Sportiello: “Meglio un anno di viola che quattro di Atalanta. Astori era come un padre”

Sportiello: “Meglio un anno di viola che quattro di Atalanta. Astori era come un padre”

Le parole del portiere della Fiorentina in un’intervista a La Nazione

di Redazione VN

Su La Nazione questa mattina troviamo una lunga intervista al portiere della Fiorentina Marco Sportiello. Non si può non passare dal ricordo di Davide Astori, con Marco che afferma: “Il 4 marzo fu un giorno… fu quel giorno ma poi tutta la settimana è stata terribile. E incredibile. Il ritorno a Firenze, la camera ardente, i funerali, la prima partita senza Davide…”. Sportiello fu l’ultima persona a parlare con Davide la sera del 3 marzo: “Come era stato altre mille volte, con un compagno di squadra con il quale parli, giochi, mangi e poi ti saluti. Adesso mi sento più… responsabile. Davide per me, come per tutti, era una sorta di genitore. Ok, quando lo perdi, quando perdi uno che per te è un genitore devi per forza cambiare, essere diverso e iniziare a fare tutto con una responsabilità diversa”.

Per quello che riguarda il campo, Sportiello afferma: “Adesso le cose stanno andando bene, è vero, ma potrebbe ricapitare uno scivolone, un problema e io credo di essere sempre e comunque lo stesso”. E sul futuro, in attesa di capire cosa ne sarà del suo riscatto, Sportiello lancia messaggi di amore per la Fiorentina: “Sono stato meglio in un anno e mezzo nella Fiorentina che in quattro stagioni all’Atalanta. La decisione della società? Ci sarà tempo. Sarebbe sbagliato farlo adesso che siamo impegnati nella corsa a un risultato prezioso, che potrebbe arrivare alla fine di una stagione molto complessa”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. STEFANO - 2 anni fa

    un grande applauso all’ Uomo. Bravo Sportiello, ti meriti Firenze sicuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy