettacolo”? Addio al sogno settimo posto

La Fiorentina si è spenta, non reagisce più. Qualche colpa, Pioli, ce l’ha, ci mancherebbe, ma i problemi, quando ci sono, spesso partono dall’alto. Cosa facciamo fino al 23 (o 24) aprile? Ci giriamo i pollici?

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Presa a pallonate dal Cagliari. Ripetiamo: il Cagliari, con tutto il rispetto, non il Barcellona. La triste realtà a tinte viola, purtroppo, è questa. La Fiorentina si è inabissata in una serata ventosa, durante la quale non è riuscita ad effettuare nemmeno un tiro in porta, fatto salvo quello vincente di Chiesa. Il passivo poteva essere più largo se non fosse stato per i gol giustamente annullati a Joao Pedro e a Cigarini. Una prestazione imbarazzante, la peggiore della stagione perché, a differenza di altre volte, la formazione gigliata non ha reagito. Questa volta non c’è stato il famoso cuore che la squadra ha sempre dimostrato di avere.

Martedì, prima della messa in ricordo di Davide Astori, i Della Valle avevano spronato i giocatori a credere ancora all’Europa attraverso il campionato. La Fiorentina, un segnale, lo ha dato, ma opposto a quello sperato. Pezzella & co, intristiti dal decimo posto, si sono spenti. La mente di molti tifosi è tornata all’aprile 2017 quando, alla vigilia della partita di Palermo, Andrea disse di aver guardato negli occhi la squadra. Risultato? 2-0 per i rosanero, a un passo dalla Serie B.

Già, i Della Valle. Cosa pensano di questo “spettacolo”? Sono contenti di vedere la loro creatura galleggiare nell’anonimato di metà classifica, incalzata da Sassuolo e Parma? Il sogno – e che sogno – settimo posto rischia di essere lontano dieci punti alla fine del weekend. Ipotesi tutt’altro che irrealizzabile visto che Atalanta e Torino, appaiate a quota 44 punti, giocheranno rispettivamente contro Chievo e Bologna. Quando a far notizia è la presenza dei due fratelli (o meglio: di Andrea), e non la loro assenza, vuol dire che qualcosa non va. I tifosi sono delusi e arrabbiati nei confronti dei patron e dei loro uomini di fiducia. Corvino in primis. L’estate scorsa ha speso fior di milioni, ma gli investimenti non stanno dando i frutti sperati. La Fiorentina rischia addirittura di far peggio della scorsa stagione. Troppe scommesse (ma se non le conosciamo è un problema nostro. Cit) e troppi pochi Giocatori con la g maiuscola. Il fallimento è sotto gli occhi di tutti. Da altre parti scatterebbe l’esonero. Non a Firenze dove il Dg ha carta bianca e la promessa di guidare il settore giovanile. Qualche colpa, Pioli, ce l’ha, ci mancherebbe, ma i problemi, quando ci sono, spesso partono dall’alto.

Il risultato è desolante: campionato finito alle idi di marzo, dieci amichevoli da giocare e due settimane di sosta all’insegna delle critiche. Resta solo la Coppa Italia, ma alla partita di Bergamo manca più di un mese. Il rischio di staccare la spina adesso c’è. Riattaccarla solamente nella settimana che porta al big match con l’Atalanta non è facile. Cosa facciamo fino al 23 (o 24) aprile? Ci giriamo i pollici?

50 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Claudio50 - 4 mesi fa

    Colpa dei DV di Corvino di Pioli. Non possiamo pretendere di cacciare i DV, ma contestare pesantemente Corvino e Pioli si puo’ fare eccome, Se siamo convinti che Corvino sia il primo responsabile dei bidoni che ha portato a Firenze avallati da Pioli. Anche per dare una scossa alla societa’ e alla squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Zeno - 4 mesi fa

    In questo sito, come nella vita, nn esiste un equilibrio ed un metro di giudizio che possa essere condiviso. Non per niente abitiamo nella città delle contraddizioni dove le persone vivono dei fasti del passato salvo accorgersi che, oramai, Firenze, in quanto a importanza, viene solo considerta per la cultura e l’arte che, come tutti sanno, “non da da mangiare a nessuno”.
    Da buoni Guelfi e Ghibellini, gli uni e gli altri, si sfidano a singolar tenzone e, pur di portare avanti le proprie convinzioni, sono capaci di rinnegare l’evidenza.
    Cominciamo con i Della Valle. Assenti ingiustificati, interessati al calcio quel tanto che basta per dire di esserci, ottimi imprenditori e poco conoscitori del mondo del pallone da non saper scegliere nemmeno uno dei personaggi di cui si circondano. Non inganni l’arruolamento di Antognoni e Salica, messi apposta per placare gli animi della piazza e che, dal lato decisionale contano come il due di pichhe.
    I capitani di ventura, Cognini, Corvino e Freitas (in misura minore) sono inadatti al ruolo che ricoprono per noi tifosi ma ottimi per loro che vedono le cose diametralmente opposte alle nostre.
    Venderanno la Fiorentina solo a fronte di un offerta di 300 Milioni che, onestamente, oggi è il valore del comparto ma, sperare in qualcuno che metta sul piatto questa cifra è da pazzi a meno che non arrivi il solito sceicco o il solito stupido cinese che vuol farsi bello.
    Noi qui a bestemmiare ma cosa contiamo noi? N I E N T E! E’ si, ragazzi, mi dispiace dirvelo soì, brutalmente, ma io, voi, i tifosi non contiamo un C…O, fatevene una ragione.
    Mi fanno ridere quelli che evocano sommosse popolari, azionarato o i vari Aleotti o i Menarini che non appariranno mai.
    Bisognerebbe che i Della Valle avessero dei consiglieri che intendono di calcio e che chiedessero a questi i rimedi per fare calcio, quel calcio a cui nessuno chiede lo scudetto o l’Europa League ma stagioni che ci appassionino e che ci facciamo sperare fino all’ultimo di vincere qualcosa.
    Hanno tentato ma, presa la scoppola Gomez-Rossi hanno tirato i remi in barca e navigato con il favore del vento (autofinanziamento).
    Mi dispiace ma difficilmente Corvino andrà a casa (dove lo trovano un altro che gestisce il comparto economico come lui e si attira tutte le responsabilità?) e Pioli, alla fine (male peggiore perché un allenatore non allenatore come lui è difficile trovarlo) rimarrà a deliziarci con i suoi moduli inventati lì per lì.
    Quindi ragazzi, tanto Malox e tanta speranza nei giorni futuri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-2073653 - 4 mesi fa

    Cosa pensano i Della Valle…ma secondo voi gliene frega qualcosa???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Up The Violets - 4 mesi fa

    Ma perché, secondo voi i Della Valle sanno qualcosa di questa situazione pur da loro stessi creata, richiamando Corvino a rinnegare tutto quanto di bello e buono era stato costruito dalla precedente gestione tecnica? No, certo che non ne sanno niente.

    Io, se vedessi un mio dirigente spendere centotrenta (CENTOTRENTA) milioni in due anni per una squadra che prima finisce all’ottavo posto per il secondo anno di fila e poi nella stagione in corso verosimilmente peggiorerà ancora questo già pessimo risultato, che non vince nulla e mi fa perdere per tre anni di fila i soldi della qualificazione all’Europa League, sarei imbestialito. Avrei già fatto piazza pulita di tutti quelli che ci hanno ridotti così, senz’aspettare semifinali e ca***te affini. Avrei già scelto un nuovo dirigente e iniziato con lui, a cominciare dalla presa di contatti con il nuovo allenatore designato, a progettare l’ennesima rifondazione da concretizzare poi subito, a fine maggio, senz’attendere oltre.

    E invece niente. Ogni tanto li vedi comparire in tribuna, specie quando l’avversario veste a strisce. Ma ormai rifuggono anche le interviste del postpartita, lasciando lo stadio nell’intervallo per poi far pubblicare sul sito ufficiale due righe di commento prestampato a seconda del risultato finale. È tutta colpa di Pioli ma Pioli non si tocca, Corvino 4ever <3 <3 , i giocatori devono continuare a lottare anche se sono a -800 dal pur mediocre settimo posto indicato come obiettivo stagionale, e finita l'ennesima figura da pellai come quella di ieri sera si ricomincia con il solito teatrino mediatico di "ultime spiagge per l'Europa League", poi puntualmente mancate a causa dell'ennesima prestazione in linea con il valore della squadra, ossia da medio-bassa classifica. Un punto nelle ultime tre partite con il Cagliari (il Ca-glia-ri), repetita iuvant. Come dite, lo stadio nuovo? Va be', per presentare il progetto c'è sempre tempo nei prossimi sei mesi, anche se il Comune (caso più unico che raro, nella palude burocratica italiana) ha fatto di tutto per accontentare la società nella scelta del sito, ha concesso a tempo di record le autorizzazioni e ha sbloccato tutti gli ultimi possibili intoppi.

    E questo perché? Semplice: l'interesse di questa proprietà nei confronti della Fiorentina è talmente scemato che ormai non guardano più neanche i risultati o la classifica, ma solo il saldo di fine gestione. Pur avendo dilapidato in operazioni mediamente tragicomiche dal punto di vista sportivo un vero capitale proveniente dalle cessioni di ciò che rimaneva della Fiorentina di Pradè, Corvino è comunque riuscito a chiudere le ultime due stagioni in attivo, sebbene molto risicato (poco più di tre milioni nell'arco degli ultimi due anni). L'allarme, per i due fratellini, scatterebbe solo in caso di saldo negativo tra entrate e uscite, non certo per una partita nella quale il Cagliari (il Ca-glia-ri) ti segna due gol, se ne vede annullare altri due, piglia una traversa clamorosa e ti spedisce con tutta probabilità a -10 dal settimo posto, in compagnia del Sassuolo e del Parma neopromosso (che, continuando così, l'anno prossimo si aggiungerà alla lista delle società che negli ultimi tre-quattro anni ti hanno surclassato in tutto). Di tutta questa robaccia inutile da tifosi e rosiconi frega assai, ché siamo gente concreta, noi.

    Ciò significa che questo stato di cose lo dovremo subire per un altro po', dato che ancora qualcosa da raschiare sul fondo del barile è rimasto, tra il centone che arriverà da Chiesa e qualche altra plusvalenza multimilionaria che forse si potrà reperire tra i pur pochi acquisti riusciti, sempre che le astute trovate tattiche di Pioli non deprezzino ulteriormente i vari Veretout e Milenkovic. Altrimenti c'è Pezzella, c'è anche Biraghi che fa ridere ma agli occhi degli strisciati sfrutta l'essere titolare nella sgangherata nazionale di Mancini nonostante Criscito e Spinazzola, forse c'è perfino Benassi che ha beccato la stagione della vita, almeno quanto a gol segnati. E quel "segno più" che si continuerà a produrre in fondo al documento che riassume il bilancio di fine anno a loro basterà, non importa come sarà stato ottenuto. Tanto non lo sanno mica, per esempio, che Zaniolo e Mancini (per il quale appena una settimana fa il TFN ha dato ancora ragione ad Atalanta e Perugia, bocciando il ricorso della Fiorentina, anche se quasi nessuno ne ha dato la notizia: http://www.corrieredellosport.it/news/calcio/2019/03/09-54310845/caso_mancini_il_tfn_da_ancora_ragione_a_perugia_e_atalanta/) sono stati allegramente regalati mentre qua si spendevano dieci milioni per Benassi e soprattutto nove per Vitor Hugo… L'importante è il risultato, come direbbero Corvino e Pioli dopo il centoduesimo pareggio di fila "che però allunga la striscia d'imbattibilità", cit.

    In sintesi: capisco che a un rosicone e lenzuolaio faccia male vedere la Fiorentina ridotta così, ma non vi dannate troppo l'anima richiedendo esoneri, cacciate e rivoluzioni varie. Niente di tutto ciò accadrà realmente finché non resteranno più plusvalenze sufficienti a rendere conveniente l'affare-Fiorentina. Con questo inesorabile e continuo indebolimento della squadra è un qualcosa che accadrà, ma non a breve termine. Solo due sono le possibilità di accelerare i tempi: 1) che prima o poi si decidano a presentare il progetto definitivo dello stadio, invogliando acquirenti che ovviamente adesso si guardano bene dal presentare offerte, visto il rapporto qualità-prezzo richiesto per una società che non ha patrimonio immobiliare di sua completa proprietà ad eccezione del centro sportivo, che poi in realtà sono i sussidiari del Franchi un po' riadattati. Oppure 2) un improvviso e miracoloso slancio d'orgoglio che spinga almeno uno dei due fratelli a riprendere in mano la situazione e a garantire un livello d'investimenti e di programmazione tecnica adeguati a una società qual è la Fiorentina, esattamente come Andrea fece nell'estate 2012. Le due opzioni possono anche verificarsi in contemporanea, ma è chiaro che soprattutto nel secondo caso saremmo davvero nel campo del soprannaturale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. unial5_10119788 - 4 mesi fa

      130 ml e loro non sano nulla? La città del giglio e tanti gigli a farle contorno. 20.000 esattamente. La società dei mille rivoli di spese, che uniti fanno decine di milioni, che possono essere sbandierati all’opinione pubblica. Altro che braccini, loro spendono. Come? Questa è un’altra domanda.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 4 mesi fa

        Dati Transfermarkt, eh. Non mi sto inventando nulla. Dalle cessioni negli ultimi due anni sono stati ricavati 132,75 milioni. Ne sono stati spesi 129,5.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Elmauri - 4 mesi fa

      Bravo, bravo, bravo. Concordo in pieno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BatiBatigol - 4 mesi fa

    Questa squadra ha fatto anche troppo..abbiamo giocato tutto l’anno senza centrocampo, senza un terzino destro, senza una vera punta centrale. Corvino se ne deve andare! Un direttore mediocre che sa fare solo squadre mediocri con giocatori mediocri e un allenatore mediocre! Noi non siamo il Lecce ne il Bologna , noi siamo la Fiorentina!! E non ci accontenteremo mai della mediocrità!!! Finché Corvino rimane sarà solo questa la parola d’ordine…MEDIOCRITÀ!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. violaebasta - 4 mesi fa

    Cosa pensano i fratellini di questo spettacolo? Credo che pensino come diceva un mio ve chio amico:” IMPORTARE SEGA”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Julinho - 4 mesi fa

    Sono dell’idea che il ciclo dei Della Valle sia esaurito. Ma purtroppo non vedo all’orizzonte chi possa far fare il salto di qualità alla Fiorentina. In genere tutto il nostro calcio, all’infuori di Lei che ha ancora oggi dietro la Fiat e i capitali dei gruppi della famiglia Agnelli, arranca e non è all’altezza di squadre di livello come Barcellona, PSG, Bayern Monaco, Real Madrid, Manchester, Chelsea, Arsenal etc. Tutte le nostre squadre, anche quelle che hanno buone proprietà, arrancano e sono una di categoria sotto i migliori club europei. Napoli, Inter, Milan, Roma non riescono ad avere rose complete all’altezza e arrivano comunque dopo. Alla Roma tra l’altro l’allenatore è stato appena mandato a casa ma non è che con Ranieri la situazione si risolverà. A Napoli hanno Ancelotti, un top, ma sono inesorabilmente dietro. Dell’Inter e del Milan meglio non parlare.
    Le altre sono gestite tutte meglio della Fiorentina.
    Ieri sera poi mancava tutta l’ossatura del centrocampo. Fuori Veretout, fuori Fernandez. Anche dietro Hugo in panca. Certo non si parla di fenomeni ma è il meglio che abbiamo e che ci ha dato qualche illusione. Era anche prevedibile fare una figuraccia. Purtroppo la qualità dei nostri giocatori, eccetto Chiesa Muriel e altri tre è abbastanza scadente. Per capire che occorreva cercare qualcuno un po’ di spessore lì davanti ci sono voluti mesi e una miriade serie di pareggi, qualche sconfitta, pochissime vittorie, reti quasi inesistenti e finalizzazioni tendenti allo zero per mancanza di qualcuno che la mettesse dentro.
    Di contro una Società sana, con plusvalenze a iosa, investimenti solo su probabili fenomeni in età e area squadra Primavera, moltissimi prestiti, esiguissimi acquisti, abbattimento in verticale del monte ingaggi. Quindi anche un DG (Corvino) che va ringraziato e mandato via quanto prima, poiché se è vero che possa aver ricevuto ordini societari di dar vita a una riorganizzazione al ribasso vergognosa e imbarazzante, ha portato una serie di giocatori impresentabili a Firenze spendendo alla fine le stesse cifre che si possono raggiungere acquistando tre buonissimi giocatori.
    Quindi con la morte nel cuore e un realismo più realista del re vedo la Fiorentina al centro della classifica che si salverà senza patemi d’animo, l’Atalanta che ci farà fuori dalla Coppa Italia grazie anche a Ilicic (giocatore svenduto con imbarazzante e imperdonabile facilità e spensieratezza dal mitico Corvino) e finiremo la stagione in venticinque coglioni allo stadio tanto per tirare a far tardi e passare qualche week end primaverile al Franchi fino alla fine del campionato.
    Quindi se ci fosse un minimo di serietà in senso lato:
    1 i signori Della Valle cedano subito a persone o gruppi seri la Società. Chi verrà dopo dovendo per forza avere un minimo di entusiasmo ci porterà almeno ai livelli di Lazio, Atalanta, Torino;
    2 a Corvino sia dato il benservito entro il prossimo giugno con i ringraziamenti del caso;
    3 si cerchi un allenatore bravo che faccia giocare bene giocatori, anche di livello non eccelso, e abbia capacità di fare un gruppo coeso, monolitico e con qualità di poter non mollare mai fino all’ultimo minuto di ogni partita con un minimo di gioco e di vitalità agonistica per tutta la stagione (quest’anno con una rosa risicata è oggi normale che la benzina sia già finita).
    Almeno così ci sarà una speranza di tornare a divertirsi, a sognare e a non avere più queste ingiuste umiliazioni. Da depressione.
    Nessuno pretende di lottare per lo scudetto. Sarebbe anche assurdo.
    Tutti però ripudiano e rifiutano questa dimensione e questo Limbo che stiamo vivendo specie in questi tre ultimi anni, grazie anche a una proprietà lontanissima da Firenze e dalla Fiorentina che si presenta solo per casuali circostanze e fa gestire il tutto da terzi, anche poco competenti, al pari di uno che a Firenze ha una bella villa e possiede in Calabria una casa di campagna dove ci va due volte l’anno.
    Dio come siamo caduti in basso!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 mesi fa

      Il tuo post è condivisibile in quasi la sua totalità. Quello che mi lasci perplesso è dove dici “Chi verrà dopo dovendo per forza avere un minimo di entusiasmo ci porterà almeno ai livelli di Lazio, Atalanta, Torino”, non perché non sia possibile m dipenderebbe molto dai possibili acquirenti.
      A sapere che la Fiorentina venisse acquistata dal Sunig di turno (Se esistono ancora) sarebbe facile ipotizzare e augurabile quello che tu dici ma i dubbi si chi possa acquistarla sono tanti perché, se da una parte è vero che non la venderanno al Preziosi di turno, è anche vero che oggi il valore della Fiorentina, nella sua totalità non è inferiore ai 300 milioni e trovare chi sborsi quella cifra non è facile.
      Il DS ideale per rilanciare la Fiorentina sarebbe Sartori, che è anche in forte contrasto con Gasperini, ma questo sarebbe il massimo. Ci vorrebbe una figura giovane e vogliosa, oltre che competente. Non sarà facile!
      Il tema allenatore, allo stesso tempo, è una grande incognita e, se non c’è dubbio che Pioli abbia fatto il suo tempo, è anche vero che trovare qualcuno che ci riconcili con il calcio non è facile. Forse De Zerbi? Semplici? A me non dispiacerebbe Petkovic, un po’ fuori dalla mischia e già conoscitore del campionato italiano.
      Comunque la nostra situazione non sarà facile, non dico che ci sia da rifondare completamente la squadra ma certamente c’è da darle più muscoli, più esperienza e continuità.
      I Della Valle non lasceranno. Non perché siano attaccati alla squadra, lo vediamo tutti che sono distanti e che di calcio, perlomeno nella scelta degli uomini, non hanno quella esperienza necessaria, non lasceranno perché sono imprenditori e, come tali, devono chiudere l’affare Fiorentina perlomeno in pareggio.
      Tutto in gestazione e solo loro sanno cosa hanno intenzione di fare, noi, purtroppo siamo spettatori e basta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Dellone68 - 4 mesi fa

      Julinho perfettamente d’accordo con questo post. Sottoscrivo in pieno!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. vecchio briga - 4 mesi fa

      Condivido in toto, aggiungo l’assurdità della cosa in relazione all’imminenza della presentazione di un progetto da 500 milioni, fatto che dovrebbe di per sé generare entusiasmo e voglia di rilancio in primis proprio nei proprietari.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Violaceo - 4 mesi fa

      Certo non hai il dono della sintesi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 4 mesi fa

        O magari altri hanno fieramente mantenuto la stessa soglia dell’attenzione di quando facevano le medie. Io ho letto, ho capito e ho pure condiviso, senza sostanziali difficoltà.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Marco.O. - 4 mesi fa

    Se per un attimo non diamo la colpa alla società quando si perde e anche male (vedi ieri) ma guardiamo come gioca la squadra, ma dico l’unico combattente della squadra (dabo) viene tenuto costantemente fuori anche quando la situazione lo richiederebbe e quando gioca gli fa fare l’esterno, milenkovic in caduta libera non azzecca una partita in quel ruolo da gennaio, veretou (il meglio giocatore l’anno scorso) gli cambi ruolo e diventa il peggiore per quasi tutto l’anno (e non mi venire a dire che cambi ruolo al meglio perchè non hai alternativa) ma è sempre colpa della società? è solo una valutazione tecnico tattica. auguri viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Up The Violets - 4 mesi fa

      E questa gente, ivi incluso chi li allena, chi l’avrebbe scelta e pagata, più di una volta stra-pagata? Si sono comprati da soli? Dicci un po’, dai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user - 4 mesi fa

    Niccolò,a un certo punto ti interroghi se i DV soni contenti di vedere la loro creatura galleggiare incalzata da Sassuolo e Parma.E molto probabile che i DV non sappiano nemmeno che Sassuolo e Parma giocano nella massima divisione di serie A.E sono anche convinto che se chiedi loro quali sono le 20 squadre del campionato manco te le sanno dire…E tu ti fai delle domande? Spero solo, per il bene della Fiorentina e soprattutto dei tifosi che non possono e non vogliono accettare tutto questo,che finalmente,con un ultimo colpo di classe si levino dalle palle il prima possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. zipepp_9397021 - 4 mesi fa

    Purtroppo non basta cacciare Corvino e Pioli se la proprietà stessa non ha progetti. La proprietà non la puoi cacciare, ovviamente, e a nulla serve farsi il sangue amaro.
    Tanto :
    – il progetto è assente
    – la coppa è andata, illuso è chi pensa di giocarsela con un Atalanta inferocita. E noi non siamo come i rigati che hanno in cr7 per la rimonta.
    – l’Europa idem
    – il campionato terminerà con una collezione di perdite e pareggi

    Questa è la realtà. Fondo o non fondo non cambierà mai nulla se non cambia la testa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Fabio - 4 mesi fa

    allora fino a ieri difendevo la società perche , conti a posto ,tifosi molto ordinati , squadra che si comporta bene ( non sul campo)però ora dico basta dopo ieri sera non guarderò piu una gara della fiorentina , non si puo rimanere cosi male dopo una gara di quel genere. riusciamo a far diventare grandi anche le società che lottano per non retrocedere. BASTA ,BASTA MI SONO ROTTO I COGLIONI DEI DELLA VALLE, DI TUTTA QUESTA DIRIGENZA CHE DIMOSTRA DI NON CAPIRE UN CAZZO, E POI ANCHE DI VOI GIORNALISTI , PERCHE SIETE TIFOSI DELLA JUVE E SCRIVETE SULLA FIORENTINA COSI SI AFFONDA ANCOR PRIMA LA NAVE ( se non è gia affondata). Ma cosa ci andate a fare allo stadio,
    l’unica cosa è fare sciopero non andare piu alla partita tanto peggio di cosi non puo andare.VEDIAMO SE QUESTI SIGNORI SI SVEGLIANO. O MOLLANO.COME FECE PONTELLO QUANDO FU VENDUTO BAGGIO ALLA JUVE.ORA QUESTI TI VENDONO TUTTI I MIGLIORI E TI LASCIANO IN TELA DI BRAGHE . E UN LIBRO GIA’ SCRITTO.
    E’ inutile scrivere se Chiesa rimane o va via , ma di cosa stiamo parlando,pertanto è inutile scrivere queste cose.E poi anche inutile inveire sulle altre società juve ,inter, roma ,milan. noi non facciamo parte di quella schiera. ci dovremmo abituare a veder giocare la fiorentina in eccellenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Valdemaro - 4 mesi fa

    Chi prevedeva quest’annata in estate veniva dileggiato da queste mezze teste poco pensanti di leccavalliani.
    Scontato anche il dare addosso al modesto Pioli preso proprio per il suo fare modesto e poco pretenzioso.
    Finchè rimarrano i della valle con quel corvino lì la retrocessione è solo rimandata.
    Contento voi contenti tutti.
    Felice di essermi disintossicato dal tifo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 mesi fa

      E’ vivo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Barsineee - 4 mesi fa

      sai Valdemaro, per una volta sono d’accordo con te. Mi sono disintossicato anche io dal calcio. Settimana scorsa ho staccato anche l’ultimo abbonamento che avevo e sinceramente entro in questo sito una volta ogni tanto quando proprio non ho nulla da fare. In tutto quello che tu dici c’è sicuramente tanta verità, peccato che pochi si ricordano che tu dicevi le stesse cose anche nelle estati di montella e di sousa. Mi ricordo commenti imbarazzanti dopo la sconfitta contro il Siviglia in semifinale di EL. Mi ricordo di persone qua che erano orgogliose dei fischi dopo quella partita persa contro una grande squadra. Ricordi? Ammettiamolo, oggi è molto più facile fischiare non credi? Oggi è semplice. E comunque hai ragione anche sulla retrocessione. Se non fosse che Sky ha bisogno di almeno una decina abbondante di sparring partner per far allenare la Giuvendus per tutto l’anno in preparazione al suo sogno Ciampions. Ecco il significato del campionato italiano di oggi. E fino a quando Sky e co. daranno un sacco di soldi alle squadre giusto per fare da attori non protagonisti della Vecchia Signora … beh i Della Valle rimarranno a mungere fino a quando non arriverà qualcuno ancora più squalo di loro e cercherà di mungere di più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. batigol222 - 4 mesi fa

    Via su ora non si può perdere a cagliari, toccato il fondo addirittura… è una cagliari che in casa è durissimo da battere e noi siamo finiti nelle barbe. Solo la sosta ci può ridare energie. Chiaro che dopo i traguardi non ci sono più, ma non si può chiedere più del possibile a questa squadra. Inutile sbandierare “toccato il fondo”, come se non si sapesse già da inizio campionato che c’erano 7 squadre più attrezzate o per lo meno più pronte di noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. 29agosto1926 - 4 mesi fa

    Per i giornalisti non dovrebbe essere un problema, la maggior parte del tempo fanno solo quello1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 4 mesi fa

      Voi siete gli unici giornalisti che, accortisi di aver fatto dei titoli a bischero, li cambiano. Sapete i vostri limiti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Ghibellino viola - 4 mesi fa

    I discorsi disfattisti li lascio ai gobbi. Qui bisogna che Andrea riprenda in mano la società o che la mettano in vendita. Così non ha senso né per noi tifosi né per loro proprietari. Non metto in discussione le scelte delle proprietà (autofinanziamento) ma è assurdo fare peggio dell’anno scorso, avendo Muriel, Chiesa migliorato e giocatori complessivamente migliori. Cosa fare lo deve decidere la proprietà. Io mi chiederei prima di tutto se per giocare a Bergamo è meglio avere in panchina Pioli oppure un altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. ottone - 4 mesi fa

    Senza alzare troppo i toni che non serve a nulla, basterebbe prendere atto con onestà che IL CICLO DELLA VALLE E’ CHIUSO. Chi in qualsiasi maniera, in nome di un malinteso amore x la Viola, li sostiene E’ COMPLICE DI QUESTA DEBLACHE.
    Esistono modi NON VIOLENTI di fare sentire le proprie ragioni e COSTRINGERE la banda marchigiana a finirla lì di prenderci di per il c…
    UNO DI QUESTI SI CHIAMA BOICOTTAGGIO. Ne avete mai sentito parlare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 4 mesi fa

      Caro Ottone, ma cosa vuoi boicottare. Sky paga una serie di squadre minori per fare da sparring partner alla Giuvendus perché tutti vogliono vedere vincere quelli là. Sono quasi 10 anni che vincono tutto loro vorrei ricordarlo sempre a tutti. Andiamo per cosa? L’ottavo anno di seguito?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Violino - 4 mesi fa

    #dellaballevattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. The Count of Tuscany - 4 mesi fa

    Non oso pensare a quando, tra un paio d’anni e viste le bellissime figure delle italiane nelle coppe, servirà sognare il SESTO posto per accedere alla Europa league2, la coppetta di serie B. Cioè bisognerà mettersi dietro una Inter o Lazio o Milan per andare a giocare in Scandinavia o Cipro. Perché io futuro è questo sia chiaro, quello che ci giochiamo adesso ci verrà tolto prestissimo. Prevedo molti tifosi isterici

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Barsineee - 4 mesi fa

    ai Della Valle non interessa più nulla, come non interessa più nulla ai Pallotta e allo stesso De Laurentis che ha chiaramente capito che lo scudetto non lo vincerà mai. Idi di marzo e scudetto già assegnato con 20 punti di vantaggio. E stiamo andando per il DECIMO ANNO CONSECUTIVO DI VITTORIE!!! E nessuno dice nulla. Iniziamo a chiederci cosa sia il calcio italiano. Napoli che faticherà a vincere la EL, l’Inter stuprata da un Francoforte qualsiasi, tutte le altre? Fuori, umiliate. Qua si continua a pensare ai piazzamenti europei non capendo che il calcio italiano è finito. A marzo noia totale. Solo piazzamenti da assegnare, sapendo che l’Inter non potrà non andra in CL se no Suning esce, che il Milan non potrà non andare in CL perchè se no Elliot esce, che il Milan con tutte le finanze bloccate si compra il migliore centravanti in italia con due soldi pagati nel duemilamai. La coppa italia andrà al Milan o alla lazio, che sarà la squadra sacrificata sull’altare della CL. E voi parlate di fondo toccato? Il fondo l’abbiamo toccato quando si è deciso di giocare il venerdì sera un Cagliari Fiorentina, oppure un lunedi sera oppure quando capitava … tanto il tifoso non conta. Vogliamo solo una partita al giorno da mettere in palinsesto. Ecco il fondo che è stato toccato qui. E fin quando il balocco delle televisioni pompa milioni e milioni di euro dentro il calcio i vari Preziosi, Della Valle, Cairo, Lotito, De Laurentis … continueranno a stare dentro il calcio a godersi le loro amate plusvalenze, contestati da tutti ogni anno. Volete fare qualcosa? Smettete di pagare Sky e DAZN (che però viene sempre super pompata negli articoli su tutti i giornali) e smettete di andare allo stadio. Quando il calcio non farà più utili allora forse tornerà ad essere uno sport. Fino a quel momento accontentiamoci di essere delle tristi e consapevoli comparse in un film dalla trama già scritta.

    Cacciamo Corvino? Avete ragione. Sicuramente è un incompetente che ha fatto fare un sacco di soldi ai Della Valle (per loro è un genio, altro che incapace, gli porta ogni anno un sacco di plusvalenze da mettere in tasca). Volete cacciare Cognini? Avete ragione, un altro incompetente che non merita di stare là (peccato che sia il ragioniere del gruppo Tod’s quindi dubito che sia così incapace, o meglio non ci capisce di calcio ma tanto l’azienda fiorentina serve a fare i soldi non a fare calcio). Mettiamo un bel Antognoni e un bel direttore sportivo fresco e giovane … ma tanto siamo sempre nella stessa situazione. Secondo voi chi vince lo scudetto l’anno prossimo? E la Coppa Italia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ghibellino viola - 4 mesi fa

      Hai ragione la penso come te da molto tempo. Però da tifoso viola mi vorrei divertire di più, lottare per qualche obiettivo tipo andare ogni tanto in champion’s, quest’anno provare a giocarmi la coppa Italia. Per questo non dobbiamo essere la Juve; bisogna però saper fare calcio. E ad oggi bisogna dire che questa dirigenza sta deludendo, che questo allenatore ha fallito. Si può fare calcio in tanti modi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Barsineee - 4 mesi fa

        sono d’accordo con te anche io sono deluso da questa dirigenza e sono deluso da questa proprietà che doveva cacciare pioli e corvino ben prima di oggi. Sinceramente ci potremmo provare ma è un dato di fatto che non si deve mai andare troppo in alto perché non siamo ben accetti. Bayern Fiorentina se lo ricorda qualcuno?

        Purtroppo ci sono un sacco di tifosi che oggi piangono che sono gli stessi che fischiavano la squadra dopo la sconfitta con il Siviglia. A firenze si ha la memoria corta ahimè!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Ghibellino viola - 4 mesi fa

          Fischiavano e gioirono quando ilicic sbagliò il rigore. Mai dimenticare

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. 29agosto1926 - 4 mesi fa

          Quello che dici è da riportare a tutta Europa con qualche piccolo diversivo. In Francai vince sepre il PSG, in Germania il Bayern, In Spagna o Real o Barcellona, in Inghilterra o Liverpool o City. Ma l’unica costante è che vincono sempre i più ricchi, gli altri, volenti o nolenti fanno da allenatori per la Champions, come facciamo noi in Italia. Sarebbe giusto fare come in altre parti del mondo. Un campionato Europeo con le maggiori squadre Europee ed un campionato “reginale” con le altre con promozioni e retrocessioni come succede adesso. Vedremmo delle belle partite e più combattute.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Marco.O. - 4 mesi fa

    la fiorentina non merita di andare a bergamo in queste condizioni, non è accettabile. ricordo che venne esonerato un certo terim e preso un neo patentato mancini e i risultati sono li a raccontarlo. non capisco dove sia il problema . basta prenderne uno per il capo tanto peggio di così non potrà fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. folder - 4 mesi fa

    Altri tempi quelli della manifestazione contro VCG;altri tempi quelli in cui la tifoseria indossava con orgoglio la maglietta con la scritta “Vittorio non è il
    mio presidente”.Oggi ci sono tifosi che difendono senza se e senza ma la peggiore proprietà della Fiorentina;una proprietà a cui interessa solamente la speculazione edilizia mascherata sotto il nome di Cittadella Viola che,incidentalmente,comprende anche uno stadio di calcio( del resto è per questo che sono venuti a Firenze;prima erano simpatizzanti interisti)e fino a quando non ci saranno i permessi di costruzione o il via libera ai lavori questi proprietari non se ne andranno imponendo tutti gli anni stagioni insulse volte solo ad un mediocre galleggiamento a metà classifica.Ditemi:
    avete mai visto ADV o Diego con gli “occhi di bragia” per un pessimo risultato?L’unico commento che ho sentito fare ad ADV:”Andrà meglio la prossima volta”.Ed il sogno 7° posto certifica la loro ambizione nel mondo
    del calcio.Una proprietà di perdenti come sono perdenti il suo Presidente Esecutivo e il suo DG(massime punte di lavoro:Casarano;Lecce e Bologna)e il suo “allenatore” a cui,suppongo presto,verrà dato il premio”Esonero”alla
    carriera o la “panchina di legno”per la sua ottusità.Personalmente ho firmato la petizione per cercare di allontanare questi personaggi da Firenze ma credo servirà a poco:purtroppo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 4 mesi fa

      folder hai ragione. Altri tempi quelli in cui al Franchi non sentivi i laziali cantare FIORENTINO, FIORENTINO, FIORENTINO … e giu di offese. Altri tempi. Pensa a quei tempi al Franchi che si vincesse o si perdesse non si sentivano mai gli avversari. Mi ricordo solo i Doriani o i Veronesi nell’anno del loro scudetto che ci invasero e c’era tutta la Ferrovia loro. Qualche volta la Roma con l’invasione loro ma la Fiesole si sentiva sempre. Adesso silenzio. Gli ultras si fanno le foto per instagram!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. folder - 4 mesi fa

        Se provano a contestare altre parti dello stadio gli fischiano.Buona parte della tifoseria è appecoronata ai DV.Bravi continuate a sostenerli.Continuate ad osannare tale trista proprietà che poi,con le sue “illuminate” scelte ti fa fare figure come ieri sera…perchè,se pensi che la squadra e Pioli siano scarsi,da altre parti il DS e lo stesso allenatore sarebbero già stati allontanati a pedate nel fondoschiena…altro che tifo e i laziali!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. vecchio briga - 4 mesi fa

    Cosa facciamo? La stampa martelli fino alla cacciata di Corvino, i tifosi che contestino in modo pesante. Ecco cosa facciamo. Corvino vattene hai fatto solo danni. VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. violone - 4 mesi fa

    La nostra è una grandissima società che ama Firenze, forse più di quanto noi fiorentini la amiamo. Purtroppo il livello del calcio fiorentino risente di quello che è il valore economico della nostra città adesso. BOLOGNA, GENOVA con SAMPDORIA e GENOA, BERGAMO con l’ATALANTA, SASSUOLO non sono certo città che economicamente siano da considerarsi inferiori a FIRENZE, anzi.
    Quindi lode a questa società che ci sta aiutando a rimanere in SERIE A dove altre compagini (tipo PALERMO, BARI, VENEZIA) hanno difficoltà a stare. Per chi dice di guardare alla storia ….. beh la PRO VERCELLI è in SERIE C ed ha più titoli di noi. Le campagne acquisti ci hanno consentito di rimanere in serie A e se oggi vediamo in nazionale MANCINI, PICCINI, ZANIOLO, BERNARDESCHI non possiamo che ringraziare la società che vendendoli ci ha garantito quelle risorse necessarie a sopravvivere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 4 mesi fa

      Ahahahahhahahahahhahah…..cos’è una barzelletta?Perchè,se non lo fosse,ti raccomando di fumare solo sigarette!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user - 4 mesi fa

      Ma abbozzalaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
      Vai a tifare Palermo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Roby66 - 4 mesi fa

      Aahaahah ma da chi ti rifornisci?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. user-833374 - 4 mesi fa

    Io mi vergogno di più per quei BARBARI che hanno intonato ” devi morire” all’indirizzo di quel povero Cristo che è Morto…. fate schifo!!! un vero tifoso Viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. pino.guastell_9534945 - 4 mesi fa

    Titolo azzeccato. E’ vero: abbiamo toccato il fondo sotto ogni punto di vista: sia per il calcio espresso ieri sera dalla squadra sia per l’indegno spettacolo offerto dai tifosi viola sugli spalti e sui social. Indecenza assoluta. Una vergogna. Ben gli sta ai Della Valle: non intendono licenziare Pioli e Corvino e questi sono i risultati per un’ennesima stagione scialba e fallimentare. Le colpe, al 90 per cento, sono di Pioli, che non sa leggere le partite e che allena questa squadra nel peggiore dei modi e di Corvino, che credeva di fare il furbetto portando quattro mediocri giocatori fatti arrivare dal Brasile o da altri Paesi del pianeta e spacciandoli come giovani talenti. Corvino un venditore di banane che è stato capace di fregare i patron Della Valle spendendo oltre cento milioni di euro per quattro scarponi e di illudere i tifosi veri, quelli che amano la Viola e che non inneggiano contro un povero Cristo morto sugli spalti dello stadio del Cagliari. Non abbiamo una grande squadra, ma dei mediocri giocatori che peraltro non avranno mai la possibilità di emergere perchè sono allenati da uno scarso allenatore, che non è capace di insegnare loro come comportarsi in campo. Ahimè per noi tifosi: ci dobbiamo rassegnare ad assistere a delle penose prestazioni della nostra Fiorentina. E il decimo posto non è neanche sicuro che lo conquisteremo se continua a restare sulla panchina mister pallone gonfiato dal nome Stefano Pioli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Anton - 4 mesi fa

    Saranno contenti, non dovranno spendere per migliorare la squadra non andando in Europa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Lallero - 4 mesi fa

    E’ una vergogna annunciata… e non ci venissero a raccpntare che quest’anno sia mancato il sostegno continuo e senza condizioni da parte del tifo e della città tutta. SOLO SOSTEGNO TIFO E PASSIONE, in cambio di cosa? la squadra è quella che è, la guida tecnica è quella che è, la proprietà e la direzione sportiva sono schifose, imbarazzanti, totalmente incompetenti. L’atalanta è diventata un modello, rendiamoci conto… un modello l’atalanta per la fiorentina, a questo punto i DV ci hanno portato. di corvino è inutile parlare, ma di certo il contratto da rinnovare glielo hanno proposto, mica l’avrà fatto da solo… se uno è un incapace acclarato va solo cacciato. il problema è che per i DV non è affatto incapace, anzi: è il migliore possibile perché quello che gli viene chiesto è solo portare soldi in cassa e distruggere la passione calcistica di una città intera. missione compiuta, complimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Lio - 4 mesi fa

    Siamo delle pippe di tifosi ad accettare ancora questa proprietà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy