Sousa: “Massimo rispetto per il Frosinone. Kuba, Astori e Alonso sono disponibili”

Sousa: “Massimo rispetto per il Frosinone. Kuba, Astori e Alonso sono disponibili”

Il tecnico della Fiorentina parla della sfida col Frosinone: “Dovremo mantenere ritmi alti ed essere consistenti per tutta la partita”

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa ha parlato così dalla sala stampa “Manuela Righini” dello stadio Artemio Franchi di Firenze alla vigilia della partita contro il Frosinone:

“Il Napoli è la squadra che potrebbe scappare e le differenze tra Fiorentina e Napoli? Quella col Napoli è stata la partita più equilibrata, quella in cui abbiamo avuto più difficoltà.

Il Frosinone è meritatamente in Serie A, con la Juve a Torino ha preso un bel punto, con la Lazio a Roma è stato sfortunato. Dobbiamo rispettare gli avversari al massimo, ogni squadra ci crea delle difficoltà, speriamo che i nostri giocatori siano in clima partita. La nostra concentrazione deve essere sempre massimale.

Lottare per la zona Champions? Vuol dire che stiamo facendo bene, sono contento delle opinioni positive. E’ questa la mentalità che voglio vedere nei miei giocatori, dobbiamo avere la cultura per lottare ad alti livelli. Dobbiamo coinvolgere la piazza, dobbiamo lavorare e pensare con passione. Cerchiamo di lavorare su questa cultura che alla lunga ci può portare risultati importanti.

Se vedrò Inter-Roma? Non dobbiamo farci condizionare dalle altre squadre, poi è chiaro che guardiamo anche le altre partite. Dobbiamo essere focalizzati sui nostri principi di gioco. Giocheremo alle 12.30, questo cambia la programmazione alla gara.

Kuba si è allenato sempre, anche se ha avuto un contatto al ginocchio infortunato. E’ stato infortunato a lungo, è normale che abbia un calo di forma, deve ritrovare continuità. Astori si è allenato con i compagni, non ha nessuna lesione, mentre Marcos Alonso non è ancora in gruppo, non deve rischiare nulla. Tutti e tre sono sono disponibili.

Gomez? Sta facendo bene in Turchia, sono contento per lui. Kalinic e Babacar insieme dall’inizio? Sono diversi quindi possono giocare insieme dal primo minuto. Nikola è più mobile, attacca bene lo spazio. Khouma, invece, si muove meno e stiamo lavorando su questo aspetto. Sono complementari.

Suarez? E’ la squadra che sostiene la performance dei singoli. Mario (Suarez, ndr) deve essere aiutato dalle dinamiche del collettivo. Il Frosinone è una squadra in fiducia, sta trovando la sua maturità in Serie A, in trasferta ha fatto prestazioni importanti a Torino con la Juve e a Roma con la Lazio. E’ molto organizzata a livello difensivo. Dovremo muoverci bene in ampiezza e profondità, dovremo avere fame di fare gol. Più passeranno i minuti, più i nostri avversari guadagneranno fiducia. Dobbiamo pensare, però, che le partite si vincono all’inizio, ma anche alla fine, dovremo essere consistenti per tutta la gara. L’importante sarà mantenere ritmi alti.

Una vittoria permette di recuperare prima e meglio la forma. Una partita è più importate prima a livello mentale che fisico. Rossi ha recuperato bene, è sempre il più allegro, questo gli permette di recuperare più alla svelta.

Il duello tra Rossi e Marquez in Moto GP? Uno ha fame di vincere a qualsiasi età. Sono due grandi campioni, poi è necessario capire il contesto. Nello sport vince chi è più bravo”.

 

 

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dellone68 - 5 anni fa

    Io continuo a pensare ed a ripetere che questo mister è un grandissimo. Mi piace molto il suo approccio alle conferenze stampa, ma si vede benissimo o almeno mi pare che il suo è un approccio a tutte le tematiche a 360 gradi, un approccio olistico alle attività quotidiane, al lavoro, se volete alla vita. Non è mai banale e quando lo è riesce perfino a non apparirlo. Un grandissimo comunicatore. Trasmette serenità a tutto l’ambiente, non è mai sopra le righe, risponde puntualmente e pacatamente. Questo signore riesce a motivare tutto l’ambiente, i suoi giocatori, addirittura i giornalisti. Credo che culturalmente sia avanti anni luce a quasi tutti i suoi colleghi. Merito della sua cultura poliglotta e delle sue esperienze internazionali. Ripeto, un gigante. Grandissimo Sousa, è veramente un piacere per Firenze conoscerti e gustarti tutti i giorni. Finalmente un mister all’altezza della sua squadra calcistica e della sua città. Un vero e proprio ambasciatore della Fiorentina e di Firenze nell’Europa intera. Se dovesse farci vincere anche un trofeo rimarrà a lungo nella storia. Avanti Sousa, avanti viola!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Babbo Viola - 5 anni fa

      Quoto tutto il tuo commento aggiungo quello che dico da Moena. È l’allenatore più vincente dal periodo del Trap e la cultura della vittoria arriva spesso vincendo. Dobbiamo partire a foho come spesso è accaduto quest’anno per mangiarci la neo promossa nel primo tempo e prenderci i tre punti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dellone68 - 5 anni fa

        Hai visto Babbo ? Anche i giornalisti sono in adorazione. Tutti bravi e buoni. Ho sentito il commento di Rialti su Radio Bruno dopo la conferenza stampa ed anche lui è affascinato. Solo che qua, oltre ad affascinare il buon Paulo mi pare che faccia anche vedere fatti. Molti fatti e poche parole. Grandissimo Paulo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Xela - 5 anni fa

    ho letto in altri articoli i confronti tra montella e sousa… io li fare più tra sousa e sinisa dato che la paura per molti era tornare ai livelli dei 2 anni sinisiani. e anche tra il sopravvalutatissimo corvino e pradè. hanno cambiato la mentalità di questa squadra sfruttando le cose buone rimaste da montella perfezionandole. per me il salto di qualità si può vedere domani. con montella c’era il 50% di possibilità di vincere, domani vorrei vedere una viola che con una neo promossa mette in chiaro la differenza di qualità. Ovviamente anche 1-0 su autogol al 90esimo mi va bene uguale ma mi piacerebbe vedere questo salto di maturità!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bottegaio - 5 anni fa

    Accidenti che mosciume!, Mai seguita una conf stampa! Peggio di una direzione PD al nazareno….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Valter Pellegrini - 5 anni fa

      Hai ragione! E’ un po’ cme leggfere le tue analisi tattiche quando ti sembra di essere un allenatore!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy