Tifoso interista morto, si valuta sospensione del Campionato. Gravina: “Occorre riflettere”

Dopo la morte del tifoso interista si valuta di sospendere il campionato

di Redazione VN

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ai taccuini de Ilmessaggero.it ha detto che in queste ore sta valutando anche la sospensione del campionato. “Non lo so. E’ una riflessione da fare”, ha detto Gravina che prosegue. “Questo clima non è il mio. Qui serve qualcosa di molto radicale perché in campo e fuori in questo weekend che doveva essere di festa ho visto e sentito cose inaccettabili per me, per il mio modo di essere e fare il presidente della Figc. E qui non parlo solo di politica sportiva, qui parlo di soluzione radicale”.

Violanews consiglia

Fiorentina, mai così tanti tiri negli ultimi dieci anni come contro il Parma: il dato

Pjaca continua a deludere: escluso il riscatto. E il prestito potrebbe terminare a gennaio

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Horsenoname - 2 anni fa

    Premetto il grande rispetto per la morte di un essere umano ; la situazione almeno dai fatti di cronaca è che circa 100 persone tra ultrs dell’Inter , supportati da ultras del Varese e qualche ultras del Nizza abbiano assaltato dei pulman di tifosi napoletani nella confusione uno dei Van a supporto dei puilman avrebbe investito (forse volontariamente il tifoso che è morto) , tuttavia il tifoso investito sembra avesse avuto anche un Daspo di 5 anni e forse non era proprio un soggetto del tutto tranquillo(il che non giustifica certo l’omicidio) .
    Sembra la scena della finale di Coppa Italia a Roma , tra Napoli e Fiorentina dove morì il tifoso napoletano aggredito dall’ultras della Roma .
    Le cause possono essere sicuramente tante , ma come mai intorno a quella squadra capitano sempre delle tragedie dirette o indirette ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lor29 - 2 anni fa

      Perché ci sono degli idioti che si sentono superiori solo per il fatto di non essere napoletani (o “terroni” come è consuetudine chiamarli). Gente che inneggia al Vesuvio, e che sdogana ogni cretinata che passa dalla mente. Poi farei un’altra domanda; come mai sia il deficiente di Roma che questi fenomeni di ieri, fanno tutti parte della stessa parte politica? Qui la squadra c’entra poco. Violenza gratuita a sfondo discriminatorio. Così come gli osceni “buuu” a Koulibaly. Spero che chi di dovere vada giù pesante con la squalifica, e con lo stop a quel mediocre di Mazzoleni, che non ha avuto né la voglia né le palle per fermare la partita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. violaebasta - 2 anni fa

      Leggendo il tuo intervento ho sperato per un attimo che lo terminassi con una domanda diversa da quella che hai poi formulato è cioè: come mai in Inghilterra dove stavano Molto peggio di noi hanno messo le cose apposto da oltre 20 anni e qui invece, tutte le volte che succede un episodio come quello di ieri sera ne parliamo per tre giorni e poi torna tutto come prima? Se non c’è la volontà in primis della lega e poi delle istituzioni di fare veramente qualcosa per annientare sti quattro deficienti il problema non si risolvera’ mai. Questo è un paese dove si fanno tante chiacchiere e buoni propositi ma poi al momento del dunque….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Horsenoname - 2 anni fa

        purtroppo di buoni presupposti è lastricato il pavimento dell’inferno . hai ragione a dire che in Inghilterra stavanop peggio di noi ed hanno risolto , ma non solo negli stadi anche per le strade han risolto , in che modo ? Leggi ferree senza scusanti , quì invece si tende a giustificare tutto e tutti , omicidi , violenza verso le donne stupri , furti rapine , reati contro gli anziani ecc ecc , e i giudici sono i primi a ridurre le pene se non a renderle le più blande possibili , gli accanimenti sono solo contro le forse dell’ordine quando sbagliano ma i delinquenti si giustificano , purtroppo fino a che non si farà un passo indietro staremo sempre a discutere sul niente , chi uccide va in galera a vita , non ci può essere pentimento , si doveva pensarci prima , ergastolo e stop , forse si vivrebbe tutti meglio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ferrarigiuliano2_717 - 2 anni fa

    In Inghilterra per chi si ricorda dopo l’evento dell’Heysel la Thatcher non prese in considerazione la sospensione della Fifa di un anno, ma lo portò a tre e per il Liverpool a 5. Chiunque avesse fatto in campo o fuori qualsiasi cosa si parte da tre anni che partono con decorrenza immediata prima del processo…i Daspo non servono a nulla, perché tanto abbiamo già visto gente degli Ultras sugli spalti. Un ultima cosa: le parole da Ancelotti fanno riflettere e se un arbitro internazionale non se ne accorge la cosa è GRAVISSIMA (è bergamasco come me, ma è una lagna ad arbitrare e non è la prima volta che compie scempiaggini in generale!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. woyzeck - 2 anni fa

    Uno scontro tra delinquenti o dementi violenti che si voglia, che cavolo c’entra con il calcio? Cosa c’entra con il tifo? È un episodio di ordine pubblico come, purtroppo, ce ne sono tanti ogni giorno. Su cosa vogliamo riflettere? Sulla tragedia degli esseri umani? Fermare il campionato per quale ragione? Per fare mediaticamente, e ipocritamente, una bella figura?…. Questa penosissima ipocrisia deve essere svelata e fermata definitivamente….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bitterbirds - 2 anni fa

    le riflessioni sono il pane quotidiano in italia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Elmauri - 2 anni fa

    Non servono a niente queste soluzioni di facciata. Rimandare una, due giornate di A non renderà gli imbecilli delle persone migliori. È già accaduto in passato e non ha portato ad alcun risultato. Pene più severe e soprattutto che vengano applicate, sarebbero un primo passo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy